X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Little Tony, un libro ripercorre il successo del cantante simbolo del rock italiano

28/05/2013 21:59
Little Tony un libro ripercorre il successo del cantante simbolo del rock italiano

“Immagini della mia vita” racconta la vita di Little Tony, scomparso il 27 maggio. Emblema degli anni del boom economico, Little Tony ha segnato una stagione del rock

Little Tony, l’artista scomparso ieri a 72 anni ha segnato una stagione della musica italiana, coincidente con il boom economico degli anni sessanta. In un libro è possibile riscoprire la storia dell’artista romano - il cui vero nome è  Antonio Ciacci - che riflesse la storia della nazione.

In “Immagini della mia vita” l’artista racconta come il personaggio degli ultimi anni non fosse diverso da quello di ieri, con amici rimasti immutati, gli stessi  del quartiere di San Giovanni a Roma. Nato a Tivoli, gentiluomo di indole, qui racconta il suo modo di essere ottimista, generoso, coraggioso, fantasioso e determinato, con l’unico lato negativo rappresentato da una certa insicurezza “che credo appartenga a tutti gli acquariani” dice Tony. Il libro è un excursus per immagini, in cinquanta anni di carriera e successi.

Un libro che invece analizza la musica degli anni sessanta è “Live! I migliori album «dal vivo» degli anni '60 e '70” di Claudio Gargano e Antonio Iannetti: qui in 20 dischi inglesi e 20 dischi americani, dai Grateful Dead di "Live/Dead" a "The Concert In Central Park" di Simon & Garfunkel si percorre ciò che avvenne nel giro di appena tre anni. Si parte dal festival di Monterey (1967) a quello di Woodstock (1969)  con la grande stagione dei concerti rock che come in un rito orgiastico tendeva a finalizzare  nuove forme di società e comunicazione Alla fine degli anni sessanta l'industria discografica impose poi un ritorno all'ordine,  dettando svolgimenti e tempi. Le majors compresero i guadagni che si potevano ricavare. Si diede avvio così ai tour planetari utili sia a promuovere gli album, ma anche a favorire una vera e propria discografia parallela, tratta dai concerti live.

Di recente è uscita la raccolta “Cuore matto” che raccoglie i maggiori successi, da “Riderà” a “24 mila baci”, da “Resta con me” a “Che tipo rock” fino a “Il ragazzo col ciuffo”, “Perché m'hai fatto innamorare”, “Quando vedrai la mia ragazza”, “Bada bambina”, “La donna di picche”, “Cuore matto”, “La spada nel cuore”, “Ti senti sola stasera”.

 
© Riproduzione riservata
Scritto da
Elio Grimani
Home
 
Personaggi correlati
Little Tony,



Da non perdere






Ultime news
Recensioni