X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Paolo Virz, il cinema americano degli '70 omaggiato al Torino Film Festival

06/02/2013 09:35
Paolo Virz il cinema americano degli '70 omaggiato al Torino Film Festival

Il nuovo cinema americano tra il 1967 e il 1976 il titolo della retrospettiva del Torino Film Festival

Paolo Virzì ha anticipato ieri alcuni novità del Torino Film Festival, da lui diretto. “Tenterà di realizzare in nove giorni l’utopia di un cinema senza confini - dice Virzì - dove lo spettacolo e l’intrattenimento popolare abitano nello stesso luogo dei percorsi d’autore”. Si esplorerà così il documentario, il cinema sperimentale, per sfociare nel web dive gli utenti potranno vedere il film pellicole.
La novità è la retrospettiva, curata da Emanuela Martini e analizzerà la nuova Hollywood. “Il nuovo cinema americano tra il 1967 e il 1976” è il titolo, e nell’arco di due edizioni del festival proporrà circa ottanta film americani realizzati nel decennio, affrontando miti originati dalla controcultura e sviluppati dai giovani talenti provenienti dal cinema indipendente. Tra i titoli figurano “Cinque pezzi facili”, “Mean Streets”, “Una squillo per l’ispettore Klute”, “La conversazione”, “Sugarland Express”, “California poker”, “Non si uccidono così anche i cavalli?”, “Lo spaventapasseri”, “L’ultimo spettacolo”, “Gli amici di Eddie Coyle”, “Smile”, “Monte Walsh”, “Il pornografo”. È proprio in questo decenni che l’industria cinematografica hollywoodiana fronteggia l'imperversare della televisione e il terremoto culturale nato dagli assassinii politici come quelli dei John Fitzgerald Kennedy e di Martin Luther King, dalla guerra del Vietnam e ai movimenti degli studenti e degli afroamericani. Da qui sorgono Peter Bogdanovich, Bob Rafelson, Jerry Schatzberg, Martin Scorsese, Steven Spielberg, Francis Coppola, Sydney Pollack, Jonathan Demme, Michael Cimino, Clint Eastwood, Brian De Palma, Robert Altman, Mel Brooks e Woody Allen.
Per quanto concerne il cinema italiano la retrospettiva sarà dedicata a un cineasta contemporaneo. “Da un lato abbiamo il progetto di rilanciare il Premio del pubblico – dice Virzì - dall’altro stiamo studiando la maniera con cui dare un risalto affettuoso al momento dell’ingresso degli ospiti in sala, attraverso una formula nuova, spettacolare e informale”.

 
© Riproduzione riservata
Scritto da
Elio Grimani
Home
 
Personaggi correlati
Paolo Virz



 
Galleria fotografica
Articoli correlati

Paolo Virzì, 'Il Capitale umano' esce il 9 gennaio in 400 copie, noir in Brianza

Paolo Virzì, il simpatico regista livornese noto per "Ovosodo" e "My name's Tanino", ha dato alle stampe la sua ultima fatica, "Il capitale umano", che potremo vedere nelle sale a partire dal 9 gennaio, distribuito in circa 400 copie. Nel cast della pellicola saranno presenti Valeria Golino, Valeria Bruni Tedeschi, sorella di Carla B...

 

Paolo Virzì, ecco 'Il Capitale umano' nel 2014 ma esce dal Torino Film Festival

Paolo Virzì presenta il suo nuovo film, "Il capitale umano", del quale si sa ancora piuttosto poco, se non che uscirà all'inizio del 2014 e che presenta un cast di alto livello. Valeria Bruni Tedeschi, Valeria Golino, Luigi Lo Cascio, Fabrizio Bentivoglio e Fabrizio Gifuni sono i principali attori. Virzì è molto mani...

 

Torino Film Festival, la madre Paloma gelosa del figlio vince la 31a edizione

Il Torino Film Festival ha annunciato i vincitori della trentunesima edizione. Il premio di 15.000 euro è andato al film “Club Sándwich” di Fernando Eimbcke, dal Messico. La trama ruota attorno a Paloma, madre single che ha come migliore amico il figlio quindicenne Hector: ma durante una vacanza al mare il loro rapporto mu...

 
Da non perdere






Ultime news
Recensioni