X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Libro James Joyce, Gente di Dublino: 15 racconti di epifanie e paralisi

02/04/2014 15:30
Libro James Joyce Gente di Dublino 15 racconti di epifanie paralisi

James Joyce pubblica "Gente di Dublino" nel 1914: 15 racconti brevi tra realismo ottocentesco e l'oggettività necessaria a cogliere l'epifania joyciana. Nel 1987 John Huston ne dirige la trasposizione cinematografica con protagonista Angelica Houston: "The Dead - Gente di Dublino", presentato a Venezia, sarà l'ultimo film del regista.

James Joyce nasce a Dublino nel 1882. Si affaccia sulla scena letteraria ai primi del Novecento, quando il Decadentismo cerca nuove forme linguistiche in grado di esprimere la nevrosi della società moderna. Disfattosi delle convenzioni del romanzo vittoriano, Joyce rielabora la categoria del mito letterario contaminandolo con la banalità dell'eroe novecentesco. Legato alla cultura irlandese, di educazione cattolica, ben presto Joyce rifugge il provincialismo scegliendo un esilio personale e artistico tra Italia, Svizzera e Francia: Dublino e i suoi abitanti, trasferiti in una sorta di presente dantesco, rimangono il fulcro della sua produzione artistica.
Nel 1922 a Parigi esce "Ulisse", capolavoro accolto, insieme al poema "La terra desolata" di T.S. Eliot, come somma espressione dell'arte moderna.
Il critico Giorgio Melchiori saluta in Joyce il riuscito tentativo di restituire una tradizione narrativa liberando il romanzo “dall'incubo della storia” grazie alla concretezza salvifica di un nuovo linguaggio. La sperimentazione dello scrittore irlandese illumina la via da percorrere a Virginia Wolf e William Faulkner. Indubbia è l'eredità di Joyce raccolta dal teatro dell'assurdo e dalle avanguardie successive.

Aspettando Godot: il teatro dell'assurdo di Samuel Beckett

Gente di Dublino è suddiviso in quindici racconti strutturati secondo le intenzioni dichiarate da Joyce all'editore Grant Richards: “Ho inteso scrivere un capitolo morale del mio Paese e ho scelto Dublino come ambientazione perché quella città mi sembrava costituire il centro della paralisi. Ho cercato di presentarla ad un pubblico indifferente sotto quattro aspetti: infanzia, adolescenza, maturità e vita pubblica. I racconti sono disposti in tale ordine”.

Oscar Wilde: la cronaca di James Joyce, biografia e giudizi critici

Recensione - Dei racconti dell'Infanzia fanno parte “Le sorelle”, “Un incontro” e “Arabia”. Narrati in prima persona dal giovane protagonista, ne colgono l'inquietudine e la graduale disillusione rispetto alle tre vicende che lo vedono coinvolto: la morte del prete; la promessa di avventura nel marinare la scuola e l'incontro con un pervertito; l'amore coltivato per la sorella del miglior amico e il senso di frustrazione per doverla, infine, deludere.
Il senso di frustrazione matura nei protagonisti dei racconti dell'Adolescenza - “Eveline”, “Dopo la corsa”, “Due galanti”, “Pensione di famiglia” - che segnano il passaggio alla narrazione oggettiva in terza persona: in “Eveline”, per esempio, la ragazza non riesce, infine, a voltare le spalle alla propria misera vita, né all'Irlanda, per partire con l'uomo che ama, un marinaio in partenza per Buenos Aires; in “Pensione di famiglia” un giovane è costretto a sposare la figlia della proprietaria della pensione in cui vive, incapace di dare una svolta alla propria insoddisfacente routine e lasciare Dublino.
Nei racconti della Maturità - “Una piccola nube”, “Rivalsa”, “Polvere”, “Un caso pietoso” - i protagonisti sono mediocri intellettuali, braccati dalla consapevolezza di essere “esclusi dal banchetto della vita” determinata per loro stessa vocazione all'inerzia.
I quattro racconti di Vita pubblica chiudono l'opera puntando ironicamente il dito contro la politica locale (“Il giorno dell'edera”), l'oppressiva figura materna (“Una madre”), l'istituzione ecclesiastica (“La grazia”). Infine, “I morti” riassume tutte le contraddizioni concentrandole nel personaggio di Gabriel Conroy: giovane intellettuale sposato che, tra rimorsi e dubbi, opterà per l'esilio durante la silenziosa discesa della neve notturna su Dublino seppellendo tutti, i vivi e i morti. L'epifania echeggia nella propria coscienza.

 
© Riproduzione riservata
Scritto da
Carla Paulazzo
Home
 
Altri articoli Home

Stifled, recensione videogame per PlayStation VR

Stifled è un videogioco che nasce da un progetto di alcuni studenti di Singapore, talmente interessante da attirare l’interesse di Sony, che ne ha promosso lo sviluppo e la successiva pubblicazione su PS4 e PS VR. Le idee del team Gattai Games si sono sposate con il visore di realtà virtuale, grazie all’originale utilizzo ...

 

Call of Duty WWII, recensione videogame per PS4 e Xbox One

Call of Duty: WWII è il videogioco sviluppato da Sledgehammer Games e pubblicato da Activision Blizzard, uno sparatutto che ripercorre le tappe e gli eventi cruciali della Seconda Guerra Mondiale. La serie di Call of Duty ha rappresentato nell’era Xbox 360/PlayStation 3 la massima espressione degli FPS, con un’eccellenza raggiunt...

 

Recensione Lazaretto il nuovo fumetto horror della casa editrice BOOM! Studios

Lazaretto è la nuova serie di fumetti della BOOM! Studios, il primo numero è uscito lo scorso settembre e avrà una cadenza mensile. Lazaretto sarà composta da un totale di cinque numeri e in questo mese di novembre è arrivato nelle fumetterie americane il numero tre. La nuova serie è stata scritta da Clay M...

 

Empress il fumetto di Mark Miller e Stuart Immonen da cui è stato tratto il film

Empress è il fumetto scritto e disegnato da Mark Millar e Stuart Immonen. Questo albo in America è stato pubblicato dalla Icon, proprietà Marvel Comics, mentre in Italia è arrivato nel giugno scorso grazie alla Panini Comics. Dal fumetto di Millar e Immonen è stato tratto un film che presto sarà disponibile...

 

Horizon Zero Dawn: The Frozen Wilds, recensione videogame per PS4

Horizon Zero Dawn: The Frozen Wilds è l’espansione single-player del videogioco sviluppato da Guerrilla Games, uno dei migliori open-world della generazione e uscito in esclusiva solo su PS4. Il sorprendente prodotto della software house olandese ha creato un mondo meraviglioso e credibile, grazie a una storia raccontata in maniera int...

 

Justice League, nuove immagini del film DcComics

Sono state diffuse nuove immagini di “Justice League", il film diretto da Zack Snyder. Nelle immagini vediamo Bruce Wayne-Batman (Ben Affleck), Flash (Ezra Miller), Aquaman (Jason Momoa) e Cyborg (Ray Fisher). In altre immagini c’è Diana Prince-Wonder Woman (Gal Gadot). La trama s’incentra sulla scomparsa di Superman, con...

 

Image Comics, The Family Trade: il potere raccontato oggi

“The Family Trade” è la nuova miniserie fumettistica, cinque i numeri previsti, pubblicata da  Image Comics. Dopo il debutto lo scorso mese, il secondo numero uscirà il 15 novembre. Il fumetto gode di una location fittizia suggestiva. La trama è, infatti, ambientata in una città-isola, sita nel bel mezz...

 

Marvel Comics, la nuova serie di Falcon: esce l'atteso secondo numero

“Falcon 2”, il fumetto targato Marvel Comics, esce oggi 8 novembre. La nuova serie è stata accolta con successo, grazie alla rilettura del supereroe portato a confrontarsi con dinamiche di carattere sociale che riflettono l'attualità statunitense. La trama di “Falcon” è ambientata in una realistica Chic...

 

Just Dance 2018, recensione videogame per PS4 e Xbox One

Just Dance 2018 è il videogioco sviluppato da Ubisoft, il punto di riferimento ormai da anni per il genere dei rythm game su console, come testimoniano i dati di vendita e il successo del brand. La stessa uscita annuale rafforza costantemente la presenza della serie sul mercato, per un titolo capace di ritagliarsi una grossa fetta di utenza ...

 

DC Comics, Liam Sharp disegna Batman/Wonder Woman in uscita a febbraio

Liam Sharp è un veterano delle storie di Batman. Inoltre, ha disegnato l'acclamata serie, in corso, con protagonista Wonder Woman, in epoca Rebirth. Al recente Stan Lee Comic Con, tenutosi a Los Angeles, il fumettista è nel team di una serie, targata DC Comics, incentrata sulla Principessa delle Amazzoni e l'Uomo Pipistrello. Il fum...

 
Da non perdere
Ultime news
Recensioni
http://bs.serving-sys.com/serving/adServer.bs?cn=display&c=19&mc=imp&pli=23215079&PluID=0&ord=[timestamp]&rtu=-1