X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Recensione Film Lo Hobbit, il viaggio atteso al botteghino da Peter Jackson

13/12/2012 06:06
Recensione Film Lo Hobbit il viaggio atteso al botteghino da Peter Jackson

Peter Jackson dirige Lo Hobbit, dalla saga di J.R.R. Tolkien: nel cast Martin Freeman, Orlando Bloom e Cate Blanchett

Lo Hobbit - Un viaggio inaspettato di Peter Jackson non si sottrae alla maniera delle saghe imperiture che al box office hanno ottenuto buon successo. 2.9 miliardi di dollari fanno gola al fatturato di ogni azienda, tanto hanno incassato complessivamente i tre precedenti film. Così il prodotto tende a replicare l'offerta. Ma ci si chiede se da parte dei telespettatori ci sia tanta domanda, ormai avvezzi a sequel continui da Twilight (cinque) a The Avengers (in attesa del secondo, senza contare Thor 2Captain America 2).

Lo Hobbit segue le vicende di Bilbo Baggins che assieme a Gandalf e tredici nani parte alla conquista di Erebor, antico tesoro città atterrite dal  drago Smaug. Con lui c’è anche Thorin Scudodiquercia, e se riuscirà nell’impresa otterrà un quattordicesimo del bottino. Non mancano le Montagne Nebbiose, le peripezie fino alla scoperta dell’Anello di Sauron. Un anello che per ora conferisce il dono dell’invisibilità, ma che in realtà fu forgiato per sottomettere tutti i popoli liberi, con una funzione che sarà messa in evidenza solo nel successivo Il Signore degli Anelli. L’incisione presente nell’oro è sibillina, pronunciata da Sauron nel momento in cui lo fondeva: “Un Anello per domarli, Un Anello per trovarli, / Un Anello per ghermirli e nel buio incatenarli”.

Lo Hobbit prosegue per una narrazione lineare, degna delle migliori favole dei Grimm e che J.R.R. Tolkienavrebbe approvato. La scena del taglio delle corde è degna del miglior cinema spettacolare d'inizio millennio, e Peter Jackson sa dosare movimenti della macchina da presa con tensione e senso del sublime, come già fece inKing Kong (2005). Le inquadrature in campo lungo predominano sui dettagli e certamente il 7 euro del biglietto sono ben ripagati. Ma il senso di già visto predomina sulla novità, i dialoghi scorrono senza dimestichezza, la fotografia non è diversa da quella di un catalogo di crociere sui fiordi. Gli attori, da Martin Freeman (Bilbo)  aOrlando Bloom (Legolas) a Cate Blanchett (Galadriel) sono asserviti all'apparato produttivo, come su una scacchiera in attesa della mossa finale

Per Lo Hobbit i 150 milioni di budget stimato sono amplificati poi dall’effetto dei 48 fotogrammi al secondo, che rendono la storia più vera di ciò che vediamo, ossia irreale. Le precedenti saghe di Peter Jackson hanno incassato in media 10,3 volte il costo: Il signore degli anelli - La compagnia dell’anello (The Lord of the Rings: The Fellowship of the Ring, 2001) costò 93 milioni di dollari incassando 871.530.324 dollari. Le due torri (The Lord of the Rings: The Two Towers, 2002) costò 94 milioni con un incasso di 926,047,111 dollari; Il ritorno del Re (The Lord of the Rings: The Return of the King, 2003) costato come il precedente svettò con 1,119,929,521 dollari. 

Lo Hobbit dovrebbe incassare 1,5 miliardi. Ma per la trilogia precedente eravamo nel 2003, ed era più facile effettuare previsioni di rientro.

 
© Riproduzione riservata
Home
 

 
Galleria fotografica
Altri articoli Home

Atlanta Film Festival, cultura e cinema nel sud degli Stati Uniti

L’Atlanta Film Festival è il più importante della Georgia, e uno dei maggiori degli Stati Uniti. Comincia oggi e si protrae fino al 2 aprile: tra i film in concorso ci sono “Born River Bye” di Tim Hall, “The Boss Baby” di Tom McGrath, “Cherry Pop” di Assaad Yacoub, “In the Radiant City&r...

 

Tomas Milian, 'Monnezza amore mio' è il libro dell'attore scomparso

Tomas Milian, l’attore scomparso a Miami all’età di 84 anni è stato raccontato in diversi libri. “Monnezza amore mio” è stato scritto dallo stesso attore nel 2014. Descrive la città di Roma, che accoglie i nuovi arrivati ma che sa anche respingerli. Milian racconta come sia fuggito da L'Avana, pa...

 

Recensione del film Elle

Elle è il film di Paul Verhoeven con Isabelle Huppert, Laurent Lafitte, Anne Consigny e Charles Berling (leggi l'articolo sull'incontro con il regista). Paul Verhoeven mostra la propria chiarezza già all’inizi del film, con lo schermo nero invaso dalle urla di Michèle, mentre viene violentata sul pavimento di casa. L&rsq...

 

Baywatch: Zac Efron urlante nel nuovo trailer del film commedia con Priyanka Chopra

Un nuovo trailer è stato diffuso del film “Baywatch”, diretto da Seth Gordon. Nel trailer ci sono i protagonisti Mitch Buchanan (Dwayne Johnson) e Matt Brody (Zac Efron) che pattugliano una spiaggia in California. Quando giunge Victoria Leeds (Priyanka Chopra), manager che vuole trasformare il luogo in una zona residenziale si s...

 

Stockholm, Ethan Hawke e Noomi Rapace nel nuovo film di Robert Budreau

Ethan Hawke e Noomi Rapace saranno i protagonisti di “Stockholm”, il nuovo film di Robert Brudeau. Hawke di recente è apparso nel remake de “I magnifici sette” diretto da Antoine Fuqua, e al momento ha molti altri progetti in ballo: presto lo vedremo in “The Kid”, “First Reformed” (il ritorno a...

 

Recensione del film In viaggio con Jacqueline

In viaggio con Jacqueline (“La vache” e “One Man and His Cow” in inglese) è il film commedia francese di Mohamed Hamidi. Nel cast ci sono Fatsah Bouyahmed, Lambert Wilson, Jamel Debbouze, Christian Ameri. Fatah è un modesto contadino algerino che non ha mai lasciato la sua campagna. Vive con la mucca Jacquelin...

 

Festival di Cannes 2017, il pungente Cristian Mungiu è Presidente di giuria della Cinéfondation

Al Festival di Cannes 2017 presiederà la giuria della Cinéfondation e Short Film Competition il regista Cristian Mungiu. Il Festival si svolgerà dal 17 al 28 maggio, e Mungiu seguirà il ruolo che ebbe Steven Spielberg nel 2013, nonché Abbas Kiarostami e Jane Campion. Cristian Mungiu vinse la Palma d’Oro co...

 

La bella e la bestia, 'sul set le scene sono avvenute in maniera naturale': intervista all'attrice Simone Sault

La bella e la bestia (“Beauty and the Beast”) è il film di Bill Condon con Emma Watson, Dan Stevens, Luke Evans, Kevin Kline, Ian McKellen ed Emma Thompson (leggi l’intervista allo sceneggiatore Evan Spiliotopoulos). La storia è ambientata alla fine del XVIII secolo, in un castello nei pressi di un piccolo villaggio...

 

Film più visti della settimana: è record d'incasso per La bella e la bestia

Il box office dei film più visti negli Stati Uniti dal 17 al 19 marzo 2017 vede al primo posto “La Bella e la bestia" (“Beauty and the Beast”): la storia di Bella e dell’amore per il principe deformato da un incantesimo incassa 170.000.000 milioni di dollari. Al secondo posto si sposta “Kong: Skull Island&rdquo...

 

Vi presento Toni Erdmann, 'il desiderio di essere visti come siamo': intervista all'attore del film Trystan Pütter

Vi presento Toni Erdmann è il film di Maren Ade con Peter Simonischek, Sandra Hüller, Michael Wittenborn, Thomas Loibl e Trystan Pütter. La storia è quella di un uomo anziano, Winfried Conradi cui piace burlare le persone. Non vede spesso sua figlia Ines,e per farle una sorpresa la va a trovare dopo la morte dell’anzi...

 
Da non perdere

Ultime news
Recensioni