X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Paolo Ruffini, alla regia, ci racconta la sua "Fuga di cervelli"

05/11/2013 10:47
Paolo Ruffini alla regia ci racconta la sua "Fuga di cervelli"

Il comico livornese, ben noto per le sue partecipazioni a Colorado Cafè e per i suoi esordi come VJ di MTV, si cimenta dietro la macchina da presa in una pellicola che affronta scienza e diversità senza far perdere il buonumore

Dici Paolo Ruffini e subito pensi allo scanzonato giovane cool e casual, dalla battuta sempre pronta, che furoreggiava in MTV nei primi anni duemila, e poi all'intrigante giovanotto dal marcato accento toscano che ha preso parte a Colorado Cafè, celebre programma di intrattenimento comico. Ma Paolino, come lo chiamano amici e fans, è anche molto altro, ed è ormai imminente l'uscita del suo primo film da regista.

"Cervelli in fuga", in sala dal 21 novembre in 400 copie, è una pellicola che sfiora con leggerezza temi scottanti nell'Italia di oggi, quali la difficile situazione dei ricercatori costretti ad emigrare e la concezione di diversità e disabilità, sempre da un punto di vista a metà tra il serio e il faceto. Non si tratta di un film originale, bensì della trasposizione italica di "Fuga de cerebros", campione di incassi in Spagna. Per Ruffini questo non è un rammarico, anzi si è dichiarato contento di aver fatto suo un film straniero.

La pellicola si incentra sulla storia di Emilio, un ragazzo timido e secchione che si invaghisce della bella Nadia, interpretata dalla conturbante attrice e modella moldava Olga Kent. Nadia è in procinto di trasferirsi ad Oxford per studiare, ed Emilio decide di seguirla insieme ai suoi amici, persone diversamente abili ma non per questo rassegnati o emarginati. La trasferta ad Oxford, che in realtà sono il Parco Valentino e le rive torinesi del Po prestate al cinema, sarà pretesto per una serie di gag improvvisate ed esilaranti, basate sull'equivoco e mai volgari.

Il film offre alcuni spunti interessanti di riflessione: primo fra tutti il modo di intendere la disabilità e di trasformare l'handicap in qualcosa di divertente. Ruffini a tal proposito sostiene che la diversità dei suoi personaggi non è tanto fisica, ma comportamentale: «Prima che sulla sedia a rotelle, Alonso è fissato col sesso. Il personaggio che interpreto io, prima che non vedente, è un casinista. D’altronde se su qualcosa non si può scherzare si finisce col ghettizzarla.» Un punto di vista, quello del buon Paolino, che non mancherà di far discutere.

 
© Riproduzione riservata
Home
 

Altri articoli Home

Festival di Cannes 2017: immagini di Nicole Kidman e Colin Farrell per il film 'The Killing of a Sacred Deer'

Nelle immagini che mostriamo ci sono i protagonisti del film “The Killing of a Sacred Deer”, diretto da Yorgos Lanthimos e in Concorso al Festival di Cannes. L’evento si è svolto presso il Nikki Beach: vi hanno partecipato Colin Farrell, Nicole Kidman, Keith Urban, Barry Keoghan, Raffey Cassidy, Sunny Suljic. La trama &eg...

 

Festival di Cannes 2017: le immagini di Lily Collins e Jake Gyllenhaal al party della Hollywood Foreign Press Association

Nelle immagini che mostriamo ci sono gli ospiti invitati alla serata filantropica svoltasi al festival di Cannes per la International Rescue Committee (IRC), organizzata dalla Hollywood Foreign Press Association (HFPA). Preso il Nikki Beach hanno partecipato Jake Gyllenhaal, Ben Stiller, Tilda Swinton, Adam Sandler, Brittany Snow, Lily Collins, Du...

 

Le celebrità e lo sport: un connubio sempre vincente ad Hollywood

“Mens sana in corpore sano”: una grande verità che viene presa molto sul serio nel mondo di Hollywood, dove il culto del corpo e della (presunta) perfezione psico-fisica regna sovrano. Anche se le apparenze suggerirebbero il contrario, quello delle star è uno stile di vita per certi versi molto stressante, visto che da lor...

 

The Dinner, il film sulle colpe dei figli con Richard Gere e Laura Linney

The Dinner è il film di Oren Moverman con Richard Gere, Laura Linney, Steve Coogan e Rebecca Hall. Paul (Coogan) e sua moglie Claire (Linney), Stan (Gere) - fratello maggiore di Paul - e la consorte Katelyn (Hall) vanno ad un’elegante cena. Durante le portate, dall’aperitivo all’antipasto la scansione temporale segnata dal...

 

Il piacere dell'onestà: il controllo spia su smartphone da Shakespeare alla Corte europea

La possibilità di scoprire cosa affermi un’altra persona in nostra assenza è una delle curiosità insite nell’uomo. Già William Shakespeare in “Otello” (1603) raccontava di come il cinico Jago facesse ingelosire il protagonista: fa portare il fazzoletto della moglie Desdemona sulle mani del presunt...

 

Festival di Cannes, una foto storica con i protagonisti dei decenni

Al Festival di Cannes si è tenuto un photo call particolare, per celebrare i settanta anni dell’evento. Tra i vincitori c’erano Laurent Cantet  (Palma d’Oro nel 2008),  Jerry Schatzberg (Palma d’Oro Nel 1973),  Claude Lelouch  (vincitore del 1966),  Michael Haneke  (Palma d'Oro 2009-2012...

 

Film più visti della settimana, 'Alien: Covenant' e 'Everything, Everything' sono ai primi posti

Il box office dei film più visti negli Stati Uniti dal 19 al 21 maggio 2017 vede al primo posto la novità “Alien: Covenant” (36.160.621 dollari, leggi la recensione del comic): l'equipaggio di un’astronave scopre un paradiso inesplorato, dove però emerge anche una minaccia da cui fuggire. Al secondo posto sce...

 

Innamorato pazzo, il film commedia con Myrna Loy e William Powell sugli opposti conciliati

Innamorato pazzo (“Love Crazy”, 1941) è il film di Jack Conway con William Powell, Myrna Loy e Gail Patrick. usciva nelle sale statunitensi il 23 maggio del 1941. L’architetto eccentrico Steve Ireland (William Powell) e la moglie Susan (Myrna Loy) al quarto anniversario di matrimonio vorrebbero rivivere la prima notte...

 

Quando non erano famosi: i mestieri delle star agli esordi

Oggi li vediamo sulle riviste patinate, ma i protagonisti delle cronache mondane hanno dovuto percorrere una strada tutta in salita per raggiungere il successo. Dietro i volti distesi e imperturbabili di uomini e donne mature, molto spesso si nascondono ragazzi e ragazze che prima di raggiungere la fama hanno svolto i mestieri più duri e str...

 

Codice Unlocked, 'è tutta una questione di suspense': intervista all'attrice Jessica Boone

Codice Unlocked (Unlocked) è il film nelle sale diretto da Michael Apted. Nel cast ci sono Orlando Bloom, Noomi Rapace, Jessica Boone, John Malkovich e Michael Douglas. La trama s’incentra su Alice Racine (Noomi Rapace), agente della CIA esperta in interrogatori: reperisce informazioni su un imminente attacco a Londra e le riporta ad ...

 

Da non perdere

Ultime news
Recensioni