X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Festival di Sanremo, intervista alla Nuova proposta Bianca

14/02/2014 14:33
Festival di Sanremo intervista alla Nuova proposta Bianca

Bianca risponde alle domande di Mauxa per la rubrica "Di che cultura sei?"

Mauxa intervista Bianca, giovane cantante che partecipa al Festival di Sanremo nella sezione “Nuove proposte”.

D. Parteciperai a Sanremo con la canzone "Saprai", che presenta anche citazioni poetiche ungarettiane come: "Si sta come foglie sui rami a novembre". Cosa racconta la canzone?
R. Le parole di "Saprai" nascono da una mail di sfogo che inviai al mio autore in seguito a un particolare episodio. Durante la festa degli 80 anni di mia nonna, mentre imperversavano i festeggiamenti, io mi rinchiusi nel bagno dell'hotel in preda a una sensazione di soffocamento, in cerca di quel silenzio e quella solitudine di cui spesso ho bisogno; tra quelle vellutate pareti rosse (la prima frase di "Saprai" è appunto:"Sto benissimo al riparo nel mio bagno rosso pallido") mi feci un bel pianto immotivato e pensai molto.
"Saprai" nasce quindi in quel bagno rosso e racconta, partendo da questo episodio, del mio carattere mutevole e irrequieto, del mio silenzio, della mia difficoltà nel comunicare, della mia inadeguatezza.

D. Qual è la tua formazione musicale?
R. Ho iniziato a studiare canto jazz all'età di 14 anni e da allora non ho mai smesso di prendere lezioni. La mia personalità irrequieta mi ha spinto a provare diverse strade e cambiare diversi insegnanti finché, circa due anni fa, ho incontrato il mio attuale vocal coach, Alex Gaydou, che è anche autore e compositore dei miei brani. Con Alex ho iniziato a identificarmi in un genere musicale specifico (verso il soul e il blues), a capire quali fossero i miei punti di forza e quali le problematiche da affrontare. Ho iniziato quindi a lavorare sulla mia identità artistica in senso più ampio.

D. Come ti stai preparando al Festival e qual è il rapporto con gli altri concorrenti?
R. Il mio approccio a questa fase pre-festival mi fa perdere il sonno; sono piuttosto ansiosa e non incosciente quanto vorrei. Per me è tutto molto nuovo, vengo dalla lezione di canto settimanale e da una ridotta esperienza live. Per fortuna sono seguita da uno staff che mi fa sentire guidata e meno sola.
Ho incontrato per la prima volta gli altri concorrenti durante la giornata di interviste e foto che abbiamo trascorso insieme a Roma e non ci sono state tantissime occasioni per conoscersi meglio. Siamo giustamente tutti molto concentrati sulla nostra occasione.

D. Qual è il tuo cantante e album che più ti ha influenzato e perché? 
R. Può sembrare molto strano ma difficilmente canto quello che ascolto e viceversa; sono affascinata da artisti molto lontani dalla mia identità artistica. Il mio artista preferito è Antony Hegarty, voce degli Antony and The Johnsons e ho ascoltato fino a consumarlo il secondo album di Lana Del Rey, "Born To Die"; tuttavia, mi limito ad ascoltarli e ad osservarli perché non sono gli artisti che più amo a influenzare la mia identità artistica. 
Fondamentale per me nell'approccio ai brani italiani e nella scoperta di alcune delle principali sfaccettature della mia vocalità è stato l'aiuto di Mina; mentre per quanto riguarda l'approccio alla musica soul e jazz, mi sono ispirata sì alle grandi donne del passato ma anche ad artiste giovani che hanno sapientemente unito il pop a sonorità soul e jazz come ad esempio Joss Stone e Norah Jones.

D. Qual è la tendenza che segui nella moda e nella tecnologia? 
R. Mi piace completare il trucco con un tocco di rosso acceso sulle labbra e mi diverto come una matta con gli smalti per unghie; ne ho una collezione da far invidia a una profumeria. Fondamentali sono anche le sneakers rosse, che indossai durante le audizioni finali della corsa verso Sanremo, sono il mio portafortuna.
Per quanto riguarda la tecnologia, non posso rinunciare al mio iPod che mi accompagna durante tutte le attività della giornata e, ovviamente, al cellulare. Controllo spesso la pagina ufficiale e il profilo privato su Facebook mentre per quanto riguarda Twitter devo farmi aiutare; dopo mesi dall'apertura del profilo chiedo ancora a mio fratello come funziona l'inserimento degli hashtag prima di inviare il tweet.

D. Qual è il tuo prossimo progetto? 
R. Per ora gran parte delle mie energie  e della mia concentrazione è indirizzata a quei tre minuti sul palco dell' Ariston, che saranno fondamentali; dopodiché spero di avere occasione di presentare il mio album d'esordio:"L'altra metà", che uscirà sotto Sanremo e di farvi conoscere "l'altra metà" di Bianca, la mia essenza, che senza la musica non sono proprio in grado di svelare.

 
© Riproduzione riservata
Home
 
Personaggi correlati
Lana Del Rey,



 
Galleria fotografica
Altri articoli Home

Lana Del Rey: la cantante 'edera velenosa' pubblica il nuovo album Ultraviolence

Lana Del Rey torna con il nuovo album “Ultraviolence”, dopo il successo ottenuto con “Born to die” che ha venduto 3 400 000 copie nel mondo. Album Ultraviolence. Qui l’ambientazione è più maliconica, tanto che Lana Del Rey cita "Sono un casino / io sia pazzo", oppure "Sono una ragazza triste / bad girl"....

 

Lana Del Rey: nuovo album Ultraviolence dal 17 giugno 2014

Lana Del Rey sugli scudi con il suo nuovo album "Ultraviolence", in uscita nei negozi e store digitali dal 17 giugno 2014 al prezzo di 15,66 Euro, 18,80 nell'edizione in vinile. La ventottenne newyorchese verace è alla sua terza prova, due anni dopo "Born To Die" che ha ottenuto un buon successo. Il disco è stato preceduto da due sing...

 

Lana Del Rey: oltre 500 mila click per il video del nuovo singolo, West Coast

Lana Del Rey, il video del nuovo singolo West Coast è stato pubblicato sul canale VEVO della cantautrice statunitense e ha già superato le 500 mila visualizzazioni. Il brano è il primo estratto da Ultraviolence, il nuovo album in uscita nel 2014.  West Coast è stato scritto da Lana Del Rey insieme a Rick Nowels, ed...

 

Lana Del Rey: aspettando il nuovo album 'Ultraviolence', continua il successo del remix di 'Summertime Sadness'

Tra gli album più attesi del 2014 c’è senza dubbio quello di Lana Del Rey. Si intitolerà ‘Ultraviolence’, titolo svelato dalla stessa cantautrice statunitense nel corso della presentazione del mini-film ‘Tropico ‘all’Hollywood’s Cinerama Dome di Los Angeles. Il 2013 è stato un an...

 

Lana Del Rey, Born To Die un concerto al Palalottomatica ed un libro di spartiti

Lana Del Rey è per la prima volta nella nostra penisola, intenta a promuovere l'EP “Born to Die - The Paradise Edition” con una tournée chiamata “Paradise Tour”. Ieri sera  si è esibita al Palalottomatica di Roma offrendo la sua musica alternative rock, peculiare per il suono cinematografico e per i...

 

Lana Del Rey, Paradise Tour e singolo Young and Beautiful da applausi

Lana Del Rey canta in Italia. E lo fa grazie al suo “Paradise Tour”, una tournée atta a promuovere il suo terzo EP  “Born to Die - The Paradise Edition”.  I concerti, partiti lo scorso  3 aprile da Amnéville, Francia, prevedono una scaletta composta da diciassette brani, cui da qualche giorno si ...

 

Gli MTV Video Music Awards con le nomination sanciscono il primato del pop sul rock

Il videclip nacque negli anni ’50, come prodotto audiovisivo autonomo. L’obbiettivo era fronteggiare la continua richiesta di apparizioni degli artisti: i primi a beneficiarne furono i The Beatles, cui seguì Bob Dylan con Subterranean Homesick Blues. In Italia il prototipo – nato dal musicarello – è 008 Operazi...

 
Da non perdere






Ultime news
Recensioni