X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Michael J. Fox: Ritorno al futuro - Parte II, il film classico di Robert Zemeckis

20/11/2013 12:18
Michael J. Fox Ritorno al futuro - Parte II il film classico di Robert Zemeckis

Ritorno al futuro - Parte II ("Back to the Future Part II") è il film di Robert Zemeckis con Michael J. Fox che compie ventiquattro anni. Una pellicola che sa coniugare fantascienza e affetti personali

Ritorno al futuro - Parte II (“Back to the Future Part II") di Robert Zemeckis con Michael J. Fox e Christopher Lloyd uscì nei cinema settembre il 20 novembre del 1989. Dopo ventiquattro anni rappresenta assieme all’intera trilogia uno dei film di fantascienza più attuali e moderni, perché collegato con eventi reali e personali. 

Siamo sempre nella Hill Valley, in California: Marty McFly dall’anno 1955 è tornato al 1985, incontra il suo amico Emmett Brown "Doc" che visitando l’anno 2015 ha scoperto che il suo futuro figlio combinerà dei guai. I due partono e giungono al 2015 con l’auto del tempo, la DeLorean. Riescono a salvare Marty McFly Jr. dal carcere poiché fanno arrestare al suo posto il rivale Griff Tannen. Ma il nonno dell’arrestato entra in possesso della DeLorean, e grazie ai risultati sportivi tra il 1950 e il 2000 piazza delle scommesse che lo fanno diventare milionario, tanto che Hill Valley è trasformata nella  "capitale del vizio", con bande di teppisti che seminano terrore.

Doc e Marty tornano così nel 1955 e distruggono l'almanacco,  ristabilendo il rigore del 1985. A causa di un fulmine Doc è trasportato nel 1885, in pieno Far West: Marty è informato da una lettera che Doc non vuole essere riportato nel futuro perché si trova bene in quell’epoca.

La possibilità di modificare il presente prevedendo il futuro è stata raramente proposta in letteratura. E il film infatti è uno dei rari casi in cui il concept del film non è tratto da un romanzo ma da una esperienza personale. Lo sceneggiatore e produttore Bob Gale nel 1980 visitò i suoi genitori a San Louis, nel Missouri dopo la distribuzione del film “Used Cars” (1980), da lui sceneggiato e diretto dallo stesso Zemeckis. Frugando nella loro cantina trovò l'annuario scolastico di suo padre e scoprì che era presidente della sua classe di laurea. Così Gale si chiese se andando a scuola nello stesso periodo del padre e nello stesso liceo, lo avrebbe incontrato. Tornò in California e raccontò l’idea a Zemeckis, e questi cominciò a pensare alla frase della madre che disse di non aver mai baciato un ragazzo a scuola, quando in realtà era un periodo di grande  promiscuità. Così le due suggestioni si fusero, e il progetto fu finanziato dalla Columbia Pictures per uno sviluppo dello script nel settembre dello stesso anno. La prima bozza terminò nel febbraio 1981, ma lo studios pose il copione in Turnaround, ossia nell'accordo che prevede la cessione dei diritti ad un altro studio in cambio del costo di sviluppo più gli interessi.

L'ipotesi era un acquisto da parte della Disney, ma per i quattro anni successivi la sceneggiatura fu rifiutata e fu sottoposta ad altre due stesure. Mancando richiami erotici così come nelle commedie imperanti quali “Fuori di testa” (“Fast Times at Ridgemont High”, 1982) o “Porky's” (1982), lo script era considerato troppo leggero. Dall’altro lato il fatto di proporre una madre innamorata di suo figlio era eccessivo per la Disney; l’idea di proporlo a Steven Spielberg, il quale aveva prodotto i due due flop “Used Cars” e “I Wanna Hold Your Hand” era da accantonare. 
Zemeckis mise così in standby il progetto. Diresse “All'inseguimento della pietra verde” il cui successo al botteghino gli diede la possibilità di un finanziamento da parte della Universal Pictures.

La storia propone la giusta commistione di ironia e senso del destino: giungere nel futuro per modificare le proprie vicende è una delle possibilità più desiderabili. Soprattutto se gli affetti personali e familiari segnano questa possibilità: nel primo episodio la madre Marty McFly torna nell’anno 1955, al liceo incontra una ragazza che s’innamora di lui e che scoprirà essere la sua futura madre. Senza questo intreccio edipico la maggior parte della suggestione del film verrebbe meno.

Il regista Zemeckis nel secondo film è riuscito a proporre un modello fantascientifico con la giusta dose di humour, tanto che l’attore principale Michael J. Fox interpreta ben cinque personaggi: Marty adolescente del 1985, il Marty adulto del 2015, suo figlio Martin Jr., il bisnonno e addirittura sua figlia Marlene. E lo stesso incasso d 331.950.002 di dollari ripagò l’investimento iniziale di 40 milioni, divenendo il terzo film del 1989 dopo “Indiana Jones and the Last Crusade” di Steven Spielberg e “Batman” di Tim Burton. 

Il film fu girato dopo quattro anni dal primo “Ritorno al futuro” (1985) e avrebbe dovuto essere distribuito assieme al terzo, del 1990. Ma la divisione degli episodi procurò un raddoppio degli incassi.

 
© Riproduzione riservata
Home
 

 
Galleria fotografica
Altri articoli Home

Recensione del film In viaggio con Jacqueline

In viaggio con Jacqueline (“La vache” e “One Man and His Cow” in inglese) è il film commedia francese di Mohamed Hamidi. Nel cast ci sono Fatsah Bouyahmed, Lambert Wilson, Jamel Debbouze, Christian Ameri. Fatah è un modesto contadino algerino che non ha mai lasciato la sua campagna. Vive con la mucca Jacquelin...

 

Festival di Cannes 2017, il pungente Cristian Mungiu è Presidente di giuria della Cinéfondation

Al Festival di Cannes 2017 presiederà la giuria della Cinéfondation e Short Film Competition il regista Cristian Mungiu. Il Festival si svolgerà dal 17 al 28 maggio, e Mungiu seguirà il ruolo che ebbe Steven Spielberg nel 2013, nonché Abbas Kiarostami e Jane Campion. Cristian Mungiu vinse la Palma d’Oro co...

 

La bella e la bestia, 'sul set le scene sono avvenute in maniera naturale': intervista all'attrice Simone Sault

La bella e la bestia (“Beauty and the Beast”) è il film di Bill Condon con Emma Watson, Dan Stevens, Luke Evans, Kevin Kline, Ian McKellen ed Emma Thompson (leggi l’intervista allo sceneggiatore Evan Spiliotopoulos). La storia è ambientata alla fine del XVIII secolo, in un castello nei pressi di un piccolo villaggio...

 

Film più visti della settimana: è record d'incasso per La bella e la bestia

Il box office dei film più visti negli Stati Uniti dal 17 al 19 marzo 2017 vede al primo posto “La Bella e la bestia" (“Beauty and the Beast”): la storia di Bella e dell’amore per il principe deformato da un incantesimo incassa 170.000.000 milioni di dollari. Al secondo posto si sposta “Kong: Skull Island&rdquo...

 

Vi presento Toni Erdmann, 'il desiderio di essere visti come siamo': intervista all'attore del film Trystan Pütter

Vi presento Toni Erdmann è il film di Maren Ade con Peter Simonischek, Sandra Hüller, Michael Wittenborn, Thomas Loibl e Trystan Pütter. La storia è quella di un uomo anziano, Winfried Conradi cui piace burlare le persone. Non vede spesso sua figlia Ines,e per farle una sorpresa la va a trovare dopo la morte dell’anzi...

 

Un tirchio quasi perfetto, il film commedia sull'avarizia di Fred Cavayé

Un tirchio quasi perfetto è il film nelle sale diretto da Fred Cavayé, con Dany Boon, Laurence Arné e Noémie Schmidt. La storia è quella di François Gautier, che fa dell’avidità un’esigenza. Non spende mai più del necessario, ma quando incontra una donna la situazione muta. Inoltr...

 

La Bella e la Bestia, il libro da cui è tratto il film con Emma Watson

La Bella e la Bestia è il libro che - in concomitanza dell’uscita del film - ripropone alcuni aspetti della pellicola intepretata da Emma Watson (leggi l'intervista allo sceneggiatore del film Evan Spiliotopoulos). Il libro illustrato racconta la storia del film, usando uno stile di scrittura semplice e adatto anche alla lettura dei b...

 

Halloween, John Carpenter sarà produttore esecutivo e co-sceneggiatore del remake

Qualche settimana fa il leggendario regista del primo “Halloween”, John Carpenter, ha annunciato i componenti principali della squadra che si occuperà del reboot della saga da lui stesso fondata nel 1978. David Gordon Green sarà in cabina di regia, mentre Danny McBride (famoso per le due serie tv comedy fatte per HBO, &ldq...

 

Basic Instinct, il film thriller dai 5 elementi eversivi

Basic Instinct è il film di Paul Verhoeven con Sharon Stone e Michael Douglas che uscì il 22 marzo 1992 negli Stati Uniti (leggi l'intervista al regista sul film "Elle"). Un poliziotto deve scoprire chi sia l’artefice di un omicidio compiuto con un punteruolo per il ghiaccio. La ricerca lo conduce ad una scrittrice ricca e sedu...

 

Aeffetto Domino, il film indipendente di Fabio Massa sul legame con l'Africa

Aeffetto Domino è il film che esce oggi nelle sale: diretto da Fabio Massa e interpretato dallo stesso Massa, Ivan Bacchi, Mohamed Zouaoui, Pietro De Silva racconta la vicenda di Lorenzo, trentenne che realizza il sogno di andare in Africa ad insegnare grazie ad un'associazione no profit italiana. Qui c’è Kalid, un giovane afric...

 
Da non perdere

Ultime news
Recensioni