X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Babbo Natale esiste e sta per arrivare: ma qual è la sua storia?

17/12/2013 12:00
Babbo Natale esiste sta per arrivare ma qual la sua storia?

Babbo Natale, questo omone panciuto dal volto buono, la folta barba bianca e il vestito rosso, quali antiche origini ha? Tutte le versioni del Babbo Natale moderno derivano dallo stesso personaggio storico: il vescovo, poi divenuto anche santo, San Nicola di Bari

Dalle finestre, porta o camino, lui entra nelle case di notte pian pianino per non farsi sentire. Tranquilli, il suo intento non è quello di portarsi via tv e gioielli! Tutt’altro, lui arriva per lasciare doni a grandi e piccini. Di chi stiamo parlando? Ma di Babbo Natale, personaggio mitico avvolto da un alone di mistero che distribuisce regali ai bambini la sera della vigilia di Natale.

Ma questo omone panciuto dal volto buono, la folta barba bianca e il vestito rosso, quale antiche origini ha? Tutte le versioni del Babbo Natale moderno (Santa Claus in inglese) derivano dallo stesso personaggio storico: il vescovo, poi divenuto anche santo, San Nicola di Bari o Nicola della città di Myra (nell'odierna Turchia), di cui si racconta che ritrovò e riportò in vita cinque fanciulli che erano stati rapiti e uccisi da un oste e che per questo era considerato il protettore dei bimbi. La leggenda di San Nicola è alla base della grande festa nederlandese di Sinterklaas (il compleanno del Santo) che, a sua volta, ha dato origine al mito ed al nome di Santa Claus nelle sue diverse varianti. Il Babbo Natale dell’epoca moderna è un mix di tutte le rappresentazioni pre-moderne del portatore di doni, di ispirazione religiosa o popolare, con un personaggio britannico già esistente. Esso risale almeno al XVII secolo e ne sono rimaste delle illustrazioni d'epoca in cui è rappresentato come un signore barbuto e corpulento, vestito di un mantello verde lungo fino ai piedi e ornato di pelliccia. Questa figura intendeva rappresentare lo spirito della bontà del Natale e la ritroviamo nel Canto di Natale di Charles Dickens sotto il nome di Spirito del Natale presente.

Ma come mai Babbo Natale nel corso degli anni ha cambiato look, svestendo il suo mantello verde per indossare un abito color rosso? Secondo alcuni (tra cui il Sini) il vestito rosso di Babbo Natale sarebbe opera della Coca-Cola, la quale lo utilizzò negli anni '30 per la sua pubblicità vestendolo in bianco e rosso proprio come la scritta della sua famosa bibita. Questa teoria non è però veritiera in quanto storicamente la Coca-Cola non fu la prima ad usare la figura moderna di Babbo Natale nelle sue pubblicità, ma venne preceduta dalla White Rock Beverages per la vendita di acqua minerale nel 1915 e per la vendita di ginger ale nel 1923. Inoltre, ancor prima di queste pubblicità, la figura di Babbo Natale apparve vestita di rosso e bianco in alcune copertine della rivista Puck nei primi anni del ventesimo secolo.

L’anziano signore dal volto rubicondo e sempre sorridente è atteso soprattutto da loro, i bambini. Come può non affascinare i più piccoli la legenda a lui legata, che lo vede il 24 dicembre seduto sulla slitta trainata dalle renne, in viaggio nel cielo dal Grande Nord pronto a rendere felice ogni bambino del mondo con i suoi regali. E dopo il tanto viaggiare saranno sicuramente stanchi e affamati, ed ecco che sopra il tavolo ogni bambino lascia una tazza di latte e biscottini affinché Babbo natale e le sue amate renne possano rifocillarsi. Gli adulti (genitori e insegnanti) incoraggiano i bambini aiutandoli a mettere in scena questo ‘teatrini’ affinché i bambini continuino a credere all’esistenza di Santa Claus. Ma è giusto questo atteggiamento dei più grandi? Il professor Fulvio Scaparro, psicoterapeuta, afferma di sì: “E perché noi crediamo a un’infinità di cose prive di fondamento? Perché ci lasciamo abbindolare da una serie infinita di false credenze e pregiudizi? Perché rimaniamo intrappolati in stereotipi totalmente falsi e che nulla hanno a che vedere con la presunta razionalità di cui tanto ci gloriamo? E Babbo Natale paga pegno per tutti...”. Scapparo continua dichiarando che i bambini hanno bisogno di credere a Babbo Natale “perché la sua è una bella storia, legata alla tradizione. Rassicura, perché fa parte di un rito e quindi, come tutti i riti, dona tranquillità e serenità e, al tempo stesso, costituisce una sorpresa entusiasmante (…). E poi permette al bambino di sognare, di immaginare e fantasticare. E’ magico e noi non potremmo vivere senza fantasia.”

Il professore rassicura che il piccolo non rimane ‘scioccato’ alla scoperta che Babbo Natale non esiste: “Quando smetterà di crederci, significa che è giunto il momento. Sarà contento di averci creduto fino ad allora. Sostituirà, così, questa bella storia con altre credenze fantastiche e terrà in serbo per il futuro, per i suoi bimbi, la fantastica leggenda di Babbo Natale.”

Il 24 Dicembre è vicino è non c’è da per tempo: forniti di carta e penna, mettiamoci comodi e pensiamo a cosa chiedere in dono al generoso Babbo.

 
© Riproduzione riservata
Home
 



Altri articoli Home

Nobel per la Letteratura 2016, vince Bob Dylan emblema di nuova espressione poetica

Il 109esimo premio Nobel per la Letteratura è stato vinto da Bob Dylan. Ad annunciarlo è l’Accademia di Svezia, con la motivazione : “i nuovi modi di espressione poetica”. Nel 2016 Bob Dylan ha pubblicato "Fallen Angels", Il primo lavoro è "Bob Dylan" (1962), cui seguirono 35 album come "Planet Waves" (1974),...

 

Dario Fo, il teatro della ragione umana nell'autore scomparso

Dario Fo, attore e scrittore scomparso all’età di 90 anni aveva da poco pubblicato “Charles Darwin. Ma siamo scimmie da parte di padre o di madre?”. Qui lo scienziato e viaggiatore viene proposto come assetato di conoscenza, con anni trascorsi in mare e terre lontane raccogliendo conchiglie, crostacei, coleotteri per studia...

 

Dan Brown, il nuovo libro dal titolo 'Origin' sarà pubblicato nel 2017

Dan Brown ha confermato che la casa editrice Doubleday  pubblicherà il nuovo libro nel 2017, dal titolo "Origin". Nella foto si mostra lo scrittore in piedi su una terrazza, con sullo sfondo la città di Firenze. Il libro tratterà ancora del professore esperto di simboli Robert Langdon, già raccontato nei quatt...

 

John Grisham, diffusa la trama del nuovo libro 'The Wishter' tra giudici corrotti e mafia

È stata diffusa in questi giorni la trama del nuovo libro di John Grisham, dal titolo "The Wishter" pubblicato il 25 ottobre 2016. Il romanzo ha come protagonista un giudice che per la sua posizione dovrebbe essere onesto e saggio, simboleggiando l'unione di integrità e imparzialità: quando l'uomo riceve una tangente ad occupa...

 

Anna Marchesini, i tre libri della brillante attrice scomparsa

Anna Marchesini, l’attrice scomparsa oggi all’età di 63 anni era anche una scrittrice raffinata, che in tre romanzi ha saputo alternare ironia e satira. Del 2014 è “Moscerine”, una serie di racconti che mostrano imprevisti che s’immettono nella quotidianità, “una carezza involontaria” ...

 

Steve Hackett e il suo apprezzato 'The Total Experience Live in Liverpool'

Steve Hackett ha appena pubblicato ‘The Total Experience Live in Liverpool’, una raccolta di due CD e due DVD dell’esperienza dal vivo a Liverpool. L’uscita del materiale è avvenuta ieri, 24 giugno 2016. Il famoso e apprezzato chitarrista inglese, come era avvenuto per l’uscira di ‘Genesisi Revisited&rsquo...

 

Marracash e Guè Pequeno e il primo nuovo album 'Santeria'

Marracash e Guè Pequeno sono alle prese con la pubblicazione del loro primo album scritto insieme, dal titolo ‘Santeria’, la cui uscita ufficiale è prevista proprio oggi, venerdì 24 giugno. I due artisti sono cresciuti a Milano, per le sue strade, e dopo ben 15 anni di carriera hanno deciso di pubblicare il loro pri...

 

Radiohead e il loro nuovo e struggente album 'A Moon Shaped Pool'

Radiohead hanno appena pubblicato il loro nuovo album dal titolo ‘A Moon Shaped Pool’, che proprio ieri ha visto la distribuzione in cd. Alcuni brani erano già stati lanciati, al cui ascolto si percepisce una profonda riflessione e profondità da parte di una delle band più note e amate. Burn The Witch. Questa belli...

 

Red Hot Chili Peppers e il nuovo malinconico album 'The Getaway'

Red Hot Chili Peppers si sono appena dedicati al loro undecisimo album, il nuovo disco dal titolo ‘The Getaway’, un insieme di canzoni che malinconicamente raccontano la vita adulta. Questo album segna la maturità del gruppo, con toni inaspettati. Dark Necessities. Tra le tante interessanti canzoni proposte nell’album &lsq...

 

Afterhours e il loro lucido e allucinante 'Folfiri o Folfox'

Gli Afterhours si sono appena dedicati alla pubblicazione del nuovo album ‘Folfiri o Folfox’, titolo che rappresenta due cure di chemioterapia che Manuel Agnelli ha purtroppo incontrato a causa della malattia del padre; i loro nomi ricordano una filastrocca, un ballo, qualcosa di leggero, così come l’orchidea riportata in c...

 
Da non perdere






Ultime news
Recensioni