X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Paolo Ruffini: non si pente della 'topa' e denuncia la mancanza di autoironia nel cinema

13/06/2014 13:00
Paolo Ruffini non si pente della 'topa' denuncia la mancanza di autoironia cinema

Paolo Ruffini ai microfoni de "La Zanzara" dichiara di non essersi pentito per l'accoglienza data al premio Oscar Sophia Loren, anzi, denuncia la poca autoironia del mondo del cinema che a quanto pare secondo l'attore ha un po' la puzza sotto il naso.

Paolo Ruffini è intervenuto ai microfoni de “La Zanzara” parlando di quanto accaduto al David di Donatello. Il conduttore non è assolutamente pentito di aver definito Sophia Loren una “topa meravigliosa”. Si scaglia contro gli addetti ai lavori e il mondo del cinema sostenendo che si prendono troppo sul serio e mancano di autoironia.

L’accaduto. Paolo Ruffini ha condotto il David di Donatello, ma è stato molto criticato per una battuta che ha fatto all’attrice Sophia Loren. Il comico ha infatti salutato il premio Oscar con un: “È sempre una topa meravigliosa lei, se lo lasci dire, una cosa fantastica…”

Social. Piovono una marea di critiche su Twitter e Facebook al comico e conduttore del David. Il web non perdona, ma Paolo Ruffini sulla sua pagina facebook risponde con un ironico: “Mi sa che Sanremo non lo presenterò mai” accompagnato dal selfie fatto insieme all’attrice premio Oscar Sophia Loren.

Le dichiarazioni. Sempre a “La ZanzaraPaolo Ruffini avrebbe dichiarato: “Se lo avesse detto la Littizzetto non sarebbe successo nulla”. In più ha ammesso di aver voluto animare la conduzione del David con la battuta e non ha potuto verificare o meno se la Loren se la sia presa. 

Valerio Mastandrea. C’è chi ha parlato di un rimprovero da parte sua al conduttore. L’attore ha infatti fatto una serie di battute su Paolo Ruffini dopo l’accaduto. Si è auto intervistato sul palco chiedendosi come può un David cambiare la vita di un attore, la risposta è stata: “Valerio, un David... quanto può cambiare la vita di un attore? Un David non lo so, ma presentarlo può cambiare la carriera di chiunque”.

 
© Riproduzione riservata
Scritto da
Chiara Podano
Home
 
Personaggi correlati
Paolo Ruffini



 
Galleria fotografica
Articoli correlati

Paolo Ruffini, i fan partecipano in chat alle riprese del suo film che uscirà in autunno

Paolo Ruffini è di nuovo sul set, ma questa volta non è solo, con lui tantissimi fan. La pellicola che uscirà il 9 ottobre nelle sale porta sulle scene anche Frank Matano, con il comico toscano fin da "Fuga di cervelli" e Nina Senicar. Facebook. I giorni scorsi Paolo Ruffini ha invitato i suoi fan a partecipare, tramite la c...

 

David di Donatello: oggi ciascun vincitore esulta, da Pif a Marco Bellocchio e a Sophia Loren

David di Donatello. L'annuale cerimonia di premiazione dei David di Donatello è andata in onda oggi, martedì 10 giugno 2014. L'atteso evento è stato seguito dal pubblico a casa in diretta, mediante il canale Rai Movie. Veniva trasmesso dagli Studi Nomentano 5 di Roma Capitale con, presentatori designati a condurre, il livornese...

 

Fuga di cervelli: debutto al cinema di Frank Matano per la prima di Paolo Ruffini

‘Fuga di cervelli’ è il titolo del primo film diretto da Paolo Ruffini, la cui uscita è prevista per il 21 novembre 2013. Si tratta del remake del film spagnolo campione di incassi nel 2009 'Fuga de cerebros' di Fernando González Molina. Le riprese del film sono iniziate il 20 maggio 2013 e si sono svolte a Torino...

 

Recensione film C chi dice no: una commedia per meritevoli

In tempo di crisi per fuggire dalle problematiche quotidiane la soluzione è la risata. Già con Nessuno mi può giudicare (2011) parlavamo del problema del lavoro, anche se lì la protagonista Paola Cortellesi cercava di fare la escort per fuggirne: in C'è chi dice no  invece lei da dottoressa stimata dell'osp...

 
Da non perdere






Ultime news
Recensioni