X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Philip Seymour Hoffman: prematura morte per overdose a soli 46 anni per l'attore di Truman Capote

03/02/2014 16:47
Philip Seymour Hoffman prematura morte per overdose soli 46 anni per l'attore di Truman Capote

Philip Seymour Hoffman, attore e regista statunitense noto per aver vinto l'Oscar per il Miglior attore protagonista nel film biografico "Truman Capote - A sangue freddo", è stato trovato morto nel suo appartamento newyorchese di Manhattan, probabilmente a causa di una overdose di eroina. Lascia 3 figli piccoli

Philip Seymour Hoffman è stato un attore e regista statunitense, noto per aver vinto l'Oscar per il Miglior attore protagonista nel film biografico "Truman Capote - A sangue freddo", oltre ad aver ricevuto tre candidature all'Oscar per il miglior attore non protagonista e tre nomination al Tony Award per il suo lavoro in teatro.

Morte. La notizia della sua scomparsa ha iniziato a circolare ieri, 2 febbraio, alle prime ore del pomeriggio. Hoffman è stato trovato morto nel suo appartamento newyorchese di Manhattan, probabilmente a causa di una overdose di eroina. Secondo alcuni fonti l'attore sarebbe stato ritrovato con la siringa ed il laccio emostatico ancora nel braccio, circostanza che fugherebbe ogni dubbio sulle cause della dipartita.

Magnolia. Estremamente schivo e riservato al punto da odiare le cerimonie pubbliche, Hoffman verrà ricordato per i suoi ruoli più significativi, cui ha saputo dare profondità come pochi altri: a cominciare dall’infermiere in "Magnolia", per passare al santone di "The Master" e all’insicurezza del professore represso nel "La venticinquesima ora".

Truman Capote. Hoffman lascia tre figli piccoli, un maschio e due femmine, oltre a una grande tristezza per la perdita di un attore di prim'ordine, come ha dimostrato soprattutto in "Truman Capote - A sangue freddo", per il quale si è aggiudicato l'Oscar per il miglior attore protagonista.

Dubbio. Hoffman si interrogava, riguardo al proprio lavoro, sul perchè la gente faccia determinate cose, quale tipo di vita conduca e cosa la porti a prendere determinate decisioni, "proprio come era solito fare Truman Capote". Ora i suoi fan rimarranno con lo stesso interrogativo, mentre il loro beniamino se n'andato per una debolezza di gioventù che si è ripresentata nella mezz'età.

 
© Riproduzione riservata
Home
 

Altri articoli Home

Kolma, il nuovo film con Daisy Ridley prodotto da J.J. Abrams

Dopo averne lanciato la carriera, J.J. Abrams si sta impegnando molto per ampliare la filmografia di Daisy Ridley. Le strade dei due si sono incrociate per la prima volta grazie al settimo capitolo della saga di Star Wars, “Il risveglio della forza”, e il destino li sta portando spesso a rincontrarsi. È di questi mesi, infatti, l...

 

Marilyn Monroe, vendute all'asta le foto dell'attrice incinta sul set de 'Gli spostati'

Alcune foto di Marilyn Monroe incinta sono state vendute all’asta per 2240 dollari. Si tratta di immagini rare in cui l’attrice si fa fotografare l’8 luglio 1960 fuori dai Fox Studios, in una pausa dalla lavorazione del film “Gli spostati”. Le foto erano conservate dalla più cara amico della star, Frieda Hull ...

 

Walking Out, il film con Matt Bomer e Bill Pullman: intervista al regista Andrew Smith

Walking Out è il film di Alex & Andrew Smith che ha partecipato in concorso al Sundance Film Festival. Nel cast ci sono Matt Bomer, Bill Pullman, Alex Neustaedter e il giovane Josh Wiggins. Il primo aiuto regista è l'italiano Edoardo Ferretti.  La storia racconta del quattordicenne David (Wiggins) che viaggia con riluttanza ...

 

1 Night, il film su una notte in hotel

1 Night è il film drammatico e romantico di Minhal Baig, nelle sale statunitensi e che sta ottenendo già delle bune critiche. La trama segue Elizabeth, trentenne che deve decidere se salvare il suo rapporto deludente con Drew. Nel frattempo Bea, un’adolescente con molte preoccupazioni si riavvicina all’introverso amico An...

 

Recensione del film Manchester by the Sea

Manchester by the Sea è il film di Kenneth Lonergan con Casey Affleck, Michelle Williams, Kyle Chandler e Lucas Hedges. Già dall’inizio il film patisce una lentezza nell’indugiare in dettagli, come la scena iniziale in cui Lee Chandler (Affleck) è in un bar, seduto dietro i bancone, mentre scruta due avventori che ...

 

Steven Spielberg, girerà in Umbria ed Emilia Romagna il nuovo film tratto da una storia vera

Steven Spielberg girerà in Umbria, Lazio ed Emilia Romagna il prossimo film “The Kidnapping of Edgardo Mortara”. Le riprese inizieranno ad aprile 2017. La pellicola racconta del rapimento di Edgardo Mortara, giovane ragazzo ebreo che a Bologna nel 1858 è battezzato in segreto: quando si scopre l’accaduto, è s...

 

Maze Runner – La rivelazione, le riprese del terzo capitolo con un anno di ritardo

Dopo quasi un anno di silenzio, le riprese di “Maze Runner – La rivelazione”, terzo capitolo della saga tratta dai libri di James Dashner, starebbero finalmente per iniziare. A dimostrarlo sono alcune foto che il regista Wes Ball ha postato in questi ultimi giorni sul suo account Twitter, documentando la sua esplorazione del nuovo...

 

Recensione del film Moonlight

Moonlight è un film di Barry Jenkins, con Trevante Rhodes, Janelle Monáe, Naomie Harris e André Holland. La produzione di Dede Gardner e Jeremy Kleiner per la Plan B Entertainment di proprietà di Brad Pitt non sbaglia argomenti: già si era confrontata con “12 anni schiavo” (2013) , “Selma”...

 

Recensione del film Resident Evil: The Final Chapter

Paul Thomas Anderson sa oltrepassare i limiti dell’azione collegandoli con ghermiti elementi personali. Nei primi tre minuti del film da lui diretto “Resident Evil: The Final Chapter" vediamo una bambina, Alice essere affetta da invecchiamento precoce; un bambino che sembra moribondo e che all’improvviso azzanna l’uomo che c...

 

Film più visti della settimana in USA: svettano 'The LEGO Batman Movie' e '50 sfumature di nero'

Il box office dei film più visti negli Stati Uniti dal 10 al 12 febbraio 2017 vede al primo posto “The LEGO Batman Movie” (55.635.000 dollari): il film d’animazione vede Batman collaborare con i colleghi per fronteggiare l’attacco Gotham City (leggi l'intervista al doppiatore Alessandro Sperduti). Al secondo posto c&...

 
Da non perdere






Ultime news
Recensioni