X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Natale al cinema, i film guardano al Box office da Lo hobbit a La vita è meravigliosa

04/12/2013 16:00
Natale al cinemafilm guardano al Box office da Lo hobbit La vita meravigliosa

Natale al cinema: le distribuzioni cinematografiche hanno sempre privilegiato il periodo natalizio per le uscite dei film, compensando i notevoli budget investiti nelle produzioni con gli incassi. E la storia dell'industria di Hollywood ripropone questo meccanismo da decenni, da "Via col vento" fino al recente "The Hobbit"

Il Natale è il periodo in cui l’offerta cinematografia aumenta. Molti spettatori riservano a queste festività la possibilità annuale di recarsi al cinema, sia per la maggior propensione alla spesa che per la diluizione degli impegni lavorativi. E il mercato cinematografico forte di questa domanda riserva le pellicole con più ampi budget per questo periodo, tanto che i migliori incassi si verificano nel periodo natalizio. Soprattutto per le tematiche d’evasione, ossia le commedie.

Per il 2013 i film in uscita in Italia non sono di eccezionale richiamo. Molte pellicole uscite a fine novembre troveranno una coda al botteghino anche a Natale, come il caso di “Sole a catinelle” di Checco Zalone o “Jobs” di Joshua Michael Stern. 

La commedia “Colpi di fortuna” di  Neri Parenti uscirà il 19 dicembre, così come “Un fantastico viavai” di Leonardo Pieraccioni. La Warner Bros riserva a Woody Allen il compito di attingere ad una comicità più intellettuale con “Blue Jasmine”. La stessa Disney cosparge di neve digitale la sua pellicola “Frozen” tratta da “La regina delle nevi” di Hans Christian Andersen, mentre la M2Pictures distribuisce “Il segreto di babbo Natale”. La tematica d’azione al film della Eagle Pictures “American Hustle” di David O. Russel, con Robert de Niro e Jennifer Lawrence. 
Tre film di nicchia sono invece “Philomena” e “Capitan Harlock” distribuiti dalla Lucky red, “The Butler  -Un maggiordomo alla casa bianca” della Videa Film. 

Negli Stati Uniti quest’anno non ci sarà “Django Unchained” uscito il 25 dicembre 2012. Ma l’azione è il tema portante, sia con il bellicoso “Lone Survivor” di Peter Berg, che il crime “The Wolf of Wall Street” di Martin Scorsese con Leonardo di Caprio, per finire con “47 Ronin” con Keanu Reeves.
Per un dramma più al femminile c’è “I segreti di Osage County” di John Wells con Meryl Streep, Julia Roberts e Juliette Lewis, tratto dalla pièce premio Pulitzer.
Tra le commedia c’è “Fotti la notizia” di Adam McKay, “Saving Mr. Banks” di John Lee Hancock sul fondatore della Disney con Tom Hanks, “Her” di Spike Jonze e “I sogni segreti di Walter Mitty” di Ben Stiller.

I grandi film distribuiti nel periodo natalizio sono stati molti. Oltre la citata pellicola di Tarantino c’è da ricordare “The Chronicles of Narnia: The Lion, the Witch and the Wardrobe” (“Le cronache di Narnia - Il leone, la strega e l'armadio”) nelle sale il 9 dicembre del 2005, “The Lord of the Rings: The Return of the King” (“Il signore degli anelli, il ritorno del re”) che uscì il 17 dicembre del 2003, “Avatar” di James Cameron cui fu riservato il 19 dicembre del 2009, lo stesso giorno del kolossal “Titanic” uscito dodici anni prima.

Lo stesso David Lynch fece distribuire “Dune” il 14 dicembre del 1984. Il giorno stesso di Natale uscirono varie pellicole campioni d’incassi: “Sherlock Holmes” nel 2009, “Marley and Me” (“Io e Marley”) nel 2008, “Catch Me If You Can” (“Prova a prendermi”) nel 2002, “Patch Adams” nel 1998, “Cold Mountain” nel 2003, “The Talented Mr. Ripley” nel 1999, “Jackie Brown” sempre di Tarantino nel 1997. 

E vari sono anche i film che sono caratterizzati dal tema natalizio. “Nightmare Before Christmas” (1993) è forse il più irriverente ma anche il meno zuccheroso. Creato da Tim Burton e diretto da Henry Selick è ambientato nel villaggio di Halloween, dove vari mostri festeggiano la notte di spaventi. A “Christmas Carol” (2009) tratto dal racconto "Il canto di Natale" di Charles Dickens e diretto da Robert  Zemeckis: una pellicola in cui la Disney ha profuso intrattenimento, buoni sentimenti e citazioni letterarie. Qui alla vigilia di Natale è il vecchio Ebenezer Scrooge ad essere indifferente alle festività, ricco e collerico.

Un film che invece è affine al buonismo natalizio è “The Family Man”, commedia del 2000 diretta da Brett Ratner e interpretata da Nicolas Cage e Téa Leoni: un uomo scorge ciò che avrebbe potuto essere se avesse preso una decisione diversa tredici anni prima. 
In Italia è da ricordare “Pranzo di Natale” di Pupi Avati, dove si concentrano cinismi e riappacificazioni. 

Per le pellicole classiche che hanno trattato il tema natalizio non si può esulare da “La vita è meravigliosa” (“It's a Wonderful Life”, 1946) di Frank Capra: George Bailey, cresciuto in una piccola cittadina e vissuto tra continue rinunce tenta di suicidarsi la sera della vigilia di Natale. Ma grazie alle preghiere dei familiari giunge un angelo custode mandato da Dio che lo convince delle occasioni che sono da scovare.

Un altro classico è “Il miracolo della 34ª strada” (“Miracle on 34th Street”, 1947) di George Seaton, con una trama che si alterna tra truffe e redenzioni. Un tocco ironico è invece dato da Billy Wilder con ”The Apartment” (“L’appartamento”, 1960), dove un impiegato solitario trova l’amore proprio nel periodo natalizio. Per quanto concerne l’animazione, è “The Polar Express” il film per antonomasia, anch’esso diretto da Zemeckis sempre alla ricerca di incassi trainati dai più piccoli.

Il medesimo box office natalizio non esula dai grandi budget usati per realizzare le pellicole. Il maggior incasso è di “The Hobbit: An Unexpected Journey” (2012) che nel weekend di apertura in ottenuto 84 milioni di dollari, seguito da ”Io sono leggenda” (“I Am Legend”, 2007) di Francis Lawrence e appunto “Avatar”. Lo stesso Hobbit sarà al cinema dal 13 dicembre in Usa, conservando la tradizione di “Gone with the Wind” (“Via col vento”, 1939), il film che ha incassato di più nella storia del cinema e che uscì il 15 dicembre.

 
© Riproduzione riservata
Home
 



 
Galleria fotografica
Articoli correlati

Forever Young, da David Bowie a Leonardo DiCaprio: l'eterna giovinezza al cinema

Nelle sale italiane arriva “Forever Young” di Fausto Brizzi con protagonisti Teo Teocoli, Sabrina Ferilli, Fabrizio Bentivoglio e Lillo nei panni di una generazione che, in barba agli "anta", dichiara guerra ai radicali liberi. L'imperativo è noto: vietato invecchiare! La ricerca dell'elisir di eterna giovinezza affonda le radic...

 

Delirium, il film horror su inquietanti presenze prodotto da Leonardo DiCaprio

Delirium è un film horror diretto da Dennis Iliadis (L’ultima casa a sinistra, Hardcore) interpretato da Topher Grace, Genesis Rodriguez e Patricia Clarkson. La pellicola è prodotta dalle case di produzione Blumhouse Productions, GK Films e dall’Appian Way di Leonardo DiCaprio, niente meno che il neo premio Oscar in person...

 

The Revenant, intervista all'attore Fabrice Adde: 'Inarritu mi ha permesso di recitare d'istinto'

Revenant - Redivivo, il film di Alejandro González Iñárritu vincitore di tre premi Oscar con Leonardo DiCaprio ha nella sua essenza l’adattarsi ad eventi naturali, mostrano personaggi primordiali quasi con un intento documentaristico. Mauxa ha intervistato uno degli attori che collima con questi ruoli. Fabrice Adde inter...

 

The Crowded Room: il nuovo film thriller prodotto e interpretato da Leonardo DiCaprio

Un nuovo film per Leonardo DiCaprio. Dopo la faticosa interpretazione da protagonista nel film di Alejandro González Iñárritu “Revenant – Redivivo”, Leonardo DiCaprio sta per realizzare un progetto che ha in mente da vent’anni: l’adattamento del romanzo di Daniel Keyes “Una stanza piena di bo...

 

Cinema e pittura, la parola alle immagini da Dreyer a Quentin Tarantino

Molti registi come esempio per le loro inquadrature scelgono di usare dei quadri: le parole inquadratura e quadro derivano dalla stessa, 'quattro', ossia i quattro lati di cui sono composti. Esempi lampanti sono le immagini del protagonista di “Mamma Roma” di Pasolini e “Il Cristo morto” di Mantegna, il bacio dei protagonis...

 

The Hateful Eight, la recensione dell'animalesca giustizia western di Quentin Tarantino

The Hateful Eight rappresenta l’ottavo film scritto e diretto da Quentin Tarantino. Con un cast artistico di notevole spessore, tra ci spiccano i nomi di Kurt Russell, Jennifer Jason Leigh e Samuel L. Jackson, il regista dipinge il suo lungometraggio di un’atmosfera western servendosi delle musiche composte da Ennio Morricone. La trama...

 

A Boy and His Tiger: il nuovo film biografico prodotto da Leonardo DiCaprio

Un film su Bill Watterson. E’ stato da tempo annunciato che la Warner Bros. intende realizzare una pellicola biografica sul celebre fumettista statunitense Bill Watterson e sulla sua popolare striscia animata “Calvin and Hobbes”, iniziata nel 1985 e terminata dieci anni dopo. A produrre il film, intitolato "A Boy and His Tiger"&nb...

 

Recensione film Revenant - Redivivo, Alejandro G. Iñárritu sfida la natura con Leonardo DiCaprio

Revenant - Redivivo (The Revenant) film diretto da Alejandro González Iñárritu, co-sceneggiato con Mark L. Smith, basato in parte sull'omonimo romanzo di Michael Punke. Trama. Sulla frontiera delle ancora incontaminate terre americane, Hugh Glass (Leonardo DiCaprio), leggendario esploratore, è assunto come guida per u...

 

Golden Globe, Leonardo DiCaprio aggiusta il tiro: verso l'Oscar 2016 grazie a Revenant - Redivivo

Golden Globe 2016. Un'edizione decisamente più frizzante, complice la verve contagiosa dell'enfant terrible Ricky Gervais, quella dei Golden Globe di domenica scorsa. Tra i momenti più emozionanti, l'omaggio di Quentin Tarantino al Maestro Ennio Morricone e le standing ovation per le premiazioni di Sylvester Stallone, Denzel Washingto...

 

Box office Italia, Quo Vado? oltre le aspettative: Checco Zalone più amato di Star Wars

Checco Zalone, primato al box office per Quo Vado? Uscito il primo gennaio, per Quo Vado? è già incasso record (22.248.121 € ). Vale a dire, oltre le aspettative più ottimistiche alla vigilia del suo debutto al cinema e decisamente meglio di Star Wars - Il Risveglio della Forza (22.348.583 € complessivamente in tre se...

 
Da non perdere






Ultime news
Recensioni