X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Aspettando Godot: il teatro dell'assurdo di Samuel Beckett

21/03/2014 18:17
Aspettando Godot il teatro dell'assurdo di Samuel Beckett

Samuel Beckett nasce a Foxrock, un sobborgo di Dublino, nel 1906. Dopo l'esordio come critico letterario, si trasferisce a Parigi dedicandosi alla narrativa e al teatro. Tra il 1948 e l'anno successivo, scrive "Aspettando Godot" che debutta il 5 gennaio 1953 a Parigi. Nel 1969 Beckett riceve il Premio Nobel per la letteratura.

Aspettando Godot è l'opera più famosa e controversa di Samuel Beckett. In due atti, la storia è lineare: due vagabondi in bombetta aspettano, in aperta campagna, un certo Godot che potrebbe procurare loro una sistemazione. Vladimiro ed Estragone, tuttavia, non sono certi della data e del sito dell'appuntamento. Inoltre, non ne conoscono neppure il volto. A Godot non l'hanno mai visto. A un certo punto, compare in scena un ambiguo personaggio, un mercante con un servitore al guinzaglio. Tempo di una chiacchierata con i protagonisti e abbandona la scena. Finalmente giunge un ragazzo con la notizia che Godot arriverà domani. Il secondo atto replica la stessa dinamica drammaturgica, con l'annuncio che Godot arriverà il giorno successivo. Il sipario si cala sul noto ritornello - “Allora andiamo?”, “Andiamo.” (ma i due personaggi non si muovono): aspettando Godot.

Libro Andrea Camilleri, Inseguendo un'ombra

Considerato l'erede di Joyce e Kafka, Beckett matura l'ossessione linguistica del suo connazionale e la dimensione grottesca dello scrittore di lingua tedesca. Con la crisi dei valori segnati dalla Prima Guerra mondiale, ora, lungo l'orrore di Auschwitz e Hiroshima, Beckett scorge il tramonto culturale puntando il dito contro l'esistenzialismo. Il presupposto libero arbitrio dell'individuo, sottoposto alla raffinazione parodistica, si rivela un ideale illusorio. La scelta, considera Adorno, è tra “crepare o crepare”: nel fallimento sociale di un presente allucinatorio, l'opera di Beckett “grida senza suono che deve essere diversamente”.
Tra le interpretazioni di “Aspettando Godot”, c'è anche quella di chi ha visto un aspetto religioso: Martin Esslin - nel 1961 pubblica Il teatro dell'assurdo che identifica una nuova sensibilità e ne conia il termine filosofico - per esempio, pensa a un dramma basato “sulla speranza della salvezza per intercessione della grazia”.

Oscar Wilde: la cronaca di James Joyce, biografia e giudizi critici

La produzione teatrale di Beckett individua un punto di arrivo. O addirittura di partenza evocando l'ineluttabile della condizione umana. Nessun autore moderno ha raggiunto i picchi di una amalgama tragica e, allo stesso modo, grottesca. La motivazione del Premio Nobel, assegnatogli nel 1969, contempla nella motivazione un'opera basata “sulla messa a nudo del dissolvimento dell'uomo di oggi”. Il filosofo Nicola Chiaromonte scrive: “Il valore di verità dell'opera di Samuel Beckett e in particolar modo del suo teatro, sta nell'aver egli una volta per tutte ficcato il viso a fondo nella situazione dell'uomo contemporaneo e nell'averci scoperto una volte per tutte un immobile e inalterabile Nulla. Da questo Nulla, egli non ha mai più distolto lo sguardo, tornando a descriverlo sempre di nuovo, sempre lo stesso, sempre più intollerabile”. L'esistenza è intesa come eterna tappa intermedia, condizione puntualmente delusa, continuamente perpetrata, che infine approda a un emblematico non-sense umoristico. I luoghi comuni e le frasi fatte accompagnano il piacere dell'attesa. Non c'è altro. Dietro i convenevoli delle relazioni tra gli uomini, si staglia un immenso sfondo buio: il vuoto e l'angoscia derivante. Dunque, senza prendercela troppo a male, ridiamoci sopra.

Libri Guareschi, Mondo piccolo: Gente così

 
© Riproduzione riservata
Scritto da
Carla Paulazzo
Home
 

Altri articoli Home

Panini Comics, in arrivo il preludio di Spider-Man Homecoming

Panini Comics annuncia l'uscita del preludio a fumetti di “Spider-Man Homecoming” prevista per il 22 giugno sotto l'etichetta “Marvel Special 19”. Dopo il successo dell'operazione editoriale fumettistica legata al film di lancio di “Doctor Strange” (2016), in attesa del cinecomic, i lettori potranno scoprire dett...

 

Recensione La Profezia dell'Armadillo Artist Edition una nuova edizione per Zerocalcare

La Profezia dell’Armadillo è la prima graphic novel dell’ormai famoso Zerocalcare, la Bao Publishing ha voluto ristampare, a distanza di cinque anni dal suo debutto, questo fumetto in versione Artist Edition. La nuova versione contiene 12 pagine in più ad inizio albo e sarà più grande (stesso formato di Koban...

 

Recensione Residenza Arcadia la graphic novel di Daniel Cuello pubblicata da Bao Publishing

Residenza Arcadia è la prima graphic novel del fumettista Daniel Cuello pubblicata dalla Bao Publishing. Questo nuovo fumetto, uscito lo scorso 11 maggio, ci condurrà all’interno di un condominio davvero particolare, popolato da anziani riluttanti a qualsiasi novità e pieni di astio uno verso l’altro. I vari siparie...

 

Dynamite Comics, i KISS e Vampirella in una nuova serie a fumetti

La Dynamite Entertainment al fine di onorare e commemorare la prima riunione della rock-band KISS con Vampirella, icona dell’horror, distribuisce il fumetto in cui la giunonica eroina diventa una paladina del rock, scritto dall’autore Chris Sebela. La trama di KISS/vampirella #1 è ambientata nella città di Los Angeles nel...

 

Panini Comics, in arrivo il manga Darwin's Game: la lotta per la sopravvivenza passa per il web

Panini Comics propone “Darwin's Game #1”, il manga scritto e disegnato da FLIPFLOPs. Il primo albo sarà disponibile dal 25 maggio. La serie, che conta ad oggi nove volumi ed è ancora in corso, ha debuttato in Giappone nel 2012, grazie al lungimerante interessamento della casa editrice Akita Shoten. La trama ha come protag...

 

Injustice 2, recensione videogame per PS4 e Xbox One

Injustice 2 è il videogioco che racchiude al suo interno un intero mondo di personaggi DC Comics, con una storia che esplora linee narrative differenti a quelle dei fumetti, in un’unione che mescola supereroi e villain alternativi. Il seguito del picchiaduro, uscito quattro anni fa, continua la striscia positiva dei titoli sviluppati d...

 

DC Comics, Wonder Woman nuova serie a fumetti

Wonder Woman farà prossimamente il suo debutto nelle sale cinematografiche da protagonista assoluta. Mancano infatti poche settimane prima dell’approdo ufficiale al cinema dell’atteso cine-comic firmato dalla Dc Comics. Il film con protagonista Gal Gadot, nella doppia veste di Diana Prince e dell’amazzone con superpoteri pr...

 

Love and Rockets, torna il fumetto cult di Gilbert e Jaime Hernandez

Fantagraphics Books annuncia il ritorno di “Love and Rockets”, il fumetto pietra miliare della scena alternativa targata Anni Ottanta. L'uscita della nuova serie mensile è fissata per settembre, in concomitanza con il trentacinquesimo anniversario dal debutto.Il formato ricalcherà quello originale capace di appassionare i ...

 

Marvel Comics, Luke Cage nuova serie a fumetti

Luke Cage, il personaggio Marvel Comics, protagonista dell’omonima serie Tv interpretata dall’attore americano Mike Colter, avrà una propria e nuova serie a fumetti che verrà pubblicata a partire dal mese di maggio. Indistruttibile e dalla forza sovrumana, apparirà anche nella prossima serie Tv che riunirà in...

 

Roma dei Pazzi, debutta la serie mensile dedicata a Mercurio Loi per Sergio Bonelli Editore

Sergio Bonelli Editore annuncia l'uscita di “Roma dei Pazzi” la nuova serie con protagonista l'accattivante Sherlock Holmes nostrano, Mercurio Loi. Il primo albo arriverà nelle edicole e in fumetteria il 23 maggio. Il fumetto è ambientato a Roma. Siamo nella prima metà dell'ottocento in un inquietante scenario abit...

 

Da non perdere

Ultime news
Recensioni