X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Chi l'ha visto? e le donne vittime di violenza

31/01/2013 07:33
Chi l'ha visto? le donne vittime di violenza

Nuovo appuntamento con Chi l'ha visto?. Federica Sciarelli ha puntato i riflettori sull'omicidio di Sabrina Mollicone, avvenuto ormai dieci anni fa, e dai nuovi indizi emersi dalle ultime indagini

Ieri sera Chi l'ha visto? condotto da Federica Sciarelli ha puntato i riflettori sui casi di persone scomparse da anni e di cui nessuno sembra più occuparsi e ha affrontato storie drammatiche di cronaca nera che al momento non trovano una soluzione. Uno dei casi protagonisti della trasmissione è stato quello del delitto di Serena Mollicone, ragazza scomparsa da Arce, un piccolo centro in provincia di Frosinone, il 1° giugno 2001. Il corpo della ragazza è stato ritrovato dopo due giorni tra le sterpaglie ai margini di un bosco vicino ad Arce con la testa infilata in un sacchetto di plastica e le mani e i piedi legati: si tratta di una vera e propria esecuzione. Secondo il medico legale che ha eseguito l'autopsia del corpo di Serena la ragazza è morta per asfissia e verso di lei non è stata usata né violenza sessuale né ci sono tracce di segni di collutazione; ad ucciderla è stato il sacchetto di plastica che l'assassino ha usato per coprirle la testa. Un atroce delitto. Chi ha ucciso Serena? Perché usare tanta violenza verso una ragazzina di 18 anni?

L'omicidio della povera Serena è circondata da fitti misteri, ritrattazioni e bugie. Quando la ragazza è sparita non aveva con se il suo cellulare, infatti il padre lo ha trovato in un cassetto della scrivania diversi giorni dopo il ritrovamento del suo cadavere. Qualcuno è entrato in casa dopo l'omicidio è lo ha lasciato di proposito? Pochi mesi dopo un carrozziere del posto di 36 anni è stato fermato dalla polizia perché in possesso di un bigliettino scritto dalla ragazza; poco tempo dopo le accuse contro di lui sono cadute. Nel 2008 il brigadiere dei carabinieri Santino Tuzzi si è ucciso con la pistola d'ordinanza pochi giorni dopo aver testimoniato di aver visto Serena entrare in caserma il giorno della scomparsa. Il 27 giugno 2011 l'ex maresciallo dei carabinieri di Arce Franco Mottola, suo figlio Marco, un altro carabiniere, Francesco Suprano, l'allora fidanzato di Serena, Michele Fioretti e la madre del ragazzo, Rosina Partigianoni sono state iscritte nel registro degli indagati. Pochi giorni fa i carabinieri del Ris hanno convocato a Roma i sei indagati per l'omicidio di Serena Mollicone, i familiari della ragazza e i rispettivi avvocati in quanto sono stati resi noti i risultati del test del DNA e delle impronte dattiloscopiche eseguiti in questi ultimi tre mesi anche su altre venti persone vicine alla sfera affettiva della giovane. Dopo questo accurato esame del DNA i sei indagati sono stati scagionati.

Purtroppo la cronaca nera è piena di storie le cui vittime sono dei giovani, spesso oggetto di raptus si follia e di rabbia degli adulti ma non solo. Infatti l'assassino si può nascondere nella falsa ingenuità di un suo pari, che vede nell'amica coetanea non un essere umano ma un semplice oggetto da usare a suo piacimento per poi gettarlo via. E quello che è accaduto nel 1988 a Junko Furuta, studentessa liceale giapponese nota per le sevizie messe in opera da alcuni suoi amici che le causarono poi la morte. La povera ragazza fu tenuta prigioniera per 44 giorni all'interno di una casa di proprietà dei quattro ragazzi, approfittando del fatto che i genitori erano fuori città. La giovane subì delle torture inenarrabili (si parla di un totale di 500 violenze subite da 100 uomini diversi), fu percossa con spranghe e manubri, la cosparsero di molte parti di benzina bruciandola viva. Junko morì poche ore dopo. I ragazzi non furono arrestati in quanto minorenni e per la legge giapponese non potevano avere responsabilità penale.

Altro terribile omicidio è quello che riguarda Kitty Genovese, uccisa nel 1964 a New York. Mentre tornava a casa dal lavoro verso le tre di notte (la donna gestiva un bar), Kitty fu accoltellata per due volte alle spalle da Winston Moseley, un' operatore di macchine da stampa. I vicini sentendo le urla della donna e videndo che barcollava ferita, intimarono l'assassino di lasciarla in pace, ma il fatto ambiguo, tant'è che venne definito dagli inquirenti "sindrome dello spettatore" e che nessuno uscì di casa per darle una mano e le chiamate alla polizia furono poche e confuse. La donna riuscì a scappare ma non arrivò lontano, l'assassino la raggiunse, la violentò e la uccise con altre ferite da coltello. Moseley fu catturato e condannato a morte, dopo aver confessato di aver ucciso altre due donne.

Ogni tipo di violenza è intollerabile, ma la gravità di questi omicidi commessi con tanta superficialità da parte degli assassini, non vedendo che a subire l'aggressione è una persona in carne e ed ossa, lascia sbalorditi e fa paura.

 
© Riproduzione riservata
Home
 
 
Galleria fotografica
Altri articoli Home

Scomparsa, serie tv: anticipazioni della prima puntata

La serie televisiva “Scomparsa” debutta questa sera su Rai 1.  La prima puntata, in onda dalle 21.25, introduce il rapporto tra la psichiatra infantile Nora Telese (Vanessa Incontrada” e sua figlia Camilla (Eleonora Gaggero), le due si sono trasferite da Milano a San Benedetto del Tronto.  Nella sera della festa d...

 

"Splitting Up Together", Jenna Fischer parla male di Saint Louis e recita in un film di Clint Eastwood

"Splitting Up Together" è una delle incognite della stagione televisiva in corso: la sitcom targata ABC debutterà infatti in un momento imprecisato fra la fine del 2017 e la primavera del 2018. Questa serie tv, basata sul programma danese "Bedre skilt end aldrig" di Mette Heeno, Mie Andreasen ed Hella Joof, è stata adattata per...

 

Rosy Abate - La serie, intervista all'attore Mario Sgueglia

Abbiamo intervistato in esclusiva l'attore Mario Sgueglia, tra gli interpreti di "Rosy Abate - La serie".  D: Il debutto di "Rosy Abate" è stato accolto con grande successo di pubblico, secondo te quali sono le principali cause della popolarità del personaggio interpretato da Giulia Michelini? R: Giulia è straordina...

 

"Z Nation 4", Kellita Smith segue le visioni verso Est e appare in "Hell's Kitchen"

"Z Nation 4" continua a mantenersi su una falsariga piuttosto accattivante, a metà fra la parodia di "The Walking Dead" e il fumetto anni ottanta a base di splatter e trovate demenziali. Senza troppe pretese, la creatura Syfy ha saputo guadagnarsi un pubblico fedele, pur senza raggiungere livelli di ascolto paragonabili a quelli delle serie ...

 

Vida, novità nel cast della serie tv

Starz ha annunciato l’ingresso di Mishel Prada (“Fear the Walking Dead: Passage”), Karen Ser Anzoategui (“East Los Hig”, ), Chelsea Rendon ("The Fosters ”), Carlos Miranda (“Chicago PD”) e Maria Elena Laas ("Vital Signs") nel cast di “Vida”. Lo showrunner della serie televisiva è T...

 

La strada di casa, anticipazioni prima puntata

La serie televisiva "La strada di casa" debutta domani sera su Rai 1. La prima puntata delinea le circostanze su cui si basa il racconto, il personaggio principale è Fausto Morra (Alessio Boni), un imprenditore agricolo di successo che custodisce un segreto. Paolo Ghilardi (Nicola Adobati), un ispettore del distretto veterinari, è in...

 

The Little Drummer Girl: dopo 'The Night Manager' una nuova miniserie basata su un romanzo di John le Carré

Dopo il grande successo riscosso da “The Night Manager”, The Ink Factory, BBC ONE e AMC hanno annunciato il loro nuovo progetto, si tratta della miniserie televisiva “The Little Drummer Girl”, basata sull’omonimo romanzo dello scrittore britannico John le Carré.  Articolata in sei parti, "The Little Drumme...

 

"Shameless 8" rinnovato per la nona stagione, ma Ethan Cutkosky è un bad boy non solo sul set

"Shameless 8", la serie tv su una famiglia disfunzionale che cerca di arrangiarsi nei quartieri popolari di Chicago, è ormai un grande classico del piccolo schermo: Showtime ha deciso di rinnovarla per una nona stagione, confermando l'intero cast tra cui le star William H. Macy ed Emmy Rossum. Difficile biasimarli dal momento che la premi&eg...

 

Dietland, la serie tv: nel cast anche Julianna Margulies

AMC ha annunciato nei giorni scorsi che Julianna Margulies interpreterà il ruolo di Kitty Montgomery nella nuova serie televisiva "Dietland" basata sull'omonimo romanzo del 2015 di Sarai Walker.  L'attrice e produttrice statunitense è nota al pubblico televisivo per la sua partecipazione al celebre medical drama "E.R. - Med...

 

"Mr. Robot", Rami Malek stupisce nei panni del mito Freddie Mercury e in "Papillon"

"Mr. Robot", la serie tv sulla vita del giovane dissociato sociopatico Elliot, è giunta alla terza stagione e le vicende degli stralunati personaggi impegnati a rovesciare l'ordine finanziario mondiale continuano a sorprendere. In questa stagione lo show ha mantenuto lo stile delle precedenti, con una trama estremamente avvincente e un punto...

 
Da non perdere
Ultime news
Recensioni