X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

I Kiss, dopo l'album Monster in abito nero sfilano a Milano Moda Uomo per John Varvatos

12/01/2014 17:46
I Kiss dopo l'album Monster in abito nero sfilano Milano Moda Uomo per John Varvatos

I Kiss: la band statunitense che si formò nel 1973 ha sempre espresso uno stile di rock duro e irriverente, dopo 41 anni sfilano a Milano Moda Uomo per John Varvatos, creando un connubio tra abiti di alta moda e capacità di esibirsi in maniera consona alla loro esperienza decennale. L'ultimo album di successo è "Monster", mentre la band nel 2014 sarà inserita nella Rock and Roll Hall of Fame, dopo averne acquisito il diritto nel 1999

Milano Moda Uomo 2014 vede una presenza inusuale, ossia quella della band rock dei Kiss. Il gruppo sarà infatti testimonial della prossima campagna dello stilista greco John Varvatos. “Ogni ragazzo ad un certo punto della crescita vuole essere un supereroe - a detto Varvatos - abbiamo pensato che i Kiss avessero accettato sarebbe stato formidabile”. 

Album dei Kiss. L’ultimo album dei Kiss è “Monster”, pubblicato nel 2012 e che ha ricevuto recensioni positive dalla critica. È giunto alla terza posizione  della classifica Billboard 200, vendendo negli Stati Uniti in totale 180.000.
Del 2009 è “Sonic Boom”, che portò in maniera inattesa la band ai primi posti della classifica americana. Esso fu registrato con la nuova formazione, composta da Paul Stanley, Gene Simmons, Tommy Thayer, Eric Singer e prodotto dallo stesso Paul.

Il successo di “Destroyer: resurrected”. Sempre nel 2012 hanno ripubblicato l’album di successo “Destroyer”, distribuito nel 1976. La versione è stata remixata dalle bobine originali e direttamente dal produttore originario, Bob Ezrin. Ezrin nel 1976 caratterizzò il disco in maniera composita, introducendo strumenti non propriamente rock, con sezioni di archi, fiati e passaggi di pianoforti. In “Destroyer: resurrected” si ha anche una presenza inedita, ossia nella canzone “Sweet pain” è presente un assolo di chitarra che all’epoca fu tagliato. 
Sempre nel 2012 la band si esibì insieme ai Motley Crüe. L’evento fu intitolato “The Tour”, e i gruppi comparirono come co-headlining suonando per 90 minuti a testa. 

 
© Riproduzione riservata
Scritto da
Elio Grimani
Home
 
Personaggi correlati
Kiss,



 
Galleria fotografica
Da non perdere






Ultime news
Recensioni