X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Atlantide tra mito, leggenda e realtà: il mistero della città perduta

01/04/2014 14:35
Atlantide tra mito leggenda realtà il mistero della città perduta

Atlantide è considerata la madre di tutte le civiltà antiche, il sito più importante della storia: mito o realtà?

Atlantide - La leggenda narra di una misteriosa città sprofondata in fondo al mare. I dialoghi di Timeo e Crizia di Platone sono l'unico documento di riferimento sul mito di Atlantide: una civiltà incredibilmente avanzata di grande bellezza architettonica, con un esercito e una flotta navale imponente. La città scompare, secondo la cronaca di Platone, inghiottita dal mare nell'arco di un giorno e di una notte.
Leggenda o storia, la descrizione del filosofo greco a riguardo è dettagliata: Atlantide è un regno insulare con anelli di terra e porti circolari, situata oltre le Colonne d'Ercole - nell'odierno Stretto di Gibilterra. L'isola scompare a causa di uno spaventoso cataclisma con terremoti e inondazioni.

Libri Antico Egitto: Re Narmer e la dinastia Zero

Atlantide in Grecia - Secondo molti, Platone si riferisce ad Atlantide situata sotto le rovine argillose di Creta: la civiltà minoica, con i suoi templi e il suo palazzo decorato al centro dell'isola, corrisponderebbe alla descrizione del regno perduto. Nella complessa architettura dell'acropoli di Cnosso, ci sono le tracce della simbologia atlantidea del toro di cui parla Platone: animale sacro che vaga libero, adorato dai sacerdoti e sacrificato agli dei. Inoltre, nella vicina isola vulcanica di Santorini, circa 3600 anni fa, si attesta una delle eruzioni più potenti della storia dell'umanità. I terremoti e le attività vulcaniche di Santorini avrebbero prodotto degli tsunami abbattutisi sulla costa settentrionale di Creta: le nubi di cenere coprono il sole per giorni e giorni provocando importanti disagi nell'economia degli antichi abitanti di Creta. La presenza di pomice vulcanica sull'isola sarebbe la prova inconfutabile dell'antico tsunami. Tuttavia, lo sprofondamento di Atlantide in mare mal si concilia con gli scavi archeologi che, invece, attestano l'attività di ricostruzione da parte dei minoici. Il cataclisma, dunque, non ha significato la fine della loro civiltà.

Libri mitologia norrena: Thor 

Atlantide in Spagna - Le ricerche più recenti indicano che Atlantide fosse ubicata nel sud della Spagna, nel parco nazionale di Doñana: qui, un tempo, esisteva una enorme baia. È la più grande palude della Spagna meridionale, sotto cui ci sarebbe la civiltà perduta di Atlantide. La teoria è resa pubblica negli anni Venti e viene, successivamente, resuscitata da Rainer Kuehne. Grazie alle immagini satellitari e con l'ausilio delle tecniche archeologiche di ultima generazione, gli studiosi hanno le prove della sagoma di una città portuale con tre cerchi concentrici: una grande baia con grandi banchi di sabbia creati nel tempo e sui quali poi è sorta una città. Ci sono, inoltre, evidenze che lungo questa costa, al tempo, si sarebbe abbattuto un violento tsunami.
I ricercatori azzardano che sotto la superficie del parco di Doñana siano sepolti due misteri in uno: da una parte, quello platonico di Atlantide, dall'altra, quello biblico inerente alla città di Tarshish, menzionata nella bibbia, di cui, in realtà, si sospetta sia un altro nome per la città di Tartessos: secondo i testi antichi a disposizione,Tarshish e Tartessos sarebbero entrambe sorte nella Spagna meridionale, entrambe sono raccontate come città portuali predilette per i loro metalli, ubicate alla fine del mondo conosciuto, per raggiungerle occorre un viaggio di 3 anni. Entrambe le città, infine, scompaiono misteriosamente dalla cronache bibliche.
Tuttavia, anche Platone parla delle ricchezze minerarie di Atlantide, tra cui l'oricalco, un metallo leggendario “che brilla come il fuoco” - rame di montagna secondo alcuni. La vicinanza delle miniere del Rio Tinto, indica che gli abitanti di Tartessos sfruttassero questi depositi abbondanti in tutta l'area.

Libro Capitano Kidd: la storia del pirata e del suo leggendario tesoro

Atlantide per Tartessos - La vicinanza di questi depositi rende la città mineraria di Tartessos una possibile candidata per Atlantide?
Gli indizi a riguardo sono:
la datazione al radiocarbonio dei manufatti trovati sotto la palude del parco Doñana (da 5000 A.C. fino ad approssimativamente a 2000 A.C.);
la presenza di un porto di acqua profonda che anticamente continuava fino al centro della palude;
la presenza di muri da opera dell'uomo rilevati sotto il mare;
presenza di un misterioso strato di metano, sigillato a circa 6-9 metri sotto la superficie: gas creato da materia organica: se la civiltà di Atlantide fosse sprofondata improvvisamente qui, si potrebbe trovare un enorme deposito di gas intrappolato sotto la superficie.
Sebbene altri fattori possono spiegare l'origine del gas, la sua presenza insieme alla lunga storia di tsunami di questa costa aggiungono valide prove a favore di uno tsunami abbattutosi su questo sito seppellendo la città. Sono tutte prove importanti a favore di Atlantide sepolta in questa parte del mondo, tuttavia, necessiterebbero di uno scavo mirato: operazione complessa e costosa per la presenza della falda acquifera proprio sotto la superficie.

Manoscritto Voynich

Atlantide in miniatura - Una fondamentale scoperta del XX secolo collega il parco di Doñana al mistero di Atlantide: Cancho Roano. Tra gli anni 70 e 80, gli archeologi portano alla luce una serie di villaggi preservanti la diversa cultura di Tartessos rispetto alle culture circostanti: è la cultura del sud che le ultime ipotesi dei ricercatori indicano fosse quella di Atlantide.
Come si spiega che queste rovine antiche siano a 200 km dalla costa? Qualche evento le ha spostate dal luogo di origine. Tuttavia, queste rovine non includono significative aree residenziali: presentano poche abitazioni, ma molti templi e, soprattutto, un significativo fossato intorno, realizzato a caro prezzo, che non ha funzione strategica né scopo difensivo. Sembra, invece, abbia valore simbolico: ricordare alla gente la propria origine. Si ritiene, infatti, che Cancho Roano sia un sito commemorativo in onore del regno perduto di Atlantide: una città rituale, una riproduzione in miniatura di Atlantide. Cancho Roano non è la sola città rituale trovata, ne esistono altre nella zona.

La macchina di Anticitera, gioiello di ingegneria capace di sfidare il XXI secolo

Quale prova lega Cancho Roano ad Atlantide - Le rovine dell'entroterra sono collegate alla città perduta lungo la costa grazie alla presenza di una pietra: l'ardesia che non si trova a nord, bensì a sud. Dunque, a nord è stata trasportata. L'ardesia rappresenta un indizio incontestabile, ma c'è di più: il sancta sanctorum al centro di Cancho Roano ricorda il tempio di Poseidone, menzionato negli scritti di Platone su Atlantide. Qui avvengono tutti i rituali sacri.
La storia di Atlantide giunge alle orecchie di Platone tramite il legislatore greco Solone, il quale, a sua volta l'apprende dagli antichi sacerdoti egizi - sembra, infatti, che gli Antichi Egizi fossero in contatto con gli Atlantidei: ebbene, nel punto più sacro di Cancho Roano, c'è un simbolo faraonico risalente a circa 3500 anni fa. Si tratta di un simbolo metallurgico e nei documenti storici sono tre le città famose per loro maestria con il metallo: Tarshish, Tartessos e Atlantide. In conclusione, questo simbolo metallurgico potrebbe rappresentare la prova definitiva di tre nomi diversi per una stessa città: Atlantide.
Infine, esiste un manufatto, un antico intaglio che rappresenta il simbolo della città perduta, uno straordinario indizio in pietra di quello che si voleva commemorare, ritrovato all'entrata di Cancho Roano e in molte altre città rituali: raffigura una città di cerchi concentrici con una entrata, una uscita, un tempio centrale (di Poseidone) e un guerriero che sguaina la propria spada a guardia della città.
Cancho Roano è un modello in scala, costruito a memoria della città perduta: una città con canali centrali e un corso di acqua che conduce al centro. In questo tratto paludoso della Spagna meridionale sarebbe, dunque, sepolto il mistero di Atlantide?

 
© Riproduzione riservata
Scritto da
Carla Paulazzo
Home
 

Altri articoli Home

Mass Effect Andromeda, recensione videogame per PS4 e Xbox One: l'inizio della fine

Mass Effect Andromeda è il videogioco sviluppato da Bioware e pubblicato sotto l’ala protettrice di Electronic Arts, che ha prelevato la saga dopo lo straordinario primo capitolo uscito originariamente su Xbox 360. La trilogia, pietra miliare della scorsa generazione, ha rappresentato un capolavoro all’interno dell’universo...

 

Dirk Gently, Agenzia di investigazione olistica dai fumetti alla seconda stagione Tv

Dirk Gently, Agenzia di investigazione olistica è la serie televisiva creata da Max Landis che esplora casi apparentemente inspiegabili che coinvolgono aspetti ed elementi soprannaturali. Due giovani che non hanno nulla in comune si ritrovano casualmente coinvolti in qualcosa di trascendentale ed interconnesso alla realtà e tra la ril...

 

IDW Publishing, Darkness Visible: il fumetto horror in cui umani e demoni convivono nel terrore reciproco

“Darkness Visible #2” esce il secondo numero della miniserie horror pubblicata da IDW Publishing. Il fumetto che ha debuttato a febbraio, conta sulla sceneggiatura di Mike Carey e Arvind Ethan David. I disegni sono a cura di Brendan Cahill, i colori di Joana Lafuente. "Darkness Visible" presenta uno scenario horror di natura fanta...

 

Una nuova graphic novel, Comment aborder les filles en soirées

L’Editore francese Urban Comics pubblica un albo dalle narrazioni intimiste che elabora uno dei quesiti più comuni del genere umano, come abbordare le ragazze alla sera. Viene mostrato uno spaccato della vita serale di giovani ragazzi e ragazze che amano conoscersi e flirtare con il relativo timore del rifiuto o della presunta inadegua...

 

Panini Comics, Star Wars 1 - Luke colpisce in ristampa: spazio e fantascienza nel fumetto bestseller

Panini Comics ristampa “Star Wars 1 - Luke colpisce” sotto l'etichetta di Star Wars Collection. L'edizione cartonata raccoglie i primi sei numeri della serie comics scritta da Jason Aaron e disegnata da John Cassaday. Dal debutto nel gennaio del 2015, il fumetto è diventato un bestseller con milioni di copie andate a ruba negli S...

 

I videogiochi ambientati su Marte: l'unione tra Pianeta Rosso e virtuale

Marte e i videogiochi, un connubio che negli ultimi anni ha partorito titoli e visioni interessanti, tra fantascienza distopica e segrete basi scientifiche, per produzioni che hanno sviscerato anime e pericoli del Pianeta Rosso. L’interesse decennale suscitato da Marte si è alimentato grazie a racconti e opere letterarie, che hanno sca...

 

Da Aliens: Defiance a Life - Non superare il limite: quando lo spazio si presta all'horror

"Aliens: Defiance”, la fortunata serie mensile targata Dark Horse, giunge al decimo numero dopo il debutto nell'aprile del 2016. La trama, temporalmente collocata tra il primo (1979) e il secondo film (1986) - rispettivamente diretti da Ridley Scott e James Cameron - ha come protagonista Zula Hendricks, colonial marine assegnata alla squadra...

 

Marvel Comics Deadpool 2, il sequel si arricchisce di un nuovo personaggio a fumetti

Deadpool 2, sequel dell’esordio cinematografico del personaggio Marvel Comics che ha ottenuto un ottimo successo al botteghino statunitense, si sta componendo di maggiori dettagli che andranno a formare la nuova narrazione. Protagonista nei panni del particolare eroe dei fumetti, creato negli anni novanta da Rob Liefeld e Fabian Nicieza, sar&...

 

The Unsound per BOOM! Studios, il nuovo fumetto horror di Cullen Bunn

BOOM! Studios annuncia l'uscita di una nuova serie originale che debutterà a giugno. Si tratta di “The Unsound” scritta dallo specialista del brivido Cullen Bunn (“Deadpool”, “The Sixth Gun”, “Uncanny X-Men”, “Helheim”, “Monsters Unleashed“) e disegnata da Jack T. Cole. ...

 

Recensione Canituccia, una storia di Matilde Serao pubblicata da Orecchio Acerbo

Canituccia è una piccola storia che viene pubblicata dalla casa editrice Orecchio Acerbo. Il racconto è stato scritto da una grande donna Matilde Serao, scrittrice e giornalista vissuta tra la fine del 1800 e gli inizi del ‘900. Canituccia è tratto dal libro “Piccole Anime” pubblicato nel 1883. La trama di qu...

 
Da non perdere

Ultime news
Recensioni