X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Recensione Chi ti credi di essere di Alice Munro: il romanzo di formazione secondo l'autrice Premio Nobel

23/01/2014 14:03
Recensione Chi ti credi di essere di Alice Munro il romanzo di formazione secondo l'autrice Premio N

Alice Munro, Premio Nobel per la letteratura nel 2013, pubblica "Chi ti credi di essere" nel 1978: premiato con il Governor General's Literary Award, viene selezionato nella rosa dei finalisti del Booker Prize nel 1980. In Italia, il libro è edito da E/O nel 1995 e da Einaudi nel 2012.

Chi ti credi di essere di Alice Munro - Rose cresce a West Hanratty, nella zona povera del paese. La casa è un retrobottega di un negozio di alimentari, gestito dalla matrigna Flo. Della madre biologica, Rose non sa nulla, tranne il racconto di una donna che un pomeriggio sente di avere “un uovo sodo nel petto, con il guscio e tutto”. Prima di sera, si accascia. Ha un grumo di sangue nel polmone. Rose è nella sua culla.
“Ci fu una lunga tregua tra Flo e Rose, al principio. Il carattere di Flo cresceva ispido come un ananas, ma in modo lento, segreto, foderato da strati di orgoglio e scetticismo che rendevano l'effetto sorprendente ai suoi stessi occhi”. Spesso Flo promette alla figliastra botte da re: quella bambina è sfacciata, maleducata e suberba - “Oh, quante arie ti dai, dice Flo, e un attimo dopo, ma chi ti credi di essere?”. Allora chiama il padre per impartirle la lezione che si merita.
Rose cresce con la frustrante consapevolezza di non essere all'altezza delle aspettative: “Per suo padre Flo incarnava l'ideale di donna. Rose lo sapeva anche perchè lui non mancava di ripeterlo. La donna doveva essere energica, efficiente, in gamba a fare e risparmiare; doveva essere furba, abile nel contrattare, imperiosa e capace di smacherare le altrui falsità. Al tempo stesso, doveva mostrarsi intellettualmente ingenua, puerile, nemica di carte geografiche, paroloni difficili e di tutto quello che c'è nei libri, piena di belle idee confuse, superstizioni, credenze popolari”. Invece, Rose fantastica a occhi aperti, è frivola e smaniosa di apparire. Maldestra e precipitosa. Pigra e svagata.

Recensione La costola di Adamo di Antonio Manzini

Mezzo pompelmo - Da adulta, Rose conosce un sacco di gente desiderosa di vantare una romantica povertà di nascita. Lei può farlo e, con aria di superiorità, racconta il campionario di scandali e squallori suscitando reazioni contrastanti.
Al liceo, durante le lezioni di Educazione alla salute, le differenze sociali nascondono trappole canaglie. È sufficiente una risposta alla domanda della professoressa riguardo alla colazione. Rose fa la spavalda e racconta di consumare mezzo pompelmo al mattino, lasciando tutti di stucco. Lo dice pensando alla matrigna: Flo avrebbe giudicato mangiare pompelmi sconveniente quanto bere champagne.
A casa porta una montagna di libri cercando di provocare l'ammirazione segreta del padre e l'ostilità di Flo.
Quando il padre perde la salute, conosce la meschinità della malattia - gli indumenti intimi da lavare lontano da occhi indiscreti. Sente che non c'è riparo per alcuna cosa nella vita. Dovesse dimenticarselo, c'è Flo a garantirglielo.

Una prospettiva di felicità ingannevole - Rose è un talento di scrittura. Si aggiudica premi letterari e borse di studio. All'università conosce Patrick, il rampollo di una famiglia miliardaria che s'innamora perdutamente di lei. Lui è un dottorando in Storia, destinato alla carriera accademica, lei una brillante borsista. Un incontro sbagliato, Rose lo capisce fin dall'inizio.
Tuttavia si fidanzano e fanno visita alle rispettive famiglie. Prevedibilmente è un doppio disastro annunciato. A casa di Patrick, Rose è sopraffatta dal malessere: “Non aveva idea che tanta malignità potesse concentrarsi in un posto solo. Billy Pope era scontroso e bigotto, Flo lunatica, ingiusta e pettegola, suo padre, quando era ancora vivo, capace di giudizi spietati e di una disapprovazione inesorabile; ma in confronto alla famiglia di Patrick, i parenti di Rose erano bonari e cordiali”
Da Flo, è anche peggio. Patrick sentenzia incredulo quanto lei avesse ragione: “E' una topaia. Devi essere contenta di andartene”. Un'insolenza che Rose non dimenticherà.
Si sposano e avranno una figlia. Dieci anni di litigi seguiti da tregue nel segno di una prospettiva di felicità possibile. Dopo il divorzio, Rose lavorerà in radio e alla tv affrontando un'esistenza itinerante complicata. Incontrerà altri uomini. Ripudierà l'amore.

Fiaba d'amore di Antonio Moresco, l'incanto come forma di verità

Dieci racconti di un'onestà disarmante - "Chi ti credi di essere" è stato definito un romanzo di formazione atipico. Alice Munro ha il dono di raccontare un momento confidenziale per lasciarlo, infine, appartenere al resto di tutte le cose della vita, senza rammaricarne la perdita: quell'attimo di consapevolezza c'è davvero mai stato?
Quando Rose a Hanratty, Flo non è più in grado di badare a se stessa. Forse potrebbe prendersene cura lei. Il fratellastro Bryan propone di sistemarla in una casa di riposo. È la soluzione più saggia. 
Lungo i ricordi, Rose ha fatto pace con se stessa. I rimproveri di Flo sono sempre stati assurdi, ma sentiti: “erano tutto ciò che aveva da offire una vita dura”. Ora c'è tempo per la complicità, le risate e, infine, un'ultima rivelazione.

 
© Riproduzione riservata
Scritto da
Carla Paulazzo
Home
 

 
Galleria fotografica
Altri articoli Home

Valter Buio, lo psicanalista dei fantasmi in una nuova edizione da riscoprire

Star Comics annuncia la nuova edizione del primo volume della serie di “Valter Buio”. Cover in cartonato, il fumetto sarà disponibile solo nelle fumetterie, dal primo marzo.Originariamente uscito tra il 2010 e il 2011, l'opera di Alessandro Bilotta ha raccolto i consensi di critica e lettori aggiudicandosi il Romics d'Oro grazie ...

 

Batman Arkam VR, recensione speciale PS VR: il Cavaliere Oscuro in prima persona

Batman Arkham VR è il videogioco sviluppato da Rocksteady Studios, pensato per esser giocato esclusivamente con PlayStation VR, il visore di realtà virtuale di Sony per PS4. La serie, che ha rappresentato un grande successo in ambito videoludico, si prende una licenza con questa sorta di spin-off investigativo, che esula quindi dal cl...

 

Flight of the Raven, comics vincitore del Best Artist Award di Angoulême 2017

Flight of the Raven, Il Volo del corvo è una graphic novel d’avventura e di azione scritta daJean-Pierre Gibrat che ha conquistato il premio come migliore artista alla scorsa edizione del festival di Angoulême. La trama di Flight of the Raven è ambientata a Parigi e ripercorre il periodo dell’occupazione tedesca, du...

 

Ghost in the Shell, il remake hollywoodiano del manga con Scarlett Johansson

“Ghost in the Shell” è il manga cult, realizzato da Masamune Shirow alla fine degli Ottanta, diventato, infine, un franchise comprendente anche videogiochi e romanzi.Ambientato nel XXI secolo, il manga seinen (rivolto a un pubblico adulto) immagina un futuro pieno di incognite, in cui la differenza tra uomo e macchina è in...

 

Wonder Woman: l'intramontabile supereroina tra uscite DC Comics e l'atteso cinecomic

Wonder Woman rimane la supereroina più amata di DC Comics, icona di emancipazione femminile capace di attraversare indenne i decenni dal debutto in “All Star Comics #8” in 1941. Paladina indiscussa della giustizia, ha spento le settancinque candeline l'anno scorso accompagnata da molteplici iniziative per renderle omaggio. Molti...

 

Recensione L'Homme qui tua Lucky Luke una magnifica graphic novel di Mattihieu Bonhomme

“L’Homme qui tua Lucky Luke” è una graphic novel creata dal grande scrittore e disegnatore Mattihieu Bonhomme. Con questa sua opera, uscita in Francia il primo aprile scorso, lo scrittore ha voluto omaggiare lo storico creatore di Lucky Luke, Morris. Inoltre Mattihieu Bonhomme con questa graphic novel ha vinto il premio Sai...

 

Recensione Civil War II una nuova guerra si trova alle porte nell'universo Marvel Comics

Civil War II è iniziato il nuovo grande evento della Marvel Comics, per ora in Italia sono stati pubblicati dalla Panini Comics solo i primi tre numeri di questo grandissimo evento ma le premesse sono veramente fantastiche. Questa nuova Civil War vede contrapposti due grandi personaggi, da una parte come sempre c’è Iron Man e da...

 

For Honor, recensione videogame per PS4 e Xbox One: Cavalieri, Vichinghi e Samurai

For Honor è il videogioco action sviluppato e pubblicato da Ubisoft, un progetto innovativo che unisce epoche e stili di combattimento differenti. La software house francese è, sicuramente, la più attiva e importante casa di sviluppo a presentare annualmente nuove proprietà intellettuali all’interno del panorama vi...

 

Dylan Dog quadrimestrale, un maxi formato comics con tre storie inedita

Bonelli Editore ha comunicato proprio in questi giorni che il prossimo anno Tex Willer compirà settant’anni. Traguardo storico che l’editore italiano si appresta a vivere con la dovuta attenzione. Premura che viene rivolta ai numerosi fan del longevo personaggio Bonelliano. L’Editore ha infatti comunicato che i festeggiamen...

 

Valiant, Secret Weapons: Livewire a capo di un team di reietti, il fumetto che vi sorprenderà

Valiant annuncia l'uscita di “Secret Weapons”, il cui primo numero debutterà in fumetteria il 28 giugno. A rendere la miniserie particolarmente ghiotta è il team creativo riunito dalla casa editrice formato da Eric Heisserer, sceneggiatore nominato all'Oscar per lo script non originale di “Arrival” (2016), Raul...

 
Da non perdere






Ultime news
Recensioni