X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Buon compleanno Tinto: compie 80 anni il regista de 'La chiave'

26/03/2013 14:26
Buon compleanno Tinto compie 80 anni  il regista de 'La chiave'

L'artista veneto festeggia a Roma ed annuncia un nuovo film con Caterina Varzi

Si chiamerà "Ziva, l'isola che non c'è" il nuovo film di Tinto Brass che oggi compie ottant'anni e sarà la storia molto erotica di una donna che, rimasta sola dopo la partenza del coniuge per il fronte, si consola con altri uomini. Ziva, interpretata da Caterina Varzi, è guardiana di un faro in un'isola della Dalmazia durante la guerra e convince soldati di differenti nazioni a disertare: un italiano, un tedesco ed un parà inglese. Si prende cura di loro fino al ritorno del marito che la trova soddisfatta...

Le riprese cinematografiche inizieranno nel mese di giugno ed una discinta Varzi, che nella vita è avvocatessa e psicanalista junghiana, si cimenterà con la recitazione: non è certo un bocciolo di rosa (sulla sua vera età vige il segreto, ma sicuro non è una giovinetta!), eppure probabilmente spera di ricalcare le orme di tante attrici che l'hanno preceduta e, dopo essersi fatte un po' palpeggiare, hanno preso la via del successo. Basti pensare a Serena Grandi, a Francesca Dellera e a Stefania Sandrelli che trent'anni fa interpretò "La chiave", film tratto dal romanzo dello scrittore giapponese Tanizaki Jun'ichir? che la consacrò come icona sexy.

Al momento Tinto Brass festeggia a Roma il proprio compleanno invitando a casa una ventina di amici e si mostra sereno col sigaro in bocca. Nonostante l'età avanzi, lo aspettano stimolanti progetti. Ne ha fatta di strada da quand'era un laureando in giurisprudenza appassionato di cinema e la vita richiede sempre di guardare avanti, con fiducia ed ottimismo. Lui, che proveniva da una famiglia friulana di lontane origine austriache, l'amore per le immagini ce l'aveva nel sangue, essendo nipote del pittore Italico Brass. Con i suoi film riesce ad esprimerlo, in lavori spesso contestati, in bilico fra desideri e sogni personali e giudizi, talvolta roventi, da parte della critica.

 
© Riproduzione riservata
Scritto da
Silvia Niri
Home
 
Personaggi correlati
Tinto Brass



Da non perdere






Ultime news
Recensioni