X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Mondiali 2014: tecnologia dentro e fuori dal campo

02/07/2014 10:00
Mondiali 2014 tecnologia dentro fuori dal campo

Il Mondiale è già iniziato da un pezzo: è già "vecchio". Dove sta il "nuovo"? A passi di samba tra Video in 4K, 37 telecamere, Applicazioni e la Goal-Line-Technology.

Mondiali 2014. Non stupirà sentir parlare di nuove tecnologie in relazione ad uno degli eventi più importanti e attesi da tutti. Ma ai Mondiali 2014 sono state adottate diverse novità molto interessanti che possono aprire la strada ad un futuro calcistico più tecnologico e sempre più partecipato. Chi non le vuole adottare, Michel Platini in primis, si dovrà invece "adattare". Si, perché la tecnologia corre di pari passo al pallone sul campo; e non si ferma dopo 90 minuti.
Vediamo allora alcune di queste tecnologie.

37 telecamere per ogni incontro. Ci sono telecamere ad alta definizione in ogni angolo dello stadio. Nulla sfugge all'occhio meccanico, nemmeno i morsi del "Pistolero" Suarez che invece sono sfuggiti all'arbitro durante Italia-Uruguay lo scorso 24 giugno. Le telecamere, messe a disposizione da Sony grazie ad un accordo con FIFA, sono numerosissime per poter sostenere uno standard qualitativo del video molto elevato (non meno dell'HD per intenderci) e per garantire svariate angolazioni di ripresa. Ricordatevi di volgere un occhio al cielo, ogni tanto, non solo per invocare un gol del vostro beniamino ai Mondiali 2014 ma per notare che potrebbero esserci un paio di elicotteri che si aggirano attorno allo stadio: altre telecamere dedicate alla partita.

4K. La tecnologia più innovativa è forse questa. Certo, le Tv in grado di ricevere un segnale così definito sono pochissime e la stessa Sony, che ha messo a disposizione i mezzi, svela la difficoltà di lavorazione e trasmissione dei contenuti in HD. Ma Sony si poteva accontentare di un "banale" HD? No. Ecco allora il 4K, dove K sta per le migliaia di pixel del sensore della macchina. L'attuale sensore HD punta su un formato di 1920x1080 pixels per fotogramma, il 4K quadruplica: 3840x2160 p. Se non avete trovato i biglietti per una partita dei Mondiali 2014, nessun problema: vi basta un televisore che riceva il segnale 4K e vedrete meglio che dalla tribuna d'onore!

Applicazioni come se piovesse! Sia iOS che Android, e in minuscola parte Windows Phone, mettono a disposizione decine di apps per seguire i Mondiali 2014 prima, dopo e durante ogni singola partita. Dalla più banale col calendario delle gare (messo a disposizione anche da BigG Google) a quella che ti aggiorna minuto per minuto sull'andamento della partita che vuoi seguire. Ce ne sono davvero per tutti i gusti e le tasche, visto che tante sono gratuite. Se avete uno smartphone sufficientemente potente, guardate le partite in diretta grazie alle applicazioni Rai, Sky, Tim e a molte altre.

GLT: Goal Line Technology. E' un tecnologia che, grazie a 7 telecamere installate su ognuna delle due porte e un sistema informatico che interagisce con l'orologio degli arbitri, verifica se la palla ha superato la linea di porta. Non appena la palla supera la linea, gli arbitri ricevono un input di vibrazione sull'orologio e visualizzano sul display dello stesso la scritta "GOAL". Il presidente UEFA Michel Platini si è dichiarato contrario a questa tecnologia, così come si dichiara da sempre ferocemente contrario alla moviola in campo. Se vuole un consiglio, placherei la sua ira. Il GLT ha già dimostrato la sua utilità durante la partita Francia-Honduras del 15 giugno scorso: per la prima volta nella storia del calcio, un gol viene convalidato grazie a questo mezzo. E' l'inizio di una nuova era calcistica?

 
© Riproduzione riservata
Scritto da
Jacopo Sartori
Home
 

 
Galleria fotografica
Altri articoli Home

Stand-up comedy, un genere 'da praticare e far conoscere': intervista a Velia Lalli

Abbiamo intervistato Velia Lalli, irriverente comica tra i panelist del programma televisivo "Sbandati" in onda su Rai 2 e recentemente protagonista della rassegna di Stand Up Comedy Live presso lo Spazio Diamante di Roma, dove ha presentato il suo nuovo spettacolo.  D: “Lasciate che i pargoli vengano a me”, come mai hai scel...

 

Anna Frank Museum: intervista sulle parole 'mai più'

Il 12 giugno 1942 Anna Frank ha tredici anni. Riceve un diario con la copertina con i quadretti bianchi e rossi. È il giorno del suo compleanno. Comincia a scrivere, lo porta sempre con sé. Tre mesi dopo la famiglia Frank - di origini ebraiche - entra in clandestinità. Siamo ad Amsterdam. Per sfuggire alle deportazioni naziste...

 

'Il detective Charlie Parker assume il dolore degli altri': intervista allo scrittore John Connolly

John Connolly è uno degli scrittori irlandesi già prolifici: ha scritto la serie di romanzi sull’ex detective della Polizia di New York, Charlie Parker che dopo la morte della moglie e della figlia si mette in proprio: spesso interagisce con il mondo soprannaturale, negli anni ha varie donne, possiede varie pistole ma non ne usa...

 

Carrie Fisher, i suoi libri in cui racconta un'altra Hollywood

Carrie Fisher, l’attrice scomparsa all’età di 60 anni non era solo la protagonista di “Star Wars” nel ruolo della Principessa Leila. Ha lavorato in film come “L'uomo con la scarpa rossa” (1985) con Tom Hanks, “Hannah e le sue sorelle” (1986) di Woody Allen. Fino a cammei in serie come “Se...

 

Animali fantastici e dove trovarli: il libro che racconta i dettagli del film

"Animali fantastici e dove trovarli”, film di David Yates trae spunto da un taccuino usato da Harry Potter per studiare nella scuola di Hogart, anch’esso inventato dalla scrittrice J. K. Rowling. Su questa evocazione è stato pubblicato il libro “La valigia di Newt Scamander. Esplora i segreti del film Animali fantastici e ...

 

JK Rowling: via Twitter regala ad una bambina di Aleppo una copia di Harry Potter

JK Rowling ha inviato un libro di “Harry Potter” ad una giovane ragazza siriana di Aleppo. Secondo quanto riportato da Twitter Moment, la ragazza si chiama Bana ed è una bambina di 7 anni che vive nella città nel mezzo della guerra civile siriana. L’obbiettivo della richiesta effettuata dalla madre era distrarla dal...

 

Trolls, i libri che raccontato le creature presenti anche nel film

Vari sono i libri che racconta i Trolls, le creature presenti anche nel film “Trolls” della Dreamworks attualmente nelle sale. “Arrivano i troll!” di Alan MacDonald e illustrazioni di M. Beech mostra le avventure dell’originale famiglia di corpulenti e maleodoranti troll norvegesi che scombina la vita dei nuovi vicini...

 

Dance Dance Dance, l'edizione italiana del talent show debutta a dicembre su FoxLife

L’edizione italiana del talent show “Dance Dance Dance” debutta su Fox Life il 21 dicembre 2016. La nuova produzione originale di Fox Networks Group Italy realizzata da Toro Media vede protagoniste sei coppie di personaggi famosi, chiamate a cimentarsi nella reintepretazione di storiche coreografie tratte da videoclip musicali e ...

 

Nobel per la Letteratura 2016, vince Bob Dylan emblema di nuova espressione poetica

Il 109esimo premio Nobel per la Letteratura è stato vinto da Bob Dylan. Ad annunciarlo è l’Accademia di Svezia, con la motivazione : “i nuovi modi di espressione poetica”. Nel 2016 Bob Dylan ha pubblicato "Fallen Angels", Il primo lavoro è "Bob Dylan" (1962), cui seguirono 35 album come "Planet Waves" (1974),...

 

Dario Fo, il teatro della ragione umana nell'autore scomparso

Dario Fo, attore e scrittore scomparso all’età di 90 anni aveva da poco pubblicato “Charles Darwin. Ma siamo scimmie da parte di padre o di madre?”. Qui lo scienziato e viaggiatore viene proposto come assetato di conoscenza, con anni trascorsi in mare e terre lontane raccogliendo conchiglie, crostacei, coleotteri per studia...

 
Da non perdere

Ultime news
Recensioni