X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Depilazione. Definitiva, permanente o temporanea: le tecniche

16/07/2014 10:00
Depilazione. Definitiva permanente temporanea le tecniche

Dalla tecnologia alla tradizione, le tecniche a confronto. Meglio la definitività della depilazione con ago elettrico o la depilazione laser? Cosa cambia dalla depilazione a luce pulsata? Chi è meno tecnologico farà affidamento invece alla cara ceretta e alla depilazione fai da te.

Depilazione: ago elettrico. Questa è la tecnica che più si avvicina al concetto di "definitivo". Infatti l'ago, collegato ad un apposito strumento, penetra all'interno del bulbo pilifero emettendo una lieve scarica elettrica. In questo modo il bulbo viene indebolito e, ripetendo l'operazione in più sedute, si giunge alla sua morte definitiva. Le probabilità di ricrescita del pelo sono prossime allo zero: per questo parliamo di tecnica definitiva di depilazione.

Pro: eliminazione definitiva dei peli, soprattutto in zone circoscritte come baffetti o zona del mento.
Contro: costi elevati per via delle lunghe sedute; leggero fastidio.

 

Depilazione laser. Il follicolo verso il quale è indirizzato il raggio laser viene distrutto grazie ad uno speciale strumento che trasforma la luce in calore, attuando il processo di foto-termolisi selettiva. Il laser, indirizzato alla radice del pelo, colpisce la melanina e inibisce (fino a eliminarla) la riproduzione del pelo. Questa tecnica di depilazione è detta "progressivamente permanente" perché elimina fino all'80% dei peli nella zona trattata in circa 6 sedute e alla fine la ricrescita è pressoché inesistente.

Pro: il trattamento è ottimo per pelli chiare con peli scuri; è sostanzialmente indolore, a volte si percepisce una piccola sensazione di bruciore.
Contro: non si può fare con pelli abbronzate o peli troppo chiari perché, agendo sulla melanina, il trattamento sarebbe vano; lievi arrossamenti cutanei; sedute numerose.

Depilazione a luce pulsata. E' una tecnica simile a quella del laser, con la differenza che esistono apparecchi a luce pulsata che si possono usare tranquillamente a casa. Attenzione però, a dispetto da quanto si dice, la luce pulsata è una tecnica "permanente" di depilazione, non definitiva: ciò vuol dire che non elimina definitivamente (per sempre) il pelo ma lo elimina in modo permanente e cioè dopo anni potrebbe ricrescere. I macchinari usati da personale medico, comunque, assicurano un risultato più duraturo. Come il laser, la luce pulsata colpisce il bulbo pilifero inibendo (fino a eliminare) la ricrescita del pelo.

Pro: comodità e permanenza del trattamento.
Contro: prezzi ancora piuttosto elevati sia negli studi che degli apparecchi.

Depilazione fai da te. In questa categoria rientrano le tecniche più "classiche" della depilazione, quelle più conosciute. Partiamo dall'epilatore elettrico che estirpa il pelo alla radice assicurando un effetto duraturo. A suo vantaggio la rapidità del trattamento di depilazione; a svantaggio il dolore che provoca lo strappo dei peli. Per chi non ha mai tempo di depilarsi, il metodo più rapido è il rasoio. Ma è da considerarsi l'ultima spiaggia se proprio non avete nemmeno un minuto da perdere: infatti, tagliando il pelo, e non strappandolo alla radice, l'effetto del trattamento dura pochissimi giorni e si vede subito la ricrescita. Lo stesso discorso vale per la crema depilatoria, che agisce in superficie sciogliendo il pelo e quindi richiede una ripetizione frequente dell'operazione.

 

Ceretta. La tecnica più conosciuta, più diffusa, la più tradizionale. Se infatti non vi fidate tanto di aghi, laser e luce pulsata, non tradirete mai la cara, vecchia ceretta. Estirpando il pelo alla radice, questo trattamento di depilazione permette di avere la pelle liscia per circa un mese. Tra strisce già pronte e cere in barattolo c'è differenza. Le prime più rapide da utilizzare ma meno efficaci. Le seconde richiedono più tempo (soprattutto per il fai da te) ma assicurano risultati migliori. Quindi: tecnologia o tradizione? A voi la scelta!

 
© Riproduzione riservata
Scritto da
Jacopo Sartori
Home
 



 
Galleria fotografica
Altri articoli Home

Nobel per la Letteratura 2016, vince Bob Dylan emblema di nuova espressione poetica

Il 109esimo premio Nobel per la Letteratura è stato vinto da Bob Dylan. Ad annunciarlo è l’Accademia di Svezia, con la motivazione : “i nuovi modi di espressione poetica”. Nel 2016 Bob Dylan ha pubblicato "Fallen Angels", Il primo lavoro è "Bob Dylan" (1962), cui seguirono 35 album come "Planet Waves" (1974),...

 

Dario Fo, il teatro della ragione umana nell'autore scomparso

Dario Fo, attore e scrittore scomparso all’età di 90 anni aveva da poco pubblicato “Charles Darwin. Ma siamo scimmie da parte di padre o di madre?”. Qui lo scienziato e viaggiatore viene proposto come assetato di conoscenza, con anni trascorsi in mare e terre lontane raccogliendo conchiglie, crostacei, coleotteri per studia...

 

Dan Brown, il nuovo libro dal titolo 'Origin' sarà pubblicato nel 2017

Dan Brown ha confermato che la casa editrice Doubleday  pubblicherà il nuovo libro nel 2017, dal titolo "Origin". Nella foto si mostra lo scrittore in piedi su una terrazza, con sullo sfondo la città di Firenze. Il libro tratterà ancora del professore esperto di simboli Robert Langdon, già raccontato nei quatt...

 

John Grisham, diffusa la trama del nuovo libro 'The Wishter' tra giudici corrotti e mafia

È stata diffusa in questi giorni la trama del nuovo libro di John Grisham, dal titolo "The Wishter" pubblicato il 25 ottobre 2016. Il romanzo ha come protagonista un giudice che per la sua posizione dovrebbe essere onesto e saggio, simboleggiando l'unione di integrità e imparzialità: quando l'uomo riceve una tangente ad occupa...

 

Anna Marchesini, i tre libri della brillante attrice scomparsa

Anna Marchesini, l’attrice scomparsa oggi all’età di 63 anni era anche una scrittrice raffinata, che in tre romanzi ha saputo alternare ironia e satira. Del 2014 è “Moscerine”, una serie di racconti che mostrano imprevisti che s’immettono nella quotidianità, “una carezza involontaria” ...

 

Steve Hackett e il suo apprezzato 'The Total Experience Live in Liverpool'

Steve Hackett ha appena pubblicato ‘The Total Experience Live in Liverpool’, una raccolta di due CD e due DVD dell’esperienza dal vivo a Liverpool. L’uscita del materiale è avvenuta ieri, 24 giugno 2016. Il famoso e apprezzato chitarrista inglese, come era avvenuto per l’uscira di ‘Genesisi Revisited&rsquo...

 

Marracash e Guè Pequeno e il primo nuovo album 'Santeria'

Marracash e Guè Pequeno sono alle prese con la pubblicazione del loro primo album scritto insieme, dal titolo ‘Santeria’, la cui uscita ufficiale è prevista proprio oggi, venerdì 24 giugno. I due artisti sono cresciuti a Milano, per le sue strade, e dopo ben 15 anni di carriera hanno deciso di pubblicare il loro pri...

 

Radiohead e il loro nuovo e struggente album 'A Moon Shaped Pool'

Radiohead hanno appena pubblicato il loro nuovo album dal titolo ‘A Moon Shaped Pool’, che proprio ieri ha visto la distribuzione in cd. Alcuni brani erano già stati lanciati, al cui ascolto si percepisce una profonda riflessione e profondità da parte di una delle band più note e amate. Burn The Witch. Questa belli...

 

Red Hot Chili Peppers e il nuovo malinconico album 'The Getaway'

Red Hot Chili Peppers si sono appena dedicati al loro undecisimo album, il nuovo disco dal titolo ‘The Getaway’, un insieme di canzoni che malinconicamente raccontano la vita adulta. Questo album segna la maturità del gruppo, con toni inaspettati. Dark Necessities. Tra le tante interessanti canzoni proposte nell’album &lsq...

 

Afterhours e il loro lucido e allucinante 'Folfiri o Folfox'

Gli Afterhours si sono appena dedicati alla pubblicazione del nuovo album ‘Folfiri o Folfox’, titolo che rappresenta due cure di chemioterapia che Manuel Agnelli ha purtroppo incontrato a causa della malattia del padre; i loro nomi ricordano una filastrocca, un ballo, qualcosa di leggero, così come l’orchidea riportata in c...

 
Da non perdere






Ultime news
Recensioni