X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Gianrico Carofiglio, Il bordo vertiginoso delle cose: da Thomas Mann a Robert Browning

09/12/2013 14:15
Gianrico Carofiglio Il bordo vertiginoso delle cose da Thomas Mann Robert Browning

Il bordo vertiginoso delle cose (Rizzoli) di Gianrico Carofiglio: un'esistenza imbrigliata in partenza per "quel senso di straniamento che ci prende quando viaggiamo per terre sconosciute e lontane".

Gianrico Carofiglio, Il bordo vertiginoso delle cose - Un articolo di cronaca nera con una rapina e un morto. Un nome e il passato che torna a galla.
Enrico prende il treno per la natìa Bari. È tempo di un viaggio rinviato da anni. Seduto su un treno lindo, si aggrappa a un'idea per un racconto - i profumi legati a certe tappe esistenziali: “Ogni tanto ti capita ancora, di pensare a quelle che potrebbero essere buone idee per dei racconti, o per dei romanzi. Ma passano via quasi subito, senza nemmeno che ti ponga più il problema di annotarle - e infatti non porti più il taccuino, da tanto tempo. Vanno via leggere, queste idee; senza più dolore, senza nemmeno tristezza. Giusto un'ombra di malinconia”.

Enrico è un uomo fallito. Ha scritto un'opera prima che si è rivelata un bestseller e, allo stesso tempo, una maledizione. Di libri propri non è riuscito più a scriverne. Invece, ha ripiegato sul mestiere del ghostwriter. Scrivere per altri, gli riesce benissimo.
“Per almeno un'ora te ne stai lì senza pensare a niente. Senza chiederti che cosa stai facendo, senza pensare a quello che hai letto sul giornale, senza chiederti cosa ci vai a fare a Bari. Poi a un certo punto, d'un tratto, ti rendi conto che una casa a Bari non ce l'hai più e che ti occorre un posto per dormire”. Ci sarebbe un fratello, ma Enrico preferisce non recargli disturbo. Cerca in rete un Bed and Breakfast. Telefona e prenota: “Quante notti allora, signore? Non lo sai quanti notti. Non sai nemmeno perchè ci stai andando, a Bari. Così pensi in fretta e ti ricordi quante camicie e quanti ricambi di biancheria hai messo nella sacca e dici: quattro. Ti fermi quattro notti”.

Enrico è un uomo in balia di una complicata molteplicità del sé. Carofiglio affida la narrazione del protagonista adulto alla seconda persona singolare. Sono rari i casi letterari affidati al tu - Le mille luci di New York di Jay McInerney e Se una notte d'inverno un viaggiatore di Italo Calvino. Tuttavia l'autore sceglie di farsi contaminare dalla sofferenza del suo protagonista: “Com'era quella frase di Fitzgerald? Nella vera notte buia dell'anima sono sempre le tre del mattino”.

Accanto all'adulto, c'è un Enrico ragazzo, connotato al passato. Dall'umiliazione del primo giorno di scuola, in prima elementare, agli anni del liceo ginnasio Orazio Flacco. La rabbia e la fragilità. L'amicizia pericolosa con Salvatore. Poi in una bellissima giornata di un novembre, arriva Celeste Belforte, la supplente di filosofia: “Mi ci volle un secondo per rendermi conto che stavo sorridendo da solo. E credo di essermi innamorato di lei sin da quei primi minuti e anzi in un momento preciso, per un gesto preciso. La professoressa aveva un ciuffo di capelli castani che le scendeva grazioso fin sotto il sopracciglio sinistro. Soffiò l'aria da un angolo della bocca per spostare i capelli dell'occhio, mi spezzò il cuore e poi cominciò a leggere i nostri nomi”.

Thomas Mann, Antonio Gramsci, Cesare Pavese, Joseph Conrad, Hermann Hesse, Charles Dickens sono alcuni degli autori chiamati a formare la geografia di citazioni intessuta nella trama.
Il bordo vertiginoso delle cose è un romanzo mosso dalla passione per la vita e dall'amore per la letteratura.
Lungo la parabola effimera del successo, l'esistenza può cambiare di segno.
Il bordo vertiginoso delle cose è, soprattutto, un viaggio che atterra sul verso della poesia di Robert Browning illuminandone, infine, il senso: “a noi preme soltanto il bordo vertiginoso delle cose”, quello connaturato nella capacità di maneggiare parole e idee in direzione dei cambiamenti.

 
© Riproduzione riservata
Scritto da
Carla Paulazzo
Home
 

 
Galleria fotografica
Altri articoli Home

LawBreakers, recensione videogame per PS4 e PC

LawBreakers è uno sparatutto competitivo ideato da Cliff Bleszinsky, storico creatore della saga di Gears of War. Il nuovo progetto vira verso gli arena shooter degli anni Novanta, dove velocità, bravura e precisione facevano la differenza nei tesi e adrenalinici scontri in multigiocatore di Unreal Tournament e Quake. LawBrekers &egra...

 

IDW Publishing, Zombies vs Robots: dal fumetto al film

“Zombies vs Robots” è la celebre serie fumettistica realizzata da Chris Ryall, sceneggiatore a capo della sezione creativa della casa editrice IDW Publishing, e dall'artista Ashley Wood.Il debutto del fumetto avviene nel 2006, mentre dal 2011 si parla dell'interessamento da parte di Hollywood per farne un adattamento cinematograf...

 

Bao Publishing, Ryuko: il nuovo manga di Eldo Yoshimizu

Bao Publishing pubblica il nuovo manga "Ryuko", opera dell'artista giapponese indipendente Eldo Yoshimizu. Il primo volume, dei due previsti, sarà disponibile dal 31 agosto. La trama invita il lettore a conoscere Ryuko, giovane donna a capo di una potente comunità criminale appartenente alla Yakuza, la famigerata organizzazione mafio...

 

Hellblade: Senua's Sacrifice, recensione videogame per PS4

Hellblade: Senua's Sacrifice è un videogioco sviluppato da un team di sole venti persone, una produzione indipendente di Ninja Theory, autori dell’ultimo capitolo di Devil May Cry, un reboot coraggioso e ben riuscito. Hellblade è un progetto piccolo ma dall’ampio respiro narrativo, un viaggio di una decina di ore che ci co...

 

Valerian e la città dei mille pianeti, Luc Besson porta al cinema la graphic novel sci-fi

“Valerian e la città dei mille pianeti” è il prossimo film diretto da Luc Besson, in uscita nelle sale italiane il 21 settembre prossimo. Il film è ispirato a “Valérian and Laureline”, fumetto francese di successo internazionale a firma di Pierre Christin (sceneggiatura) e Jean-Claude Mézi...

 

Netflix e l'acquisizione di Millarworld: 'un nuovo modo di raccontare storie a livello mondiale'

Netflix Inc. ha annunciato ieri l'acquisizione di Millarword, nota etichetta creata dal fumettista scozzese Mark Millar, il quale ha realizzato personaggi e racconti di grande successo come "Kick-Ass", "Kingsman - Secrete Service" e "Vecchio Logan". Questa nuova collaborazione permetterà ai personaggi dell'universo Millarword di divenire pr...

 

Justice League, dal cinecomic al fumetto targato DC Comics

“Justice League” arriverà nelle sale italiane il 16 novembre. Intanto, dopo il video promozionale presentato al Comic Con San Diego, la Warner Bros. ha recentemente diffuso il nuovo trailer del cinecomic diretto da Zack Snyder. La trama vede Batman (Ben Affleck) chiedere la collaborazione di Wonder Woman (Gal Gadot) per raggrupp...

 

Dark Horse presenta Halo: Rise of Atriox, l'antologia basata su Halo Wars 2

Dark Horse rinnova la collaborazione con 343 Industries. L'occasione è una serie antologica basato sul popolare videogame “Halo”. In particolare, il fumetto si baserà su “Halo Wars 2” (2017), ambientato un ventennio precedente alle vicende che hanno dato il via al videogioco originale. La miniserie comics debu...

 

Star Wars: Rogue One Cassian & K2SO una nuova saga a fumetti per il mondo di George Lucas

“Star Wars: Rogue One – Cassian & K2SO” è una delle nuove pubblicazioni della Marvel Comics dedicate a Star Wars. Questo fumetto uscirà il prossimo 9 agosto in tutte le fumetterie americane. Il team creativo che si è occupato di questo bellissimo lavoro è formato dall’autore Duane Swierczynski...

 

Le cinque protagoniste dei fumetti che presto vedremo sul piccolo e grande schermo

Wonder Woman è sicuramente il personaggio dei fumetti che negli ultimi tempi sta avendo più riscontro sia nel mondo cartaceo che in quello cinematografico. La DC Comics ha deciso di puntare molto sul personaggio di Diana prima di tutto con una serie regolare mensile a lei dedicata, scritta da Shea Fontana e disegnata da David Messina,...

 
Da non perdere
Ultime news
Recensioni