X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Intervista a Jeff Jones, una band blues tra i Cowboys e l’Italia

16/09/2013 12:38
Intervista Jeff Jones una band blues traCowboys l’Italia

“The Rooster Crows – The Bank Sessions” è il nuovo lavoro di Jeff Jones, commistione di cultura statunitense, messicana e italiana

Mauxa intervista Jeff Jones, musicista che ha pubblicato il nuovo album “The Rooster Crows – The Bank Sessions” mescolando Blues, Americana e Soul dal respiro internazionale. La band è composta dal bassista Domenico Loparco, che la lavorato con artisti come Lucio Dalla, Renato Zero, Frank Gambale; il batterista e produttore Francesco Brini (Swayzak, Frank Agrario, Mozzarella Recordings), e il chitarrista Emanuele Zullo. 

D. Cosa racconta il tuo ultimo album "The Rooster Crows: The Bank Sessions"?
R. I temi principali sono i valori con cui sono stato educato, l'amore, la redenzione, la condivisione e il perdono. “Soul Healing Love”  parla della redenzione, di chi sei veramente dentro, nell'anima.  Possiamo tutti dimenticarci chi siamo e da dove veniamo e perdere la nostra strada, “Soul Healing Love” racconta come ritrovarla.  
Ho passato molto tempo in Texas - Austin, Houston, Dallas e El Paso quando crescevo e  le canzoni degli ZZ Top e Stevie Ray Vaughn sono momenti fondamentali della mia vita.  Come dico nel logo "canta quel che sai". “The Rooster Crows Blues” è una storia veramente buffa per me.  Adoro L'idea dell'uomo che uccide un pollo per cucinare pollo fritto per la sua donna, lei torna a casa, lo mangia e poi lo lascia. Se questo non è blues allora non ho capito cosa sia.

D. "Beh, io vado a casa a New Mexico / Per vedere alcuni amici e la mia famiglia / Devo tornare a quella terra aperta" ("Well I’m going back home to New Mexico / To see a few friends and my family / I gotta get back to that open land"), citi in "New Mexico". Nei testi è molto presente il tema della terra: come mai?
R. Vedo con piacere che hai ascoltato anche il penultimo album, "Be With You"!  “New Mexico” e' uno dei miei pezzi preferiti di quel disco. “New Mexico” è una grossa parte del mio passato.  Sono nato New Mexico che ha una cultura molta ricca.  The Navajo, Gli Apache e le tribu' di Pueblo  (e molte altre) sono in New Mexico e fanno part della vita di tutti i giorni.  Forse il New Mexico è l'ultimo degli stati del vecchio west.  È il posto dove vedi tranquillamente Cowboys e “Cowboyesse" al lavoro tutti i giorni. Voglio condividere con la gente queste cose tramite la musica.     

D, A quale genere ti senti più vicino?
R: Amo le belle canzoni!  Amo i bei testi, per cui le canzoni con una storia sono le mix preferite. Probabilmente il Southern Rock e il Blues sono i miei Generi preferiti, entrambi hanno ottimi testi e sono nati dove sono nato io. Sono come la famiglia.  Amali o odiali ma sono comunque la tua famiglia. 
Ho cambiato città 17 volte prima dei 18 anni.  Ovunque da Huntington beach in California a Seattle Washington al Texas, New Mexico e anche in  Pennsylvania.  Le mix radici sono nel sudocest e nel texas ma ho vista un sacco di posti crescendo e questo mi ha cambiato molto la prospettiva.  Penso che molti bambini crescano nello stesso stato e non si rendono conto di quanto grande e diverso sia questo paese.  

D. Qual è il tuo libro preferito e perché?
R. Amo la Fantascienza. Il mio libro preferito è di Frank Herbert e mi piace anche la  serie "La guida galattica per gli autostoppisti" di Douglas Adams. Mi e' sempre piaciuto viaggiare e l'unico posto in cup non posse andare e' la "final frontier" lo spazio. Mi intriga molto la fantascienza e sono curioso di scoprire dove andrà. 

D. Qual è il tuo cantante e album preferito, per quale motivo e ti ricordi dove lo hai ascoltato?
R. Il mio album preferito è anche il primo che mi sono comprato,  "Tres Hombres" degli ZZ Top. L'ho trovato usato in un negozio di dischi ad Austin, Texas quando avevo 12 anni.  Amo il puro e semplice stile southern rock del trio Texano.  Quando appoggia la punting sul disco per la prima volta mi persi la prima canzone per cui  "Jesus Just Left Chicago" è la prima che ho sentito e mi fa venire ancora la pelle d'oca, gli ho amati dal quel momento.  

D. Qual è il tuo prossimo progetto?
R. Saremo in tour tra l'Italia e la Germania in novembre. Il titolo del nuovo album è “The Rooster Crows - The Bank Sessions”. Con i ragazzi di The Bank abbiamo già fatto tre tour negli Usa che hanno riscosso parecchio successo e adesso vogliamo portare lo Show in Europa. .
Poi c’è il video. Stiamo girando un video per “Soul Healing Love” che presenteremo in Ottobre.  Sally Day è l’attrice londinese protagonista e sarà girato nel Regno Unito .  Attualmente in post produzione, Ikonic Films www.ikonicfilms.co.uk  , potete trovare il video e tutte le date su  www.jeffjonesband.com 

 
© Riproduzione riservata
Home
 
Personaggi correlati
Jeff Jones,



 
Galleria fotografica
Da non perdere






Ultime news
Recensioni