X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Downton Abbey, 800mila su Rete 4 per la serie anglo-americana che in Italia non sfonda

09/01/2014 09:22
Downton Abbey 800mila su Rete 4 per la serie anglo-americana che in Italia non sfonda

Downton Abbey, la classica serie televisiva ango-americana che all'estero ha spopolato, da noi non si è rivelato un grande successo. Partita con una media spettatori di poco più di un milione, è presto scesa sugli ottocentomila. Ora siamo giunti alla fine della terza stagione, e ci sono varie perplessità

Downton Abbey saluta tutti e se ne va. Almeno nel nostro paese, siamo giunti al capolinea della serie anglo-americana che all'estero sta spopolando. Partita su Rete 4 con una media di oltre un milione di spettatori, si è poi affievolita fino ad ottocentomila circa. Di qui la perplessità degli alti vertici con la fine della terza serie, giunta ormai alla quinta e ultima puntata. Tutto questo mentre negli Stati Uniti la media viaggia sui 10 milioni di spettatori, nel Regno Unito addirittura 11.

Flop. Ma perché da noi non funziona questo prodotto pregevole? C'è chi dice che è una questione di educazione, che in Italia il pubblico delle fiction predilige solo cinepanettoni e serie tv come i Cesaroni, che non c'è stata alle spalle una adeguata campagna promozionale, che questa sia una serie che parla alla testa e non alla pancia o al cuore degli spettatori.  Le motivazioni reali probabilmente sono tutte queste insieme, ma di certo il pubblico nostrano è diverso da quello anglosassone.

Segui Pure Heroine

Freccero L'ex direttore di Rai4 Carlo Freccero prova a spiegare, dichiarando che  è importante la rete su cui va in onda, e Retequattro non è adatta. "In Gran Bretagna è naturale che siano impazziti. Gli americani, grandi fan di Downton Abbey, hanno un complesso verso gli inglesi e il fatto che negli Stati Uniti vada in onda sulla PBS, la rete pubblica, ha aggiunto forza - ha continuato Freccero - In Italia la fiction in costume è sempre stata vissuta attraverso la chiave del melodramma, Downton Abbey è diversa".

Segui Il Grande Match

 
© Riproduzione riservata
Home
 
Serie TV correlate
Downton Abbey

Altri articoli Home

Power, il teaser della quarta stagione: debutto fissato per il 25 giugno

La quarta stagione della serie televisiva "Power" debutterà il 25 giugno 2017.  Il teaser pubblicato ieri sul canale YouTube di Starz propone alcune anticipazioni sul prosieguo del racconto. La nuova stagione sarà composta da dieci nuovi episodi della durata di un'ora. Power, la serie che ha ridefinito ...

 

Verissimo, il racconto di Paola Barale: 'Raz è stato un viaggio meraviglioso'

Paola Barale è tra gli ospiti della nuova puntata di "Verissimo", in onda su Canale 5 sabato 29 aprile 2017.  Nello studio del rotocalco televisivo condotto da Silvia Toffanin, la showgirl ha parlato del suo rapporto con Raz Degan, vincitore della dodicesima edizione de "L'isola dei famosi": "Raz è stato un viaggio meravigl...

 

Tutto può succedere, seconda stagione: intervista a Esther Elisha

La seconda stagione di “Tutto può succedere” torna questa sera su Rai 1 con una nuova puntata e prosegue nel raccontare le vicende che ruotano attorno alla famiglia Ferraro.  In occasione del compleanno di Max i suoi genitori assumono un singolare mago degli insetti per rendere la festa più dinamica. Tuttavia Alessan...

 

Soy Luna, seconda stagione: un video dal backstage racconta il sogno della protagonista

Sul canale YouTube DisneyChannelIT è stato pubblicato un video dal backstage del primo episodio della seconda stagione di "Soy Luna".  "Benvenuti nel sogno di Luna" - dichiara Ruggero Pasquarelli, interprete del personaggio di Matteo. "Al Jam&Roller c'è una festa dove la Roller band sta suonando" - spiega Karol Sevilla, la q...

 

Di padre in figlia, terza puntata: delusione e riscatto

La terza puntata della fiction “Di padre in figlia” va in onda questa sera su Rai 1 dalle 21.25. Franca (Stefania Rocca) è intenzionata a partire con Jorge ma il timore delle ripercussioni su sua figlia Sofia (Demetra Bellina) a seguito del suo incosciente gesto nei confronti del fratello Antonio (Roberto Gudese) sping...

 

Life in pieces, una sitcom per ogni generazione: intervista all'attrice Angelique Cabral

La sitcom statunitense creata da Justin Alder e intitolata “Life in Pieces” ha debuttato in Italia su Fox nel maggio 2016. Leggi la trama Abbiamo intervistato l’attrice Angelique Cabral, interprete del personaggio di Colleen.  D: La serie rappresenta situazioni esilaranti. Come può essere definita la famig...

 

Di padre in figlia, seconda puntata: tra aspettative e realtà

La seconda puntata della fiction “Di padre in figlia” va in onda questa sera su Rai 1 dalle 21.25. La narrazione riprende agli inizi degli anni Settanta. I sedicenni Sofia e Antonio Franza mostrano differenti espressioni della loro condizione adolescenziale. Sul ragazzo ricadono le aspettative di suo padre Giovanni (Alessio Boni), il q...

 

Made in Sud, 'si tende ancor di più allo show di varietà': intervista a Paolo Caiazzo

Il programma televisivo "Made in Sud" torna domani sera su Rai 2 con una nuova puntata.  Abbiamo intervistato Paolo Caiazzo, volto storico della trasmissione. D: Da anni sei nel cast artistico di "Made in Sud", cosa rende la nuova edizione diversa dalle precedenti? R: Effettivamente ho visto nascere il progetto quando era soltanto un l...

 

Serie tv più viste negli USA: 'NCIS: New Orleans' si avvicina al secondo posto

NCIS occupa la prima posizione della classifica settimanale delle serie televisive più viste negli Stati Uniti. Il ventunesimo episodio della quattordicesima stagione, intitolato "One Book, Two Covers" e diretto da Terrence O'Hara, ha registrato 13.32 milioni di spettatori.  Secondo posto per "Bull". Il diciannovesimo episodio, intitol...

 

Chicago P.D., lo sceneggiatore Matt Olmstead lascerà la serie tv dopo la quarta stagione

"Chicago P.D.", spin-off di "Chicago Fire", sta per subire un'importante perdita: stando al sito Deadline, lo sceneggiatore Matt Olmstead abbandonerà la serie al termine della quarta stagione e ancora non è noto chi sarà a rimpiazzarlo. Olmstead, che è anche produttore esecutivo della serie madre, di "Chicago Med" e di "...

 
Da non perdere

Ultime news
Recensioni