X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Libro Capitano Kidd: la storia del pirata e del suo leggendario tesoro

26/02/2014 15:30
Libro Capitano Kidd la storia del pirata del suo leggendario tesoro

William Kidd viene impiccato nel 1701 con l'accusa di pirateria. Con la sua morte comincia il mistero di un immenso tesoro nascosto in un'isola segreta che alimenta i sogni di tanti avventurieri. La figura del Capitano e del suo leggendario tesoro continuano a ispirare il mondo di cinema, fumetto e videogiochi, quello della musica e della letteratura.

William Kidd nasce intorno al 1650 a Dundee lungo la costa scozzese. Trasferitosi a New York, comincia la carriera di uomo di mare. Da mozzo a capitano, si costruisce una solida reputazione, rispettato lungo le Americhe. Nel 1696 è un cacciatore di pirati che lavora per una cooperazione di ricchi aristocratici e mercanti inglesi. È l'epoca del fruttuoso commercio messo in piedi grazie alla Compagnia Orientale delle Indie. Tuttavia, gli affari sono minacciati dalla presenza dei pirati. Il pirata Henry Every attaccando le navi dell'imperatore Mogul avvia una crisi diplomatica. Kidd è incaricato dalle autorità britanniche a dare la caccia ai pirati: non come ufficiale della Marina, ma da corsaro. Il corsaro ha una nave e un equipaggio con il permesso, la cosiddetta lettera di còrsa, firmata da re Guglielmo III nel caso di Kidd, per razziare navi mercantili nemiche. A Kidd viene affidata una potente nave, nuova di zecca , dotata di 34 cannoni: la Adventure Galley. All'epoca l'Inghilterra è in guerra con la Francia, quindi Kidd e i suoi uomini possono catturare i mercantili francesi.

Libri mitologia norrena: Thor, il mistero di un armamento di ultima generazione

Il sistema vigente è quello del “niente preda niente paga”: la ricompensa per Kidd e l'intero equipaggio consiste nel bottino che riescono a procacciarsi. Al tempo è un modo lucroso per accumulare denaro: si stimano dalla 500 alle 3500 sterline per ogni membro dell'equipaggio, quando la paga media di un marinaio è stimata intorno alle 45 sterline annue.
Passati i 18 mesi convenuti, al largo di Madagascar e nell'Oceano Indiano, senza pirati o navi nemiche sulla propria rotta, l'equipaggio di Kidd comincia a manifestare la volontà di attaccare indiscriminatamente. Nonostante, il reato di pirateria sia punito con l'impiccagione.

La macchina di Anticitera: il gioiello di ingegneria capace di sfidare il XXI secolo

Nel 1698 Kidd incrocia un grande mercantile, la Quedagh Merchant con un enorme tesoro documentato a bordo: oro, argento, seta e gioielli per un valore di quattrocentomila sterline equivalenti a circa sessanta milioni di sterline odierne. La caccia volge al termine: sequestrato il bottino della nave francese, il Capitano Kidd torna a New York, deciso a riabilitare il proprio nome. Ma viene arrestato: il mercantile, in realtà, appartiene a un potente commerciante indiano. Da una parte, l'impero indiano pretende la testa di Kidd, dall'altra il governo britannico non intende sacrificare il commercio con l'Oriente.
Kidd offre al Governatore di New York parte del bottino nascosto – equivalente a circa due milioni di sterline di oggi – in cambio della propria liberazione. Lord Bellomont incassa la somma, ma per Kidd non c'è scampo. Portato in Inghilterra, deve affrontare un processo in cui la prova decisiva a suo favore scompare misteriosamente: le credenziali francesi della Quedagh Merchant che dimostrerebbe la legittimità del sequestro e che lo stesso Kidd non ha pensato di copiare. Inoltre, all'accusa di pirateria si aggiunge quella per omicidio. Il fatto risale al tempo in cui il suo equipaggio è deciso al saccheggio illecito pur di non tornare a casa a mani vuote: nell'avvistare un'imbarcazione olandese alleata, Kidd si rifiuta di attaccarla e deve affrontare l'artigliere, William Moore, a capo del gruppo più ostile al capitano. Kidd afferra un secchio di ferro e lo lancia contro il ribelle colpendolo alla testa. Il giovane successivo, l'uomo muore. Al processo due ex membri dell'equipaggio sono graziati in cambio di una deposizione contro il Capitano Kidd. Dichiarano sotto giuramento che il suo comportamento è omicidio premeditato. William Kidd viene impiccato il 9 maggio del 1701. Durante l'esecuzione la corda si spezza. Per una seconda volta, risale la scala verso il patibolo con una nuova corda al collo. Il suo cadavere è appeso lungo la riva del Tamigi bagnato tre volte dalla marea. Poi, immerso nel catrame, viene lasciato sulla forca per oltre due anni a monito dei marinai con la malaugurata intenzione di imboccare la via della pirateria.
Prima di morire, Kidd gioca invano la sua ultima carta con una lettera al governo in cui propone di barattare la sua libertà in cambio della seconda parte del tesoro: le restanti centomila sterline, quindici milioni oggi.
Da questo episodio nasce la leggenda del tesoro del Capitan Kidd. Molti avventurieri hanno tentato, e continuano a farlo, di scoprire l'isola – tra il Mare della Cina e le isole dei Caraibi – in cui sarebbe nascosto. Forse Lord Bellomont riuscì a mettere mani sull'intera ricchezza. C'è chi, tuttavia, è convinto del contrario: la caccia è ancora aperta, il mito del tesoro del Capitano Kidd sembra non volgere al tramonto.

Per chi volesse approfondire l'argomento: “Capitan Kidd e la guerra contro i pirati” di Robert C. Ritchie (Einaudi) e “The Pirate Hunter: The True Story of Captain Kidd” di Richard Zacks.

 
© Riproduzione riservata
Scritto da
Carla Paulazzo
Home
 

Altri articoli Home

Valiant, Secret Weapons: Livewire a capo di un team di reietti, il fumetto che vi sorprenderà

Valiant annuncia l'uscita di “Secret Weapons”, il cui primo numero debutterà in fumetteria il 28 giugno. A rendere la miniserie particolarmente ghiotta è il team creativo riunito dalla casa editrice formato da Eric Heisserer, sceneggiatore nominato all'Oscar per lo script non originale di “Arrival” (2016), Raul...

 

Dark Horse Comics, The Visitor: How and Why He Stayed: le ragioni dell'alieno sulle tracce di Hellboy

Dark Horse Comics annuncia una nuova miniserie radicata nell'universo di Hellboy. Si tratta di “The Visitor: How and Why He Stayed”, cinque numeri con il primo in uscita il 22 febbraio. Il protagonista è uno dei personaggi più intriganti introdotti nel fumetto, apparso nel primo “Hellboy: Seed of Destruction” (...

 

Z Nation comics, dopo la serie tv arriva la nuova saga a fumetti sugli zombie

Z Nation è la fortunata serie Tv che traccia delle trame nelle quali la trasformazione in zombie dell’umanità costituisce la minaccia più pericolosa per coloro che ne sono rimasti incontaminati. Una lotta nella quale persone comuni, strappate alla quotidianità, si ritrovano proiettate a dover affrontare un viaggio ...

 

Agents of S.H.I.E.L.D. tra fumetto e serie televisiva

Ispirato dalla fortunata serie televisiva, la serie comics di “Agents of S.H.I.E.L.D.” targato Marvel Comics debutta nelle fumetterie americane il 13 gennaio 2016 con un primo arco narrativo intitolato “The Coulson Protocols”. La trama riserva molte sorprese. Maria Hill non è più a capo dello S.H.I.E.L.D. e il...

 

Sniper Elite 4, recensione videogame per PS4 e Xbox One: la vita di un cecchino

Sniper Elite 4 è il videogioco a sfondo bellico sviluppato da Rebellion, che mette il giocatore nei panni di Karl Fairburne, cecchino professionista impegnato nella Campagna italiana durante la Seconda Guerra Mondiale. Il focus della produzione, che lo differenzia dagli altri sparatutto, è da ricercare nel gameplay, incentrato su elim...

 

Akame ga Kill! Zero, in arrivo il prequel del manga di Takahiro per Panini Comics

“Akame ga Kill! Zero #1” è in uscita il 9 marzo grazie a Panini Comics. Si tratta del prequel del celebre manga “Agame ga Kill!”, con la storia curata da Takahiro e i disegni realizzati da Kei Toru. La trama si concentra sul passato di Akame e della sorellina Kurome. Vendute da bambine all'Impero per essere trasforma...

 

Diabolik DK, la seconda stagione inedita

Diabolik DK la fortunata serie che narra le vicende del Re del terrore che ha avuto inizio come serie parallela alla più tradizionale collana creata negli anni sessanta, giunge alla sua seconda stagione. Solo ieri 12 febbraio veniva celebrato il ricordo della scomparsa di Angela Giussani avvenuta a Milano nel 1987 che insieme alla sorella Lu...

 

The Wild Storm, il fumetto che rilancia la fortunata etichetta di Jim Lee

DC Comics rilancia la fortunata etichetta WildStorm inaugurata con la prima serie “The Wild Storm” in uscita il 15 febbraio. A occuparsi del progetto c'è Warren Ellis, brillante autore bestseller del New York Times (“Transmetropolitan”, “Red” e “The Authority”), incaricato anche di curare le sc...

 

Recensione Baltimore: The Red Kingdom il nuovo numero uno della saga pubblicata da Dark Horse

Baltimore: The Red Kingdom è uscito in tutte le fumetterie americane il primo numero della nuova miniserie dedicata alla grande serie di Baltimore. Il primo numero di The Red Kingdom è stato pubblicato lo scorso 1° febbraio, questo nuovo arco narrativo conterà un totale di cinque numeri. La grande saga di Baltimore è...

 

Recensione Planetoid Praxis arriva la seconda miniserie di Ken Garing pubblicato da Image Comics

“Planetoid Praxis”, è tornata nelle fumetterie americane la seconda miniserie dello scrittore e disegnatore Ken Garing. Dopo cinque anni di attesa e di lavorazione la storia di Planetoid continua in questo nuovo lavoro. Nel 2012 uscì la prima mini serie pubblicata sempre dalla Image Comics, che conteneva un totale di cinqu...

 
Da non perdere






Ultime news
Recensioni