X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Recensione film Django Unchained, Quentin Tarantino tra schiavitù e western

17/01/2013 07:10
Recensione film Django Unchained Quentin Tarantino tra schiavitý western

Ambientato in un periodo storico tormentato dalle tensioni che hanno portato alla guerra di secessione, un uomo è costretto a lottare per ritrovare sua moglie venduta come schiava

Django Unchained è il film scritto e diretto da Quentin Tarantino che sullo sfondo di problematiche connesse alla schiavitù traccia una storia western ambientata nel 1858 nel profondo sud degli Stati Uniti. In un periodo storico politicamente tormentato un uomo è costretto a lottare per la propria indipendenza e sopravvivenza.

Django (Jamie Foxx) è uno schiavo che vive ossessionato dalla ricerca della moglie Broomhilda (Kerry Washington) separata da lui dopo che è stata venduta dal suo padrone. Django dopo essere stato liberato si unisce all'ex dentiste e cacciatore di taglie Dr. King Schultz (Christoph Waltz) ma la ricerca dell'amata moglie lo porterà a confrontarsi con il famigerato Calvin Candie (Leonardo DiCaprio).

Quentin Tarantino si è ispirato al cinema celebrato con l'appellativo di Spaghetti Western. Un genere che ha permesso al cinema italiano di essere un punto di riferimento negli anni sessanta, un genere che ha visto tra i massimi esponenti il regista Sergio Leone e le colonne sonore di Ennio Morricone. Tuttavia il personaggio intorno al quale Tarantino fa ruotare la storia sembra essere quello del Dr. King Schultz, detto "il dentista". Il regista sembra essersi ispirato ad un pistolero realmente esistito nella storia del west e ripreso in numerosi film sia per la complessità che per la drammaticità del personaggio. Si tratta di Doc Holliday, proveniente da una buona famiglia, si prese una laurea in odontoiatria e la tubercolosi. Fu per quest'ultima che abbandonò la professione e si spostò in cerca di un clima migliore per la sua salute, divenendo un pistolero di fama. Stabilitosi per un periodo a Tombstone prese parte ad una delle più celebri sparatorie della storia del west, quella dell'O.k. Corral, insieme al sua amico Wyatt Earp. Quello di Doc Holliday fu un ruolo molto ambito per registi ed attori, va ricordata l'interpretazione di Dennis Quaid in Wyatt Erp del 1994. Tarantino riprende il ruolo del dentista conferendole un minore spessore drammatico ma lo colloca perfettamente all'interno della storia conferendogli l'adeguata ironia, anche se il personaggio sembra perdere l'iniziale carisma non appena la trama si dirige verso la liberazione di Broomhilda.

Il regista in Django Unchained conferisce una buona chimica ai personaggi sorretti da un'altrettanto ottima interpretazione da parte del cast. La fotografia è magnetica, la trama è diretta ed efficace e la narrazione spettacolare ed ironica pervasa dalla violenza che accompagna i film di Tarantino. Un film divertente che asseconda la passione del regista per il genere trattato senza seguirne la caratterizzazione in profondità. Manca quel tratto amaro che si alternava ad un sarcasmo malinconico che faceva sentire i protagonisti vittime del loro tempo.

 
© Riproduzione riservata
Home
 
Personaggi correlati
Quentin Tarantino, Leonardo DiCaprio, Christoph Waltz, Kerry Washington, Jamie Foxx
Film correlati
Django Unchained

 
Galleria fotografica
Articoli correlati

Alita: Battle Angels, dall'omonimo manga il nuovo film sci-fi diretto da Robert Rodriguez

Alita: Battle Angels è un film in fase di progettazione e lavorazione prodotto da James Cameron e Jon Ladau, i quali – in collaborazione con la Fox – stanno sostenendo il progetto tramite la loro Lightstorm Entertainment. L’opera sarà diretta da Robert Rodriguez (“Machete”) e interpretata da Christoph Wal...

 

The Corporation, il film sulla mafia cubana negli States prodotto da Leonardo DiCaprio

Una nuova produzione per Leonardo DiCaprio. È notizia recente che la Paramount e la Appian Way di Leonardo DiCaprio abbiano acquistato i diritti di “The Corporation: An Epic Story of the Cuba American Underworld”, libro ancora inedito (sarà pubblicato nel 2017) di T. J. English sulla storia vera del mafioso cubano Miguel B...

 

The Legend of Tarzan: recensione del film dove l'epicità di un'opera scade nella sua parodia

Il regista degli ultimi episodi della saga di Harry Potter, che presto ritroveremo al cinema con Animali fantastici e dove trovarli, propone un film incentrato sull’eroe selvaggio che si apre alla civiltà il cui nome è Tarzan. The Legend of Tarzan narra la storia del ritorno dell’iconico personaggio di nome Tarzan (Alexan...

 

Forever Young, da David Bowie a Leonardo DiCaprio: l'eterna giovinezza al cinema

Nelle sale italiane arriva “Forever Young” di Fausto Brizzi con protagonisti Teo Teocoli, Sabrina Ferilli, Fabrizio Bentivoglio e Lillo nei panni di una generazione che, in barba agli "anta", dichiara guerra ai radicali liberi. L'imperativo è noto: vietato invecchiare! La ricerca dell'elisir di eterna giovinezza affonda le radic...

 

Delirium, il film horror su inquietanti presenze prodotto da Leonardo DiCaprio

Delirium è un film horror diretto da Dennis Iliadis (L’ultima casa a sinistra, Hardcore) interpretato da Topher Grace, Genesis Rodriguez e Patricia Clarkson. La pellicola è prodotta dalle case di produzione Blumhouse Productions, GK Films e dall’Appian Way di Leonardo DiCaprio, niente meno che il neo premio Oscar in person...

 

The Revenant, intervista all'attore Fabrice Adde: 'Inarritu mi ha permesso di recitare d'istinto'

Revenant - Redivivo, il film di Alejandro González Iñárritu vincitore di tre premi Oscar con Leonardo DiCaprio ha nella sua essenza l’adattarsi ad eventi naturali, mostrano personaggi primordiali quasi con un intento documentaristico. Mauxa ha intervistato uno degli attori che collima con questi ruoli. Fabrice Adde inter...

 

Tulip Fever, il nuovo film romantico con Alicia Vikander e Cara Delevingne

Tratto dal romanzo “Il sogno dei tulipani” di Deborah Moggach, “Tulip Fever” è un film romantico diretto da Justin Chadwick, sceneggiato da Tom Stoppard (“Shakespeare in Love”, “Anna Karenina”) e interpretato da Alicia Vikander, Cara Delevingne, Christoph Waltz (“Bastardi senza gloria&rdq...

 

The Crowded Room: il nuovo film thriller prodotto e interpretato da Leonardo DiCaprio

Un nuovo film per Leonardo DiCaprio. Dopo la faticosa interpretazione da protagonista nel film di Alejandro González Iñárritu “Revenant – Redivivo”, Leonardo DiCaprio sta per realizzare un progetto che ha in mente da vent’anni: l’adattamento del romanzo di Daniel Keyes “Una stanza piena di bo...

 

Cinema e pittura, la parola alle immagini da Dreyer a Quentin Tarantino

Molti registi come esempio per le loro inquadrature scelgono di usare dei quadri: le parole inquadratura e quadro derivano dalla stessa, 'quattro', ossia i quattro lati di cui sono composti. Esempi lampanti sono le immagini del protagonista di “Mamma Roma” di Pasolini e “Il Cristo morto” di Mantegna, il bacio dei protagonis...

 

The Hateful Eight, la recensione dell'animalesca giustizia western di Quentin Tarantino

The Hateful Eight rappresenta l’ottavo film scritto e diretto da Quentin Tarantino. Con un cast artistico di notevole spessore, tra ci spiccano i nomi di Kurt Russell, Jennifer Jason Leigh e Samuel L. Jackson, il regista dipinge il suo lungometraggio di un’atmosfera western servendosi delle musiche composte da Ennio Morricone. La trama...

 

Da non perdere

Ultime news
Recensioni