X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Libro Carlo Emilio Gadda, Quer pasticciaccio brutto de via Merulana: un garbuglio di modernità

11/03/2014 14:40
Libro Carlo Emilio Gadda Quer pasticciaccio brutto de via Merulana un garbuglio di modernità

Classici - "Quer pasticciaccio brutto de via Merulana": il successo del romanzo autorizza la realizzazione liberamente tratta del noir "Un maledetto imbroglio" (1959) diretto e interpretato da Pietro Germi, con Claudia Cardinale interprete di Assuntina, e della miniserie tv omonima (1983) per la regia di Piero Schivazappa con Flavio Bucci nel ruolo del commissario Francesco "Ciccio" Ingravallo.

Quer pasticciaccio brutto de via Merulana di Carlo Emilio Gadda - Pubblicato nel 1957, tema di spicco del romanzo di Gadda è quello del “garbuglio” che si presta in particolar modo all'indagine poliziesca. Fin dalle prime pagine di “Quer pasticciaccio brutto de via Merulana” incontriamo il commissario Ingravallo, alter ego dello scrittore milanese, assorto in una riflessione di natura burocratica e giuridica che atterra sulla ragione filosofica: “Sosteneva, fra l'altro, che le inopinate catastrofi non sono mai la conseguenza o l'effetto che dir si voglia d'un unico motivo, d'una causa al singolare: ma sono come un vortice, un punto di depressione ciclonica nella coscienza del mondo, verso cui hanno cospirato tutta una molteplicità di causali convergenti. Diceva anche nodo, o groviglio, o garbuglio, o gnommero, che alla romana vuol dire gomitolo. Ma il termine giuridico «le causali, la causale» gli sfuggiva preferentemente di bocca: quasi contro sua voglia. L'opinione che bisognasse «riformare in noi il senso della categoria di causa» quale avevano dai filosofi, da Aristotele o da Emmanuele Kant, e sostituire alla causa le cause era in lui un'opinione centrale e persistente: una fissazione, quasi: che gli evaporava dalle labbra carnose, ma piuttosto bianche, dove un mozzicone di sigaretta spenta pareva, pencolando da un angolo, accompagnare la sonnolenza dello sguardo e il quasi-ghigno, tra amaro e scettico, a cui per «vecchia» abitudine soleva atteggiare la metà inferiore della faccia, sotto quel sonno della fronte e delle palpebre e quel nero píceo della parrucca. Così, proprio così, avveniva dei «suoi» delitti. «Quanno me chiammeno!... Già. Si me chiammeno a me... può sta ssicure ch'è nu guaio: quacche gliuommero... de sberretà... ' diceva, contaminando napolitano, molisano, e italiano. La causale apparente, la causale principe, era sì, una. Ma il fattaccio era l'effetto di tutta una rosa di causali che gli erano soffiate addosso a molinello (come i sedici venti della rosa dei venti quando s'avviluppano a tromba in una depressione ciclonica) e avevano finito per strizzare nel vortice del delitto la debilitata «ragione del mondo». Come si storce il collo a un pollo”.

Tomasi di Lampedusa, Il Gattopardo: se non ci siamo anche noi, quelli ti combinano la repubblica

Trama - “Quer pasticciaccio brutto de via Merulana” è ambientato a Roma negli anni del fascismo. Il commissario di polizia Ciccio Ingravallo sta indagando su un furto di gioielli in un appartamento di Via Merulana al civico 219, nei pressi del Colosseo. Vittima del furto è la vedova Menegazzi, contessa di origini venete. Nello stesso palazzo vivono anche i suoi amici, i Balducci. Presto il commissario è costretto a occuparsi del delitto di Liliana Balducci. Anche in questo caso, sono sottratti valori dall'abitazione. Ingravallo ipotizza che il furto della Menegazzi e l'omicidio di Liliana siano collegati. Tra i sospettati ci sono il nipote di Liliana, Valdarena, che scopre il cadavere, ma viene scagionato. L'attenzione si sposta sulle ex domestiche della donna, accolte come figlie e bruscamente licenziate. Lungo gli ambienti della ricca borghesia romana e quelli del sottoproletariato, patenti di nobiltà, buone maniere e vizietti taciuti, l'indagine si focalizza per gradi su vari personaggi come Zamira, ex prostituta, circondata da giovani da avviare alla carriera: una delle ragazze porta al dito un anello che è parte della refurtiva relativa alla contessa. La ragazza protesta che il gioiello le è stato prestato da una cugina. Il giallo sembra trovare una soluzione con Assuntina, una delle domestica di casa Balducci, fermata e interrogata: la presunta colpevole, tuttavia, si proclama innocente.

Pirandello, Pensaci, Giacomino!: l'umorismo pirandelliano del professor Toti 

Il delitto, la vita e la realtà: un groviglio di concause da districare - Esiste un caos positivo, essenza di ogni forma di vita, e un caotico negativo: il figlio dell'inadempienza sociale dell'uomo o il prodotto della morte, intesa come destrutturazione di un organismo. Anche il cadavere di Liliana è descritto con un sinonimo dell'imbroglio, con la ferita che “palesava come delle filacce rosse, all'interno, tra quella spumiccia nera der sangue, già raggrumato, a momenti: un pasticcio! Con delle bollicine rimaste a mezzo”.
Il delitto è la manifestazione patologica di un disordine sociale. Contro i falsi ideali Gadda combina la mescolanza di linguaggi – dal dialetto all'aulico – all'uso di registri diversi – dal sublime al grottesco. L'espediente narrativo dell'enumerazione oggettiva, per esempio l'elenco dei gioielli ritrovati, rivela un aspetto di deformazione grottesca: un pastiche di portata più vasta.

Libri Guareschi, Mondo piccolo: Gente così, indimenticabili don Camillo e Peppone

 
© Riproduzione riservata
Scritto da
Carla Paulazzo
Home
 

Altri articoli Home

Valiant, Secret Weapons: Livewire a capo di un team di reietti, il fumetto che vi sorprenderà

Valiant annuncia l'uscita di “Secret Weapons”, il cui primo numero debutterà in fumetteria il 28 giugno. A rendere la miniserie particolarmente ghiotta è il team creativo riunito dalla casa editrice formato da Eric Heisserer, sceneggiatore nominato all'Oscar per lo script non originale di “Arrival” (2016), Raul...

 

Dark Horse Comics, The Visitor: How and Why He Stayed: le ragioni dell'alieno sulle tracce di Hellboy

Dark Horse Comics annuncia una nuova miniserie radicata nell'universo di Hellboy. Si tratta di “The Visitor: How and Why He Stayed”, cinque numeri con il primo in uscita il 22 febbraio. Il protagonista è uno dei personaggi più intriganti introdotti nel fumetto, apparso nel primo “Hellboy: Seed of Destruction” (...

 

Z Nation comics, dopo la serie tv arriva la nuova saga a fumetti sugli zombie

Z Nation è la fortunata serie Tv che traccia delle trame nelle quali la trasformazione in zombie dell’umanità costituisce la minaccia più pericolosa per coloro che ne sono rimasti incontaminati. Una lotta nella quale persone comuni, strappate alla quotidianità, si ritrovano proiettate a dover affrontare un viaggio ...

 

Agents of S.H.I.E.L.D. tra fumetto e serie televisiva

Ispirato dalla fortunata serie televisiva, la serie comics di “Agents of S.H.I.E.L.D.” targato Marvel Comics debutta nelle fumetterie americane il 13 gennaio 2016 con un primo arco narrativo intitolato “The Coulson Protocols”. La trama riserva molte sorprese. Maria Hill non è più a capo dello S.H.I.E.L.D. e il...

 

Sniper Elite 4, recensione videogame per PS4 e Xbox One: la vita di un cecchino

Sniper Elite 4 è il videogioco a sfondo bellico sviluppato da Rebellion, che mette il giocatore nei panni di Karl Fairburne, cecchino professionista impegnato nella Campagna italiana durante la Seconda Guerra Mondiale. Il focus della produzione, che lo differenzia dagli altri sparatutto, è da ricercare nel gameplay, incentrato su elim...

 

Akame ga Kill! Zero, in arrivo il prequel del manga di Takahiro per Panini Comics

“Akame ga Kill! Zero #1” è in uscita il 9 marzo grazie a Panini Comics. Si tratta del prequel del celebre manga “Agame ga Kill!”, con la storia curata da Takahiro e i disegni realizzati da Kei Toru. La trama si concentra sul passato di Akame e della sorellina Kurome. Vendute da bambine all'Impero per essere trasforma...

 

Diabolik DK, la seconda stagione inedita

Diabolik DK la fortunata serie che narra le vicende del Re del terrore che ha avuto inizio come serie parallela alla più tradizionale collana creata negli anni sessanta, giunge alla sua seconda stagione. Solo ieri 12 febbraio veniva celebrato il ricordo della scomparsa di Angela Giussani avvenuta a Milano nel 1987 che insieme alla sorella Lu...

 

The Wild Storm, il fumetto che rilancia la fortunata etichetta di Jim Lee

DC Comics rilancia la fortunata etichetta WildStorm inaugurata con la prima serie “The Wild Storm” in uscita il 15 febbraio. A occuparsi del progetto c'è Warren Ellis, brillante autore bestseller del New York Times (“Transmetropolitan”, “Red” e “The Authority”), incaricato anche di curare le sc...

 

Recensione Baltimore: The Red Kingdom il nuovo numero uno della saga pubblicata da Dark Horse

Baltimore: The Red Kingdom è uscito in tutte le fumetterie americane il primo numero della nuova miniserie dedicata alla grande serie di Baltimore. Il primo numero di The Red Kingdom è stato pubblicato lo scorso 1° febbraio, questo nuovo arco narrativo conterà un totale di cinque numeri. La grande saga di Baltimore è...

 

Recensione Planetoid Praxis arriva la seconda miniserie di Ken Garing pubblicato da Image Comics

“Planetoid Praxis”, è tornata nelle fumetterie americane la seconda miniserie dello scrittore e disegnatore Ken Garing. Dopo cinque anni di attesa e di lavorazione la storia di Planetoid continua in questo nuovo lavoro. Nel 2012 uscì la prima mini serie pubblicata sempre dalla Image Comics, che conteneva un totale di cinqu...

 
Da non perdere






Ultime news
Recensioni