X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Sin City - Una donna per cui uccidere, il sequel targato Miller-Rodríguez

18/02/2014 08:00
Sin City - Una donna per cui uccidere il sequel targato Miller-Rodríguez

Robert Rodríguez e Frank Miller dirigono "Sin City - Una donna per cui uccidere", sequel della graphic novel "Sin City". Sul grande schermo, affollato di stelle, ancora violenza e noir in stile fumetto.

Una lunga attesa. "Sin City - Una donna per cui uccidere" ("Sin City: A Dame To Kill For") è il sequel di "Sin City", il film diretto nel 2005 da Robert Rodríguez, Frank Miller e Quentin Tarantino ed è sempre tratto dalla graphic novel di Frank Miller. Dopo innumerevoli ritardi, Robert Rodríguez e Frank Miller hanno riunito gran parte del cast originale e hanno avviato le riprese nel 2012. Il grande schermo sarà affollato di stelle tra cui Eva Green, Joseph Gordon-Levitt, Bruce Willis, Josh Brolin, Mickey Rourke, Rosario Dawson, Ray Liotta, Jamie Chung, Jessica Alba, Alexa Vega, James King, Michael Madsen, Dennis Haysbert e Lady Gaga. Il lancio nelle sale cinematografiche statunitensi è previsto per il prossimo 22 agosto e sarà accompagnato da una notevole curiosità, a quasi dieci anni di distanza - nove, per l'esattezza - dal prequel. In Italia la pellicola sarà distribuita da Lucky Red.

Sin City - Una donna per cui uccidere. Il titolo della Dimension Films ha sulle spalle la responsabilità di confermare uno stile unico, fatto da un sapiente mix di CG e live-action in salsa fumettosa. Una pietra miliare, in altre parole, nel filone cinecomic da grande schermo. Lo stile adottato anche stavolta forse non piacerà a tutti, ma è sublime nel genere e ha contribuito non poco a rendere un cult il primo film: un bianconero graffiante e contrastato, arricchito da sprazzi di colore, a sottolineare in un colpo solo la poesia della narrazione e la fredda, inevitabile e spesso brutale serie di eventi che si concatenano fino al climax. L'impatto visivo, alla pari di quello emotivo, sono il biglietto da visita sul quale agiscono i personaggi di Miller e Rodríguez, e grazie al quale ricavano un notevole e credibile spessore. In "Sin City - Una donna per cui uccidere" - che attinge a piene mani dalla graphic novel di Miller “Si può anche uccidere per lei - i registi mantengono una narrazione di stampo corale, al centro della quale si trova il personaggio di Dwight, qui interpretato da Josh Brolin, che rimpiazza il Clive Owen del precedente capitolo. Per giustificare il nuovo attore Miller e Rodríguez mettono in atto un drammatico cambio di connotati da parte del personaggio, tenendo così a battesimo l'intenzione dichiarata - già dall'inizio, poco dopo i titoli di testa - di voler concretizzare un’ulteriore scossone, per offrire allo spettatore un’esperienza cinematografica ancor più feroce e ben oltre quella vista nel primo film. Rodriguez ha anticipato che la trama intreccerà due storie differenti e classiche, tratte dal fumetto originale di Miller, e due originali, scritte appositamente per il film, che sono ancora top-secret. Ma non c'è dubbio che il core della narrazione sia costituita ancora una volta dal sentimento di scontro caro a Miller, quello in cui i cittadini più duri e spietati della "città del vizio" incrociano i loro destini con alcuni dei suoi abitanti più noti, potenti e corrotti.

I registi. Mettere insieme Robert Rodríguez e Frank Miller significa continuare su un binario ormai noto. I due si conoscono e sono più che affiatati. Hanno in mente lo stesso genere. Miller, classe 1975, è un fumettista, sceneggiatore e regista statunitense dallo stile noir. Se "Sin City" (2005) ha rappresentato il suo esordio in regia, va ricordato che il suo rapporto con il cinema risale al 1990. In quell'anno firma la sceneggiatura di "RoboCop 2", diretto da Irvin Kershner, e tre anni dopo si ripete con "RoboCop 3", diretto da Fred Dekke. Nel 2008 è regista e sceneggiatore di "The Spirit", un flop. Si tratta di un nostalgico cinecomic che ricorda l'impatto visivo di "Sin City", ma non ne possiede l'anima e tantomeno il medesimo spessore. Miller resta comunque un punto di riferimento per la ghapic novel. Nel 1998 ha realizzato per la Dark Horse il romanzo grafico 300, ispirato alla famosa battaglia delle Termopili, dove combatterono 300 guerrieri spartani. Un successo enorme destinato a diventare un film, nel 2007, che sdogana definitivamente uno stile nel grande schermo. Il film si intitola "300" e lo dirige Zack Snyder con il supporto dello stesso Miller. Un film folle e spassoso, dopotutto, come del resto "Machete Kills", l'ultima fatica in ordine temporale (2013) di Robert Rodríguez. E' sempre lui che firma il prequel ("Machete", 2010), confermando un linguaggio cinematografico più volte lodato anche da Quentin Tarantino. Il loro sodalizio parte da lontano. Tarantino appare già nei film diretti da Rodríguez nel 1995 ("Desperado") e nel 1996 ("Dal tramonto all'alba"), di cui è anche produttore, esattamente come nello splatter "Grindhouse - Planet Terror", nel 2007. Rodríguez si distingue anche in "C'era una volta in Messico" ("Once Upon a Time in Mexico") del 2003 e nella quadrilogia di "Spy Kids", i simpatici film di fantaspionaggio rivolti ai ragazzi, di cui l'ultimo è datato 2011. Un intermezzo, viene da dire, tra un'abbuffata di morte e l'altra.

 
© Riproduzione riservata
Scritto da
Simone Marri
Home
 



 
Galleria fotografica
Articoli correlati

I mercenari 4, il film si farà con Sylvester Stallone

I Mercenari 4. Ormai è ufficiale. la saga action de "I Mercenari" avrà un quarto capitolo. Lo ha annunciato pochi giorni fa la rivista specializzata Variety, riportando un accordo di pre-vendita di Nu Image e Millennium con la SP International Pictures per conto di SSXH Beijing e Max Screen Film Distribution. Un patto tra Stati U...

 

Bruce Willis, tra i prossimi film anche il prequel Die Hard: Year One

Die Hard, in arrivo il prequel.La conferma è ufficiale: la 20th Century Fox ha in cantiere un nuovo film di Die Hard. Il sesto film del fortunato franchise dovrebbe essere un prequel che racconti il passato del poliziotto con le vicende che l'hanno reso come lo conosciamo: duro tra i duri. Regia. Al progetto stanno già lavorando...

 

The Walk, il nuovo film di Robert Zemeckis con Joseph Gordon-Levitt

The Walk. Dopo tanti anni, forse troppi, dedicati al cinema d'animazione e al motion capture ("Polar Express", "La leggenda di Beowulf" e "A Christmas Carol"), Robert Zemeckis nel 2012 è tornato dietro la macchina da presa con "Flight": la pellicola verrà ricordata soprattutto per la superlativa drammatica interpretazione del protagon...

 

Vice, il nuovo film con Bruce Willis e Ambyr Childers

Vice. Del regista californiano Brian A. Miller tutto si può dire tranne che non sia un buon frequentatore di action movie all'insegna del testosterone. Dopo il debutto nel 2010 con il film "Caught in the Crossfire" con il rapper 50 Cent, prosegue l'anno dopo l'abbinamento muscoli e sparatorie con "House of the Rising Sun" con Dave Bautista (...

 

Rock the Kasbah, il nuovo film con Bruce Willis e Zooey Deschanel diretto di Barry Levinson 

Rock the Kasbah. E’ un film commedia Usa del 2015, diretto da Barry Levinson (Rain Man - L'uomo della pioggia) su sceneggiatura di Mitch Glazer. La pellicola è prodotta da Dune Films, QED International, Shangri-La Entertainment e Venture Forth e arriverà nelle sale cinematografiche statunitensi il prossimo 23 ottobre, distribuit...

 

Bruce Willis istruttore di volo in The Bombing, film bellico cinese ambientato durante la Seconda guerra mondiale

Bruce Willis è nel cast di The Bombing, film in 3 D cinese diretto da Xiao Feng. L'attore, celebre anche in Cina, interpreterà un istruttore di volo. Le riprese sono iniziate lo scorso mese e Willis ha già girato alcune scene fondamentali. Con un budget stimato intorno ai 56 milioni di dollari, The Bombing è ambientato n...

 

The Visit, M. Night Shyamalan torna alle atmosfere thriller de Il sesto senso

The Visit thriller di M. Night Shyamalan. Avere successo è difficile, confermarlo però lo è ancora di più: ne sa qualcosa il regista indiano M. Night Shyamalan, che dopo l'epocale exploit nell'ormai lontano 1999 de"Il sesto senso", non ha più eguagliato quelle vette, sia agli occhi del pubblico che della crit...

 

Hail, Caesar! anteprima film, George Clooney guida un cast da Oscar per i fratelli Coen

Hail, Caesar! anteprima film. Ormai sono più di 30 anni che i fratelli Coen ci continuano a viziare con esempi di grande cinema, sfornando pellicole il cui giusto mix di umorismo cinico, grottesco e surreale ha reso il loro stile unico e inconfondibile. Dopo il successo un pò di nicchia del malinconico "A proposito di Davis", Joel Coe...

 

Bruce Willis: è mentore musicale di Zooey Deschanel e compie 60 anni

Bruce Willis compie oggi sessanta anni, con vari progetti a cui sta lavorando dopo il successo di I mercenari 2 (2012) con Sylvester Stallone, Jason Statham e Arnold Schwarzenegger. Rumer Willis. Intanto in un’intervista a Fox News la figlia Rumer Willis - avuta dal matrimonio con Demi Morre - conferma l'entusiasmo per partecipare a “D...

 

Film in uscita nel 2016, Kristen Stewart diretta da Woody Allen

Kristen Stewart per Woody Allen. Annunciato un nuovo progetto cinematografico con protagonisti Kristen Stewart, Bruce Willis e Jesse Eisenberg. Se Eisenberg aveva già lavorato con il regista newyorchese (To Rome with Love, 2012), per la ex star di Twilight e Bruce Willis si tratterebbe della prima collaborazione con Woody Allen. Le riprese d...

 
Da non perdere






Ultime news
Recensioni