X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Ori And The Blind Forest: Tra sogno e realtà

09/07/2014 10:00
Ori And The Blind Forest Tra sogno realtà

Presentato all' E3 di Los Angeles il nuovissimo Ori and The Blind Forest. Moon Studios crea un gioco dall'ambientazione piena di magia, un gameplay fluidissimo che ci farà innamorare del piccolo Ori.

Ori and The Blind Forest: Magia. Sembra davvero di essere immersi in quel mondo magico che appare sullo schermo non appena si comincia a giocare. I ragazzi dei Moon Studios, sviluppatori di questo gioco, hanno voluto ricreare un quadro vero e proprio per ogni singola schermata di gioco. In effetti, i giudizi dei tester sono inequivocabili: chi parla di magia allo stato puro, chi di un mondo evocativo, chi di fantasy, chi di pittura digitale. Poesia e allegoria, magia e suggestione: questo hanno cercato e trovato i creatori di Ori and The Blind Forest. Il tutto mescolato a ottimi ingredienti di storytelling e crescita del personaggio: come vivere in un mondo magico senza spostarsi di casa.

Gameplay. 10 ore sono troppo poche! Ma in effetti non è così. 10 sono le ore dichiarate dagli sviluppatori per uno svolgimento rapido (molto rapido) del gioco. Ma Ori and The Blind Forest si presenta non solo come un Metroidvania game, un grande gioco non lineare, ma anche con alcuni accenni di RPG, ovviamente non ai livelli dei MMORPG. Numerosi i backtracking in un sistema di controllo che resta fluidissimo, sia nelle immagini che nella mobilità del personaggio.

Ambientazione. Dimenticatevi ambienti spaziali o deserti e lasciatevi avvolgere dalla deliziosa foresta di Ori. Riuscite ad immaginarvi una foresta incantata? Gli sviluppatori lo hanno fatto per voi e il loro lavoro non lascia dubbi sulla magicità della location e sull'ambientazione 100% evocativa. State attenti a non lasciarvi incantare troppo: la foresta stessa è il vostro nemico. Puzzle ambientali, ostacoli e trappole sono disseminati in ogni angolo per aumentare quella sensazione di tensione (positiva, s'intende) che pervade l'ambiente penetrando anche nella stanza dove state giocando a Ori and The Blind Forest.

Ori. Il piccolo e magico personaggio di Ori and The Blind Forest è uno spirito della foresta. Ricorda vagamente un carattere dei cartoni animati ma questo esserino di luce ha molte potenzialità nascoste. Lo skill tree, ramificato, si fa crescere raccogliendo cristalli, superando prove e uccidendo i nemici. Il piccolo Ori scaglia colpi magici ma, data la conformazione del gioco, morirà spesso. Niente paura perché la sua anima, una rivisitazione del checkpoint, potrà essere salvata in diverse parti della foresta, senza perdere così il gusto di riprovarci ancora ed esplorare tutti gli anfratti.

E3. Si sono svolti il mese scorso i 3 giorni della fiera Entertainment Expo a Los Angeles. Moon Studios ha presentato la demo del gioco dalla passerella di Microsoft dichiarando il lancio su piattaforma Xbox One e su PC, non prima del prossimo autunno però. E' un gioco indie, indipendente, e questo stupisce non poco data la valutazione "tripla A" che ha ricevuto. Perciò aspettiamo pazientemente che finisca l'estate per perderci nella foresta magica di Ori and The Blind Forest.
P.S. Chi è l'amico che saltuariamente vediamo accompagnare Ori?

 
© Riproduzione riservata
Scritto da
Jacopo Sartori
Home
 
 
Galleria fotografica
Altri articoli Home

Michael Bublé: 'Ora apprezzo la vita molto di più' confida la moglie sulla guarigione del figlio

La moglie di Michael Bublé, Luisana Lopilato ha diffuso la notizia sulla guarigione del loro figlio, Noah. I due avevano confermato nel 2016 che il figlio fosse affetto da una forma di tumore al fegato. Durante una conferenza stampa in Argentina, Luisana Lopilato ha detto ai giornalisti: “Grazie a Dio, mio figlio sta bene. Quando si ...

 

'La nostra società sta diventando eccessivamente protettiva': intervista a Daniele Fabbri

Abbiamo intervistato il comico Daniele Fabbri, protagonista il 7 aprile al Teatro Douze di Roma con un nuovo significativo show.  D: Il tuo nuovo monologo si intitola “Infarto Cesareo”, cosa lo distingue rispetto ai precedenti? R: La voglia di essere più scemo. Nei miei primi spettacoli ho cercato di esplorare un umor...

 

Care figlie vi scrivo, il libro tra cinema e passione di Marisa Bruni Tedeschi

Care figlie vi scrivo è il libro uscito di recente di Marisa Bruni Tedeschi che racconta una famiglia cresciuta tra il cinema la politica.  Marisa Bruni Tedeschi è pianista, ha vissuto una vita da artista: racconta qui la giovinezza nell'Italia fascista, la morte precoce del padre, l'incontro nel 1952 con il marito Alberto, indu...

 

'Nei paesi anglosassoni il mercato della comicità è più sviluppato': intervista a Francesco De Carlo

Abbiamo intervistato il comico Francesco De Carlo, tra gli autori del programma di Rai 3 "Nemico Pubblico" e nel cast di "Stand Up Comedy" su Comedy Central. Nel corso della sua carriera in televisione è stato monologhista nei programmi di Sabina Guzzanti e Neri Marcorè, e ha partecipato a "Aggratis" su Rai 2 e agli "Sgommati El...

 

Stand-up comedy, un genere 'da praticare e far conoscere': intervista a Velia Lalli

Abbiamo intervistato Velia Lalli, irriverente comica tra i panelist del programma televisivo "Sbandati" in onda su Rai 2 e recentemente protagonista della rassegna di Stand Up Comedy Live presso lo Spazio Diamante di Roma, dove ha presentato il suo nuovo spettacolo.  D: “Lasciate che i pargoli vengano a me”, come mai hai scel...

 

Anna Frank Museum: intervista sulle parole 'mai più'

Il 12 giugno 1942 Anna Frank ha tredici anni. Riceve un diario con la copertina con i quadretti bianchi e rossi. È il giorno del suo compleanno. Comincia a scrivere, lo porta sempre con sé. Tre mesi dopo la famiglia Frank - di origini ebraiche - entra in clandestinità. Siamo ad Amsterdam. Per sfuggire alle deportazioni naziste...

 

'Il detective Charlie Parker assume il dolore degli altri': intervista allo scrittore John Connolly

John Connolly è uno degli scrittori irlandesi già prolifici: ha scritto la serie di romanzi sull’ex detective della Polizia di New York, Charlie Parker che dopo la morte della moglie e della figlia si mette in proprio: spesso interagisce con il mondo soprannaturale, negli anni ha varie donne, possiede varie pistole ma non ne usa...

 

Carrie Fisher, i suoi libri in cui racconta un'altra Hollywood

Carrie Fisher, l’attrice scomparsa all’età di 60 anni non era solo la protagonista di “Star Wars” nel ruolo della Principessa Leila. Ha lavorato in film come “L'uomo con la scarpa rossa” (1985) con Tom Hanks, “Hannah e le sue sorelle” (1986) di Woody Allen. Fino a cammei in serie come “Se...

 

Animali fantastici e dove trovarli: il libro che racconta i dettagli del film

"Animali fantastici e dove trovarli”, film di David Yates trae spunto da un taccuino usato da Harry Potter per studiare nella scuola di Hogart, anch’esso inventato dalla scrittrice J. K. Rowling. Su questa evocazione è stato pubblicato il libro “La valigia di Newt Scamander. Esplora i segreti del film Animali fantastici e ...

 

JK Rowling: via Twitter regala ad una bambina di Aleppo una copia di Harry Potter

JK Rowling ha inviato un libro di “Harry Potter” ad una giovane ragazza siriana di Aleppo. Secondo quanto riportato da Twitter Moment, la ragazza si chiama Bana ed è una bambina di 7 anni che vive nella città nel mezzo della guerra civile siriana. L’obbiettivo della richiesta effettuata dalla madre era distrarla dal...

 
Da non perdere
Ultime news
Recensioni