X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Recensione L'Atelier dei miracoli di Valérie Tong Cuong: la benedizione di una seconda chance

30/01/2014 14:00
Recensione L'Atelier dei miracoli di Valérie Tong Cuong la benedizione di una seconda chance

L'Atelier dei miracoli (Salani) di Valérie Tong Cuong: una figlia ripudiata, un senzatetto e una quarentenne in crisi sono i protagonisti intrappolati in un'esistenza che non li appartiene. L'Atelier offre loro la benedizione di una seconda chance, ma occorre conquistarsela facendo i conti con la propria coscienza.

L'Atelier dei miracoli (Salani) di Valérie Tong Cuong - Jean Hart è il carismatico capo dell'Atelier, un'associazione che si occupa di recuperare i casi umani più disperati. Grazie al suo programma all'avanguardia, sovvenzionato da privati, l'Atelier rimette in sesto le esistenze reiette. Trasforma tragedie in commedie brillanti lungo uno speciale percorso di formazione e una parola d'ordine: rivincita sulla vita. Tuttavia, è tutto oro quello che luccica?

Un inferno di fuoco - Millie vorrebbe solo dormire fino alla fine del weekend. Dal venerdì sera fino al lunedì mattina fluttuando in uno stato di incoscienza. Ma sente il fumo nei polmoni, l'appartamento sta andando a fuoco. Forse è stato Karnarek del piano di sotto. Da qualche tempo l'anziano non ci sta più con la testa, deve avere dimenticato il borsch sui fornelli. Perchè quel fuoco? Millie ripensa all'incendio di tanti anni fa, a quando tutto è cominciato. Pensa anche a quel suo ultimo giorno di lavoro in azienda. Un lavoro temporaneo da segretaria tuttofare, tanto ligia quanto invisibile, procuratele dall'agenzia. Forse quel fuoco non è un caso, sarebbe meglio chiuderla e basta. Nessuno la cercherebbe. I mesi accumulati si somigliano tutti. Senza alcuna promessa, né grosse preoccupazioni. Nell'inferno di fumo, c'è un'unica via di uscita: Millie si lancia dalla finestra. Un volo che disegna la forma di una forcina per capelli.
All'ospedale, l'illuminazione: una nuova vita, ricominciare da dove tutto è finito. Millie finge di avere perso la memoria, guadagnandosi il soccorso dell'Atelier. D'ora in poi, sarà Zelda Marin.

Carnevale in giallo: lo raccontano gli autori di casa Sellerio

La vita sul marciapiede - Il signor Mike abita in un gradino riparato dal portone di un palazzo. Una sistemazione contesa con il “folletto”, un poco di buono della peggior specie, che organizza una spedizione punitiva di gruppo armata di spranghe. Quella mattina il signor Mike, un bel tipo di un metro e novanta con le spalle di Rocky Balboa, ha bevuto troppe birre e ha la peggio.
All'ospedale con la milza spappolata, le cose sono piacevoli: un letto, le lenzuola pulite, le premure delle infermiere.
La vita sul marciapiede è breve. S'invecchia come i cani, gli otto mesi trascorsi equivalgono a cinque anni di guerra. Certo il signor Mike, ex militare, ha vissuto di peggio sulla propria pelle.
Lo stupore è grande quando riceve la visita del signor Hart con l'offerta di un lavoro presso l'Atelier come capo della sicurezza: la vita ricomincia a pulsare nelle vene.

Recensione Alice Munro, Chi ti credi di essere

La terza B - Mariette maledice i suoi giorni. Il suo matrimonio fallito, il suo senso di nullità e la terza B. Il brutto voto dato a uno studente, Zébranski il capobranco, ha scatenato la subdola vendetta di tutta la classe. Ci sono i caporioni e i seguaci, insieme si spalleggiano per l'obiettivo comune: far fuori l'insegnante. Le domande si fanno assillanti, le provocazioni continue. Ma la terza B non lascia prove dei misfatti. La parola di Mariette contro quella dei suoi studenti. E a loro viene sempre accordato il beneficio del dubbio. Persino la sua psichiatra solleva qualche dubbio: non è che stai esagerando in preda allo stress? Ha mai pensato di iscriversi a un corso di yoga?.
Finchè una mattina, all'ennesima provocazione, Mariette molla un ceffone a Zébranski facendolo ruzzolare giù per la scalinata di fronte a tutta la scuola. La diagnosi è sotto gli occhi di tutti: esaurimento nervoso, burnout. Il marito si precipita a scuola fuori di sè: è un politico importante in corsa per le elezioni. Che le è saltato in testa a sua moglie, rovinargli la reputazione?
Mariette viene ricoverata in un centro di salute mentale. È contrariata, poi sollevata: finalmente un po' di tempo da dedicare soltanto a se stessa. Dieci giorni in clinica le sono insufficienti, non si sente pronta ad affrontare il disprezzo del marito, l'indifferenza dei figli, l'angoscia quotidiana. Anche per lei, inaspettatamente, le viene offerto un posto all'Atelier.

Ernest Hemingway, Addio alle armi: dal libro al cinema, l'esperienza del volontario sul fronte italiano

Le persone sole muoiono prima - Millie, il signor Mike e Mariette sono i prescelti di una miracolosa opportunità: la garanzia di rinascita. Una volta entrati a far parte dell'Atelier, infatti, non c'è più motivo di preccuparsi per il futuro. L'avvenire è assicurato. Jean Hart non abbandona mai nessuno. Tuttavia, ogni cosa ha il suo prezzo. Figuriamoci, i miracoli.
L'Atelier dei miracoli di Valérie Tong Cuong solleva il polverone annidato sotto le relazioni sociali quotidiane: le fughe in avanti debilitano l'autostima, i silenzi murano cuori.
Anche impegnandoci, la sorte può rivelare insospettabili inganni. L'importante è continuare a viversela con un contratto di mutuo soccorso. Lo rivela Jean a Zelda: «Del resto, abbiamo tutti bisogno di un cerchio anche ristretto, è umano. Lo sa che le persone sole muoiono prima? Muoiono perchè non hanno scambi con nessuno. Muoiono a furia di non dire niente. Non chiedono nulla e non ottengono nulla, e quindi muoiono, non c'è niente da fare».

 
© Riproduzione riservata
Scritto da
Carla Paulazzo
Home
 



 
Galleria fotografica
Altri articoli Home

Marvel Comics, da Star Wars la nuova serie su Doctor Aphra

Doctor Aphra è un personaggio apparso nella seria Darth Vader e come accada in molti casi una protagonista secondario e di supporto diventa così amato dai fan da richiedere uno spin-off che in questo caso viene realizzato da Kieron Gillen e Kev Walker. Star Wars ha una longevità destinata a non fermarsi e passare dal cinema ai...

 

Kiss, The demon 1: Dynamite comics lancia il prequel della nuova seria

Dynamite Comics ed il Rock disegnato. Questo è il connubio che porta ad un nuovo fumetto che ha sullo sfondo e come ispiratrice la rock band fondata nel 1973 a New York. Kiss, The demon è il prequel della prima serie che ha visto i protagonisti impegnati in una storia sci-fi che li proiettava nella città di Blackwell. In quest...

 

Final Fantasy XV, recensione videogame per PS4 e Xbox One: la rinascita della serie

Final Fantasy XV è un videogioco action RPG sviluppato da Square Enix e distribuito da Koch Media. La serie rappresenta da anni un marchio conosciuto e apprezzato in ogni parte del mondo, per fan di vecchia data e nuovi utenti, che si avvicinano per la prima volta al titolo giapponese o ai film ispirati all’universo di Final Fanta...

 

Fairy Tail Zero: le origini della gilda

Fairy Tail Zero le origini della gilda narra le vicende che hanno portato alla formazione della gilda così come emerge nella storia raccontata nella nota saga di Fairy Tail. Una storia di amicizia ma anche di malia con protagonista Mavis che ritorna in questo prequel nel quale viene descritta la formazione della sua personalità. Riusc...

 

DC Comics nuova serie a fumetti: Injustice: Gods Among Us - Ground Zero

DC Comics ha annunciato il lancio di una nuova serie di fumetti che ha come personaggio protagonista Harley Quinn, salito all’attenzione del pubblico con il recente film Suicide Squad uscito nelle sale lo scorso agosto ed interpretato da Margot Robbie. Injustice: Gods Among Us - Ground Zero 1 è il titolo del primo episodio della nuova...

 

Recensione La quarta variazione, il primo fumetto di AlbHey Longo per Bao Publishing

“La quarta variazione” è il primo fumetto di AlbHey Longo pubblicato dalla casa editrice Bao Publishing. Questo nuovo fumetto è uscito nei primi giorni di novembre e come tanti altri albi era stato presentato in anteprima a Lucca Comics and Games. È stato pubblicato dalla Bao nella collana “Le città vis...

 

Catwoman: Election Night n.1 una nuova serie pubblicata dalla DC Comics nella città di Gotham

“Catwoman: Election Night” n.1 è una delle novità per questo mese di novembre della DC Comics. il personaggio di Catwoman negli ultimi tempi è stato lasciato un po’ da parte e con questo nuovo numero uno hanno voluto rilanciare il personaggio. Nell’albo troviamo, oltre alla prima storia di questa nuova s...

 

Amnesia Collection, recensione videogame per PS4: la paura del buio

Amnesia Collection è un videogioco horror in prima persona, sviluppato da Frictional Games e distribuito da Sony su PS4. L’arrivo per la console giapponese avviene dopo sei anni dall’uscita su PC del titolo originale, apripista del filone horror in soggettiva, che ha segnato negli ultimi anni il mercato videoludico con decine e d...

 

Assassin's Creed The Ezio Collection, recensione videogame per PS4 e Xbox One

Assassin’s Creed The Ezio Collection è un videogioco sviluppato e pubblicato da Ubisoft, un'edizione che racchiude al suo interno le avventure rinascimentali e italiane di Ezio Auditore, indimenticato personaggio di una serie capace di vendere oltre cento milioni di copie in tutto il mondo. Le esperienze vissute con il protagonista pi&...

 

Recensione Ricomincia da qui, graphic novel scritta da Ste Tirasso pubblicata dalla Bao Publishing

“Ricomincia da qui” è la prima graphic novel pubblicata dall’autore Ste Tirasso. Questo albo è stato edito dalla casa editrice Bao Publishing il 20 ottobre scorso. Questo fumetto si inserisce nella collana della casa editrice “Le città viste dall’alto”. Anche “Ricomincia da qui” c...

 
Da non perdere






Ultime news
Recensioni