X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Lina Makhoul, ‘The Voice’ più bella d'Israele

25/03/2013 09:55
Lina Makhoul ‘The Voice’ bella d'Israele

Un'esordiente di diciannove anni si aggiudica l'agognata vittoria all'edizione israeliana di “The Voice”

È giovanissima, ma ha già una personalità molto forte la vincitrice dell'edizione israeliana di "The Voice", Lina Makhoul. Diciannove anni che sprizzano talento da tutti i pori ed un viso d'un fascino intenso ed espressivo che denota le sue origini arabe, la cantante ha sbaragliato ogni altro concorrente durante la finalissima, trasmessa in diretta sabato scorso dal Palasport di Tel Aviv. In questi mesi aveva già conquistato i giudici col suo vasto repertorio d'interpretazioni canore fra cui spiccano pezzi di Alicia Keys, Fairouz e Whitney Houston, ma per la serata conclusiva del reality ha dato davvero l'anima lasciando il pubblico semplicemente incantato. Quando, ad un certo punto della serata, ha eseguito il brano "Alleluya" di Leonard Cohen, ha scatenato una standing ovation da brivido!

Lina Makhoul nella vita fa la commessa e viene da una città di pescatori, Akko (l'antica San Giovanni d'Acri). Parla cinque lingue e la sua è una famiglia araba di religione cristiana; per questo la ragazza, con la sua vittoria, è divenuta simbolo del riscatto delle minoranze. In un Israele dove per gli arabi l'ascensore sociale non ha fatto molti piani e la loro comunità rimane sovente oggetto di pregiudizi e discriminazioni, l'affermarsi della cantante, che riceverà un contratto discografico ed una borsa di studio per una prestigiosa scuola musicale, è un evento importante.

Qualche settimana prima del trionfo di Lina, è stata eletta la prima reginetta di pelle nera nella storia del Paese: Yitysh Aynaw, una bellezza d'origini etiopi, che ha meritato il titolo di Miss Israele ed è stata invitata al party del presidente Shimon Peres, a Gerusalemme, per incontrare Barack Obama. Altro accadimento emblematico. A significare che le barriere sociali, politiche, etniche e religiose possono essere oltrepassate.

 
© Riproduzione riservata
Scritto da
Silvia Niri
Home
 

 
Galleria fotografica
Altri articoli Home

C'è posta per te: Belén Rodríguez e Riccardo Scamarcio ospiti della nuova puntata

Belen Rodriguez e Riccardo Scamarcio sono gli ospiti della terza puntata della ventesima edizione di "C'è posta per te", in onda su Canale 5 il 21 gennaio 2017.  Il pubblico televisivo prosegue nel mostrare la sua affezione nei confronti del people show condotto da Maria De Filippi. La precedente puntata ha registrato 5 milioni e ...

 

Riverdale, una serie tv sulla vivacità adolescenziale

La serie televisiva "Riverdale" debutta sul network statunitense The CW il 26 gennaio 2017, dal giorno successivo è resa disponibile sulla piattaforma streaming Netflix. Sviluppata da Roberto Aguirre-Sacasa, trasporta sul piccolo schermo le vicende di Archie Andrews, protagonista della serie a fumetti pubblicata da Archie Comics. La trama&n...

 

24, la serie di Jack Bauer ha cambiato la tv con il suo stile narrativo e lo split screen

"24" è stata probabilmente la serie tv a sfondo spionaggistico e complottistico che è piaciuta di più, dall'alto dei suoi 192 episodi in otto stagioni; la creatura di Joel Surnow and Robert Cochran è andata in onda dal 2001 al 2010 sulla Fox con protagonista Kiefer Sutherland nei panni dell'agente anti terrorismo Jack Ba...

 

Sanremo 2017, il Dopofestival: novità nel cast artistico

Nella sessantasettesima edizione del Festival della Canzone Italiana di Sanremo, in onda su Rai 1 dal 7 all'11 febbraio 2016, si rinnova l'appuntamento con il Dopofestival.  Sanremo 2017, i cantanti in gara Al termine di ciascuna delle cinque serate delle kermesse, va in onda lo show condotto da Nicola Savino e dalla Gialappa's Band, in...

 

Feed the Beast, recensione del primo episodio della serie tv

Abbiamo guardato il primo episodio di "Feed the Beast", basata sulla serie televisiva danese "Bankerot". La fiction sviluppata da Clyde Phillips alterna il fascino del mondo della cucina a dinamiche narrative tipicamente crime. L'ambito culinario è comparso in più occasioni nella serialità italiana, spesso unito ai toni della ...

 

Shades of Blue, l'atmosfera del crime drama negli episodi della prima stagione della serie tv

La prima stagione della serie televisiva "Shades of Blue" è disponibile sulla piattaforma streaming Infinity dal 18 gennaio 2017. La trama è incentrata sulla figura di Harlee Santos, madre single e detective. La sua squadra è guidata dal tenente Matt Wozniak, il quale la guida in azioni al di fuori della legalità. ...

 

Killing Reagan, recensione del film tv

Il film tv intitolato "Killing Reagan" racconta i momenti antecedenti e successivi all'attentato a Ronald Reagan, avvenuto a Washington il 30 marzo 1981. Basato sul libro "Killing Reagan: The Violent Assault That Changed a Presidency" di Bill O'Reilly, offre un'attenta rappresentazione delle conseguenze scaturite dal tentato assassinio del quarant...

 

Una serie di sfortunati eventi, misteri e complotti negli episodi della prima stagione

La prima stagione di "Una serie di sfortunati eventi" (Titolo originale: "A Series Of Unfortunate Events") è disponibile sulla piattaforma streaming Netflix fal 13 gennaio 2017.  La trama della serie televisiva è basata sull'omonimo ciclo di romanzi di Lemony Snicket e segue le vicende dei tre orfani Baudelaire. Il tutore C...

 

Un passo dal cielo, intervista a Nathalie Rapti Gomez: 'i ruoli forti sono i miei preferiti'

La quarta stagione di "Un passo dal cielo" debutta su Rai 1 il 17 gennaio 2017.  Abbiamo intervistato l'attrice Nathalie Rapti Gomez, la quale partecipa alla seconda puntata e interpreta un ruolo da antagonista.  D: Che caratteristiche possiede il tuo personaggio? R: Il mio personaggio si chiama Pam. Fa parte di una banda di narcotraff...

 

Serie TV più viste negli USA: primo posto per la dramedy 'This Is Us'

"This Is Us" conquista la prima posizione della classifica settimanale delle serie televisive più viste negli Stati Uniti. L'undicesimo episodio della dramedy creata da Dan Fogelman, intitolato "The Right Thing to Do" e diretto da Timothy Busfield, ha registrato 10.48 milioni di spettatori.  Il secondo posto è occupato...

 
Da non perdere






Ultime news
Recensioni