X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

La grande bellezza, la stampa estera paragona il film di Sorrentino a Federico Fellini

21/05/2013 14:55
La grande bellezza la stampa estera paragona il film di Sorrentino Federico Fellini

Paolo Sorrentino regista de La grande bellezza, con Toni Servillo, Sabrina Ferilli e Carlo Verdone

La grande bellezza di Paolo Sorrentino è stato presentato in concorso a Cannes, riscuotendo successo di critica (al seguente link è possibile leggere i dettagli del film). La trama ruota attorno a Jep Gambradella, un giornalista che si perde nella Roma d’inizio millennio, tra feste, sceneggiatori frustrati, spogliarelliste quarantenni, cardinali con vocazioni papali.

La stampa estera ha già espresso il suo giudizio positivo, paragonando il film a “La dolce vita” (1959) di Federico Fellini, pellicola che vinse il Festival di Cannes. 

Jay Weissberg su Variety ricorda la “censura che si riversò su "La dolce vita" 53 anni fa. Il confronto non è solo casuale: come il capolavoro di Fellini, "La Grande Bellezza" utilizza una figura esistenzialmente esausta, come guida dantesca attraverso la decadenza della moderna vita romana (...) Come per "Il Divo" e "This Must Be the Place" Sorrentino continua ad affrontare i grandi temi con una straordinaria combinazione di ampie pennellate e minuti dettagli. La passione unita all'intelletto sono diventati il suo marchio di fabbrica”. Peter Bradshaw nel The Guardian nota la “vitalità muscolare e quasi maniacale nelle scene, anche i momenti più tranquilli (...) nella scena della mostra d'arte, del funerale Toni Servillo è meraviglioso nel ruolo, il suo sguardo dagli occhi tristi reso più intenso dalle  lenti a contatto blu (...) Questo film si sente superbo, è cinema puro. Ma c'è anche un eccesso di ricchezza e di magniloquenza (...) è tempo per Toni Servillo di ottenere il suo premio di miglior attore”. 

Deborah Young dell’Hollywood Reporter ricorda la “figlia del proprietario Ramona (Sabrina Ferilli) ancora spogliarellista alla veneranda età di 42 anni. La sua vitalità colpisce Jep e lo trascina in alcuni luoghi dell'alta società di un tempo (...) fino a quando scopre che lei è superficiale come tutti gli altri e si muove senza posa in mezzo ad altri giocattoli”. La Young cita poi Fellini come esempio per Sorrentino, soprattutto nella rappresentazione della chiesa: “Come Fellini trova il giusto tocco di divertimento rispettoso nel raffigurante la Chiesa e l'aristocrazia. Il Cardinale avvizzito interpretato da Roberto Herlitzka che dice di essere il prossimo Papa (...) Jep ingaggia per una festa dei partecipanti che sono reliquie degne di un mondo ormai passato, ancora circondato dalla grande architettura e l'arte dei loro antenati”. La fotografia di Luca Bigazzi “svolge un ruolo importante nella forma distintiva del film (...) le inquadrature finali dal fiume Tevere possono essere lette come una consolazione”.  

Per il francese 20minutes occorre “attribuire la Palma d'Oro a Paolo Sorrentino per il suo film che è assolutamente straordinario (...) si passa dal tragico al comico con un grande senso del ritmo (...) si è condotti in un vortice di immagini e musica che ci lascia con gli occhi lucidi di meraviglia”.

 
© Riproduzione riservata
Scritto da
Elio Grimani
Home
 

 
Galleria fotografica
Altri articoli Home

Star Wars, i libri che raccontano la saga a 40 anni dall'uscita del film

Guerre stellari (“Star Wars”) uscì il 25 maggio del 1977. In seguito fu intitolato “Star Wars: Episodio IV - Una nuova speranza”. Uno dei volumi più recenti che racconta la saga di George Lucas è “Star Wars: l'epoca Lucas. I segreti della più grande saga postmoderna” di Giorgio E. S. ...

 

Recensione del film Pirati dei Caraibi - La vendetta di Salazar

Pirati dei Caraibi - La vendetta di Salazar (“Pirates of the Caribbean: Dead Men Tell No Tales”) è il film di Joachim Rønning e Espen Sandberg nelle sale. Nel cast ci sono Johnny Depp, Javier Bardem, Brenton Thwaites, Kaya Scodelario. La narrazione procede senza troppi balzi di suspense, come si addice ad un racconto che ...

 

Festival di Cannes 2017: immagini di Nicole Kidman e Colin Farrell per il film 'The Killing of a Sacred Deer'

Nelle immagini che mostriamo ci sono i protagonisti del film “The Killing of a Sacred Deer”, diretto da Yorgos Lanthimos e in Concorso al Festival di Cannes. L’evento si è svolto presso il Nikki Beach: vi hanno partecipato Colin Farrell, Nicole Kidman, Keith Urban, Barry Keoghan, Raffey Cassidy, Sunny Suljic. La trama &eg...

 

Festival di Cannes 2017: le immagini di Lily Collins e Jake Gyllenhaal al party della Hollywood Foreign Press Association

Nelle immagini che mostriamo ci sono gli ospiti invitati alla serata filantropica svoltasi al festival di Cannes per la International Rescue Committee (IRC), organizzata dalla Hollywood Foreign Press Association (HFPA). Preso il Nikki Beach hanno partecipato Jake Gyllenhaal, Ben Stiller, Tilda Swinton, Adam Sandler, Brittany Snow, Lily Collins, Du...

 

Le celebrità e lo sport: un connubio sempre vincente ad Hollywood

“Mens sana in corpore sano”: una grande verità che viene presa molto sul serio nel mondo di Hollywood, dove il culto del corpo e della (presunta) perfezione psico-fisica regna sovrano. Anche se le apparenze suggerirebbero il contrario, quello delle star è uno stile di vita per certi versi molto stressante, visto che da lor...

 

The Dinner, il film sulle colpe dei figli con Richard Gere e Laura Linney

The Dinner è il film di Oren Moverman con Richard Gere, Laura Linney, Steve Coogan e Rebecca Hall. Paul (Coogan) e sua moglie Claire (Linney), Stan (Gere) - fratello maggiore di Paul - e la consorte Katelyn (Hall) vanno ad un’elegante cena. Durante le portate, dall’aperitivo all’antipasto la scansione temporale segnata dal...

 

Il piacere dell'onestà: il controllo spia su smartphone da Shakespeare alla Corte europea

La possibilità di scoprire cosa affermi un’altra persona in nostra assenza è una delle curiosità insite nell’uomo. Già William Shakespeare in “Otello” (1603) raccontava di come il cinico Jago facesse ingelosire il protagonista: fa portare il fazzoletto della moglie Desdemona sulle mani del presunt...

 

Festival di Cannes, una foto storica con i protagonisti dei decenni

Al Festival di Cannes si è tenuto un photo call particolare, per celebrare i settanta anni dell’evento. Tra i vincitori c’erano Laurent Cantet  (Palma d’Oro nel 2008),  Jerry Schatzberg (Palma d’Oro Nel 1973),  Claude Lelouch  (vincitore del 1966),  Michael Haneke  (Palma d'Oro 2009-2012...

 

Film più visti della settimana, 'Alien: Covenant' e 'Everything, Everything' sono ai primi posti

Il box office dei film più visti negli Stati Uniti dal 19 al 21 maggio 2017 vede al primo posto la novità “Alien: Covenant” (36.160.621 dollari, leggi la recensione del comic): l'equipaggio di un’astronave scopre un paradiso inesplorato, dove però emerge anche una minaccia da cui fuggire. Al secondo posto sce...

 

Innamorato pazzo, il film commedia con Myrna Loy e William Powell sugli opposti conciliati

Innamorato pazzo (“Love Crazy”, 1941) è il film di Jack Conway con William Powell, Myrna Loy e Gail Patrick. usciva nelle sale statunitensi il 23 maggio del 1941. L’architetto eccentrico Steve Ireland (William Powell) e la moglie Susan (Myrna Loy) al quarto anniversario di matrimonio vorrebbero rivivere la prima notte...

 

Da non perdere

Ultime news
Recensioni