X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Stanley Kubrick, pubblicate le recensioni del New York Times con il film Paura e desiderio

27/07/2013 10:44
Stanley Kubrick pubblicate le recensioni del New York Times con il film Paura desiderio

“Reviews: The Films of Stanley Kubrick” ripropone tutte le recensioni sui film di Stanley Kubrick pubblicate sul New York Times. Intanto esce nelle sale Fear & Desire - Paura e desiderio, prima pellicola del regista newyokese. La pellicola fu realizzata dallo stesso Kubrick anche come produzione, pur se non incassò la botteghino.

Fear & Desire - Paura e desiderio di Stanley Kubrick torna al cinema dal 29 al 31 luglio. Il film del 1953 non è mai stato distribuito in Italia, e in una versione restaurata e rimasterizzata  ripropone la violenza in bianco e nero del regista.

La pellicola di guerra è spesso confrontata con “Orizzonti di gloria” (1957) ed è tra i tre film di Kubrick selezionati dalla Library's National Film Registry. La trama ruota attorno ad una squadra di soldati che si trovano dietro le linee nemiche e devono farsi strada lungo il fiume per ricongiungersi alla loro unità. Incontrano una contadina (Virginia Leith), la legano ad un albero dove è tormentata da un soldato squilibrato mentalmente (il futuro regista Paul Mazursky). Prima di fuggire complottano di assassinare il proprio ufficiale comandante.

Girato in maniera indipendente con uno staff ridotto, “Fear and Desire” è stato concepito come un film d'arte in stile europeo, sorta di apolgo sulla guerra. “Un dramma dell’uomo - lo definì - perso in un mondo ostile, privo di fondazioni materiali e spirituali, in cerca della sua strada per cercare di comprendere se stesso e la vita intorno a lui”

Intanto è stato pubblicato il volume “Reviews: The Films of Stanley Kubrick”, che raccoglie tutte le recensioni pubblicate sui suoi film dal New York Times. Qui compare anche il giudizio sulla pellicola "Fear and Desire", insieme a "Spartacus", "Dr. Stranamore”, “2001: Odissea nello spazio”, concludendosi con l’ultimo lavoro “Eyes Wide Shut”.

 
© Riproduzione riservata
Scritto da
Elio Grimani
Home
 
Personaggi correlati
Stanley Kubrick



 
Galleria fotografica
Articoli correlati

Leeds International Film Festival 2014 dal 5 al 20 novembre: Birdman chiude la kermesse

Leeds International Film Festival 2014. Come ogni autunno torna a Leeds, importante città dell'Inghilterra centro settentrionale, l'appuntamento con il Leeds International Film Festival, quest'anno giunto alla sua ventottesima edizione. La manifestazione è considerata dagli addetti ai lavori il più prestigioso ev...

 

Stanley Kubrick e la sua passione per la fotografia

Tutti gli appassionati di cinema sanno quale geniale regista sia Stanley Kubrick, autore di capolavori quali "Il Dottor Stranamore", "2001 Odissea nello spazio", "Shinning", "Full Metal Jacket", "Arancia meccanica" e "Eyes Wide Shut". Ma in pochi sono a conoscenza della passione del maestro per la fotografia nata prima del suo lavoro di regista. ...

 

Stanley Kubrick, dalla serie tv su Napoleone di Spielberg al libro sull’attività di fotografo

Steven Spielberg è al lavoro ad una serie tv tratta da una sceneggiatura di Stanley Kubrick. La trama è ambientata all’inizio nel periodo tra ‘700 e ‘800 e vede come protagonista Napoleone Bonaparte. "Ho sviluppato una sceneggiatura di Stanley Kubrick per una miniserie, non per un film sulla vita di Napoleone” ...

 

Recensione film Prometheus, Ridley Scott definisce le origini

Prometheus è un thriller di fantascienza ambientato nel 2093 che coinvolge i protagonisti in un mistero epico sulla ricerca delle origini del genere umano per poi giungere ad uno scenario apocalittico che catapulta lo spettatore al principio di una famosa storia. Elizabeth (Noomi Rapace) è una ricercatrice archeologa che scopre una m...

 

Luigi Giannachi. I neuroni specchio e l'arte del cinema

Prima di tutto vorrei fare una precisazione: il cinema è, a livello di supporto psicologico, più importante a livello diagnostico che non terapeutico. Questo lo dico perché chiaramente una persona che è malata di mente dovrebbe prima farsi seguire dal suo medico, dallo psicoterapeuta, da un ambiente terapeutico idoneo....

 

Il cinema specchio della mente

Luigi Giannachi, neurochirurgo milanese con la passione per il cinema, ha scritto diverse sceneggiature. Sotto l'aspetto teorico ha enucleato la sua teoria sui neuroni mirror che influenzano lo spettatore cinematografico. D. Cosa sono i neuroni mirror?R. Sono neuroni in diverse aree cerebrali dei primati (uomo e scimmia per intendersi) che in cias...

 
Da non perdere






Ultime news
Recensioni