X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Gabrielle, il film sensoriale nato dall'incontro amoroso di due diversità

15/06/2014 16:29
Gabrielle il film sensoriale nato dall'incontro amoroso di due diversità

Gabrielle è il film di Louise Archambault che incentra la trama sull'incontro tra due persone diversamente abili che s'innamorano. La regista lo definisce sensoriale, con un appeal da documentario e con un'attrice dalle rare abilità musicali.

Gabrielle è il film al cinema diretto da Louise Archambault e interpretato da Gabrielle Marion-Rivard, Alexandre Landry, Mélissa Désormeaux-Poulin e Vincent-Guillaume Otis.

La trama. La vicenda ruota attorno a Gabrielle, giovane donna affetta dalla sindrome di Williams: lei ha un'attitudine particolare per la musica, e nella sua vita giunge anche l'amore per Martin, un ragazzo conosciuto nel centro ricreativo. Ma le famiglie di entrambi sono scettiche sulla relazione, vista la loro disabilità e permettono di far crescere l’amore come i due desidererebbero Il coro si prepara ad un importante festival musicale e Gabrielle fa di tutto per dimostrare la propria autonomia e per essere indipendente. Deve però affrontare i pregiudizi e i propri limiti per vivere con Martin una storia d’amore fuori dalla tradizione.

La regista. Louise Archambault riguardo al progetto dice che è nato “dal desiderio di parlare della felicità delle persone considerate ai margini della società (...) desideravamo rappresentare una storia d’amore tra due giovani affetti da ritardo mentale, il modo in cui vivono l’amore e la sessualità”.

Documentario. Su concetto di documentarismo applicato al film, la regista di “Gabrielle” dice “l’intenzione era comunque quella di realizzare un film intimista, sensoriale, che avrebbe seguito da vicino Gabrielle, Martin e alcuni coristi (...) Le persone affette da ritardo mentale con cui ho girato non hanno alcun tipo di filtro; non vedono le cose come le vediamo noi. Le scene d’amore sono state le più facili da girare per Gabrielle, sicuramente molto più facili che spostarsi da un punto all’altro prendendo un oggetto a metà strada”.

L’attrice. La stessa Gabrielle Marion-Rivard è cresciuta in una famiglia di musicisti. Ha poi seguito i corsi di danza classica con la compagnia Entre-Jambes di Beloeil, entrando a far parte della compagnia teatrale Les Démasqués dell’Associazione della Valle di Richelieu per il ritardo mentale. Nel 2011 ha partecipato alla quarta Biennale di giga contemporanea in qualità di interprete e danzatrice nello spettacolo Dans ta tête della coreografa Maïgwenn Desbois.

 
© Riproduzione riservata
Scritto da
Elio Grimani
Home
 
 
Galleria fotografica
Altri articoli Home

L'amore ai tempi di Hollywood, tra gossip, scandali e divorzi

In termini di gossip hollywoodiano, il 2016 è stato segnato dal divorzio tra Johnny Depp e Amber Heard, una vicenda dai risvolti piuttosto spiacevoli visto che la Heard ha addotto, tra i motivi della separazione, il fatto che l’ex-marito fosse un tipo violento a causa soprattutto dei suoi problemi di alcolismo. Oggi la storia sembra es...

 

Inferno, il film con Tom Hanks dal libro di Dan Brown è su SkyCinema e NowTv

Inferno, il film tratto dal romanzo di Dan Brown arriva in televisione si Sky Cinema e NowTv, dal 10 luglio. Il film - che ha incassato 220 milioni di dollari - sarà anche preceduto dalla messa in onda di due film tratti sempre dai romanzi dello scrittore di Exeter. Il 2 luglio è trasmesso “Il Codice Da Vinci”, in cui il ...

 

Nicole Kidman, due libri raccontano l'attrice che compie 50 anni

Nicole Kidman, l’attrice di Honolulu oggi compie 50 anni. In una recente intervista a “E! News” ha detto che non organizzerà una festa sfarzosa, bensì sarà circondata dalla sua famiglia: "Voglio uscire con mio marito, i miei figli e mia sorella”. Essendo di pigne australiana, ha affermato che è g...

 

Alexandra Daddario, è l'imponente Costance nel nuovo film 'Abbiamo sempre vissuto nel castello'

Alexandra Daddario, una delle attrici più versatili nella recente cinematografia di Hollywood dopo l’obsoleto “Baywatch” sarà in un film completamento diverso. “We Have Always Lived in the Castle” è il titolo, diretto da Stacie Passon e interpretato anche da Sebastian Stan, Taissa Farmiga e Crispi...

 

10 attori che hanno perso la vita sul set

Quando si parla di professioni pericolose, il pensiero di solito corre ai muratori intenti a camminare in equilibrio a decine di metri da terra o a giornalisti e medici che lavorano in zone di guerra, non di certo al cinema o alla televisione. Invece, anche in un mondo apparentemente dorato, si celano storie davvero macabre di persone che hanno tro...

 

Film più visti della settimana, 'Cars 3' scalza dalla classifica 'Wonder Woman'

Il box office dei film più visti negli Stati Uniti dal 16 al 18 giugno 2017 vede al primo posto la novità “Cars 3” (53.547.000 dollari, leggi l'articolo): la vicenda è quella di Saetta McQueen che si propone di dimostrare a una nuova generazione di piloti che lui è ancora la migliore macchina da corsa del mon...

 

Luigi Pirandello, i film ispirati alle sue opere a 150 anni dalla nascita

Luigi Pirandello, di cui si celebrano il 150 anni dalla nascita (avvenuta il 28 giugno 1867) lavorò anche per il cinema. Molti furono i film che si ispirarono alle sue pièce o novelle. Il primo film tratto da una sua opera è “Il lume dell'altra casa” (1920) di Ugo Gracci con Anna Gracci, Gaietta Gracci e lo stesso ...

 

John G. Avildsen, Sylvester Stallone ricorda il regista scomparso del film 'Rocky'

John G. Avildsen, regista del film "Rocky" (1976) e "The Karate Kid” (1984) è scomparso all’età di 81 anni. Per il film “Rocky" - interpretato da Sylvester Stallone che era anche sceneggiatore - John G. Avildsen vinse l’Oscar. Lo stesso Stallone in un comunicato ha ribadito di avere avuto fortuna nella sua car...

 

Jesus VR: The Story of Christ, il primo film in realtà virtuale

“Jesus VR - The Story of Christ” è il primo film nella storia del cinema ad essere stato pensato e girato per la realtà virtuale. Il lungometraggio, realizzato dalla AutumnTM VR Inc. e da VRWERX, dura 90 minuti ed è composto da una serie di segmenti che raccontano la vita di Gesù Cristo. Un montaggio speciale...

 

Elizabeth Banks rettifica l'affermazione sui film di Steven Spielberg

Elizabeth Banks si scusa con Steven Spielberg per un’affermazione esternata martedì scorso, durante l’evento Women in Film Crystal - Lucy Awards (leggi l’intervista allo scrittore David I. Kertzer dal cui libro è tratto in nuovo film di Spielberg). L’attrice di Pittsfield aveva detto che il regista non ha "mai...

 
Da non perdere
Ultime news
Recensioni