X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Ettore Scola: Il Cavaliere della Repubblica rende omaggio a Fellini con un commovente film

06/09/2013 14:30
Ettore Scola Il Cavaliere della Repubblica rende omaggio Fellini con un commovente film

Ettore Scola, l'icona del nostro cinema e celebre per aver diretto film come 'C'eravamo tanto amati', 'Una giornata particolare' e 'La famiglia', rende omaggio al collega e amico Federico Fellini con un film diretto e sceneggiato da lui: "Che strano chiamarsi Federico". La pellicola sarà proiettata venerdì in Sala Grande alla presenza del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano

Ettore Scola, regista e sceneggiatore considerato l'icona del cinema italiano celebre per aver diretto film come "C'eravamo tanto amati", "Una giornata particolare" e "La famiglia", rende omaggio al collega e amico Federico Fellini in occasione del 26° anniversario della sua scomparsa.

Approdato alla Mostra di Venezia, l'artista vuole ricordare Fellini attraverso un film diretto e sceneggiato da lui: "Che strano chiamarsi Federico" è il titolo e sarà proiettato venerdì in Sala Grande alla presenza del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. Il nostro presidente soggiornerà al Lido anche nella giornata di sabato per visitare la Biennale d'Arte. E venerdì sarà presentato alla 70° Mostra (nella sezione Orizzonti) "La prima neve" del padovano Andrea Segre, film prodotto da Marco Paolini e Francesco Bonsembiante.

Il genade Maestro Scola ottiene il suo primo grande successo di pubblico e critica nel 1968 dirigendo Alberto Sordi, Nino Manfredi e Bernard Blier in "Riusciranno i nostri eroi a ritrovare l'amico misteriosamente scomparso in Africa?". Da questo momento in poi inizia per il regista l'epoca d'oro della sua lunga e onorata carriera cinematografica. Nel 1974 da vita infatti al suo capolavoro, "C'eravamo tanto amati", che ripercorre un trentennio di storia italiana attraverso le vicende di tre amici: l'avvocato Gianni Perego (Vittorio Gassman), il portantino Antonio (Nino Manfredi) e l'intellettuale Nicola (Stefano Satta Flores), i primi due hanno perso la testa per Luciana (Stefania Sandrelli). Nel film, dedicato all'amico Vittorio De Sica, fanno da comparsa anche Marcello Mastroianni, Mike Bongiorno e Federico Fellini e nella parte di se stessi, oltre ad Aldo Fabrizi e Giovanna Ralli. Molti e importanti sono i premi che ha ricevuto: ha vinto sei David di Donatello e ha ricevuto quattro nomination al Premio Oscar per il miglior film straniero: nel 1977 per "Una giornata particolare", nel 1978 per "I nuovi mostri", nel 1983 per "Ballando ballando" e nel 1987 per "La famiglia".

Nel 2003 riceve dal Presidente della Repubblica l'onorificenza di Cavaliere della Repubblica Italiana

 
© Riproduzione riservata
Home
 
Personaggi correlati
Federico Fellini, Ettore Scola



 
Galleria fotografica
Articoli correlati

La dolce vita: cast ancora da decidere per il remake del film di Federico Fellini

La dolce vita, film di Federico Fellini del 1960 avrà un remake italo-statunitense, con regista e attori ancora in fase di decisione. La produzione è della Ambi Pictures, assieme a LDM Productions. Remake. L'unica erede di Federico Fellini, Francesca Fabbri Fellini ha confermato che negli anni vari sono stati i tentativi di realizzar...

 

Paolo Sorrentino, 'c'è l'influenza di Fellini' scrive la stampa estera sul film La giovinezza

Youth - La giovinezza di Paolo Sorrentino è stato presentato al Festival di Cannes, ottenendo pareri genericamente positivi. Peter Bradshaw su The Guardian ha definito il film “irto di occasionale debolezza (...) Michael Caine ha un volto imperscrutabile di delusione mondana, che rompe ogni tanto in un sorriso buffo”. L’am...

 

Anthony Quinn, cent'anni fa nasceva l'attore protagonista di Zorba il greco e La strada

Anthony Quinn è stato un attore molto affermato e celebrato, conosciuto soprattutto per i suoi ruoli di uomini duri e sanguigni. Nato in Messico il 21 aprile 1915, da bambino Quinn si trasferì con la sua famiglia a Los Angeles, dove cominciò a lavorare come attore cinematografico negli anni ’30 interpretando alcune parti ...

 

La strada, il film di Federico Fellini che sorpassa il neo-realismo

La strada di Federico Fellini usciva al cinema il 22 settembre 1954, con un cast composto da Giulietta Masina, Anthony Quinn, Richard Basehart e una produzione di Carlo Ponti e Dino De Laurentiis. La trama de La strada di Federico Fellini. La vicenda ruota attorno ad una giovane donna, Gelsomina che a causa dell’indigenza della famiglia &egr...

 

Federico Fellini: Amarcord, il film classico compie 40 anni

Amarcord è il film che usciva nei cinema quaranta anni fa. Era il 13 dicembre del 1973 quando la pellicola diretta da Federico Fellini seminava novità iconografiche al cinema, interpretato da Bruno Zanin, Magali Noël, Pupella Maggio e Armando Brancia. Negli Stati Uniti uscì il 19 settembre del 1974, vincendo L’Oscar ...

 

Fellini, regista della Dolce Vita: a vent'anni dalla morte le celebrazioni continuano

Ricorre oggi il ventesimo anniversario della morte di Federico Fellini, il regista riminese autore di capolavori immortali come "La Strada" (1954), "La Dolce Vita” (≤1960), ”Giulietta degli Spiriti” (1965) e "Amarcord” (1973) Il nome di Fellini non si presta ad equivoci: per chiunque è evocativo dell'età d'o...

 

Federico Fellini, il regista 5 volte premio Oscar in un film dell’amico Scola

Federico Fellini torna sul grande schermo per un documentrario realizzato dall’amico regista Ettore Scola. “Che strano chiamarsi Federico” è il titolo, realizzato con un lavoro composito di documentazione e fantasia. Il film è un ricordo e ritratto di Federico Fellini, raccontato da Ettore Scola in occasione del ven...

 

Federico Fellini, anche l’Harley-Davidson del film Amarcord è in mostra a Modena

Federico Fellini e le moto usate nei suoi film sono al centro della mostra che s’inaugura il 18 maggio fino al 9 giugno al Museo Casa Enzo Ferrari di Modena. Si va dal motocarro di Zampanò usato ne “La strada” (1954) e guidato da Anthony Quinn con Giulietta Masina, la Vespa della “Dolce vita” (1959), la Harley D...

 

Federico Fellini, un film di Ettore Scola e la pubblicazione dell’ebook Il libro dei sogni

Ettore Scola, presidente del Bari International Film Festival ha annunciato che realizzerà un film su Federico Fellini. La pellicola s’intitolerà “Che strano chiamarsi Federico” e sarà un racconto del regista riminese, pervaso di ricordi e omaggi. Il film sarà sceneggiato dallo stesso Scola con le figli...

 

Bellaria Film Festival 2011: Giulio Scarpati a conversazione con Alberto Crespi

Bellaria Film Festival 2011: Giulio Scarpati a conversazione con Alberto Crespi. Si respira grande soddisfazione per il successo delle prime due giornate del Bellaria Film Festival: "c'è una bellissima atmosfera" conferma il direttore artistico Fabio Toncelli ringraziando il pubblico per l'entusiasmo dimostrato prima di introdurre l'incontro...

 
Da non perdere






Ultime news
Recensioni