X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Intervista a Management del Dolore Post-Operatorio, una band che canta Marilyn Monroe

29/08/2013 10:31
Intervista Management del Dolore Post-Operatorio una band che canta Marilyn Monroe

Management del Dolore Post-Operatorio risponde alle domande di Mauxa per la rubrica ‘Di che cultura sei?’

Mauxa intervista la Luca Romagnoli, cantante della band Management del Dolore Post-Operatorio. La band ha pubblicato l’album “Auff!!” per l’etichetta MArteLabel. Si è esibita al concerto del 1 maggio ed è in tour con ‘La pasticca blu tour”. 

D. Cosa racconta il vostro recente album 'Auff'?
R. Il bello e il brutto tempo delle nostre idee e delle nostre emozioni, il bello e il brutto delle cose che ci circondano, viste dagli occhi di quattro villani abruzzesi.

D. In 'Auff' citate "demolirò gli assiomi cementificati / dove i poeti laureati si muovono sparuti". Come mai questo ricorso a parole ricercate, inusuali nella musica pop italiana attuale? 
R.  La parola cultura significa ben poco. Cambia nello spazio e nel tempo. Quello che davano per scontato fino a venti anni fa è stato superato, tutte le verità sono state distrutte e ne hanno create di nuove. Quello che era moderno e geniale il secolo scorso adesso ci fa ridere, quello che era osceno negli anni ‘30 ora ci fa il solletico.
Si spera di non appartenere a nessuna cultura, a nessun movimento, e di essere il più possibile vicino alla nostra verità, per quanto sia difficile.

D. In "Marilyn Monroe" cantate: "E se perdessimo la forza d'urto della nostra personalità? / E se fossimo tutti uguali? (...) Tu non sei Marilyn Monroe". Il messaggio della canzone è vittimista?
R. No, è un elogio della chirurgia plastica. L'inizio della canzone è molto chiaro.

D. Qual è il vostro film preferito?
R. Siamo  in quattro, non siam qui a dirteli tutti. Ma per quanto sia scontato Fellini è sempre al primo posto. Un film qualsiasi.

D. Qual è il vostro libro preferito?
R. Vale lo stesso discorso. Comunque John Fante è il migliore di tutti. Al confronto Dante Alighieri è un ignorante. “La confraternita dell'uva” è un libro che sentiamo molto vicino.

D. Qual è il vostro cantante e album preferito?
R. Abbiamo gusti musicale totalmente differenti, per fortuna. Chi ascolta Mozart e chi Domenico Modugno, chi si sballa con i Pink Floyd e chi con Umberto Bindi.

D. Qual è il vostro prossimo progetto?
R.  A fine novembre, inizio dicembre esce il nostro prossimo disco. Vi piacerà. Grazie mille. 

 

 
© Riproduzione riservata
Home
 



 
Galleria fotografica
Da non perdere






Ultime news
Recensioni