X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Recensione No quiero dormir sola, la complicità delle solitudini

07/09/2012 11:30
Recensione No quiero dormir sola la complicità delle solitudini

Film diretto dalla emergente regista Natalia Beristain e proiettato alla 69° Mostra del Cinema di Venezia 2012 nella sezione Settimana della Critica.

No quiero dormir sola propone un incontro generazionale tra due donne, nonna e nipote che sono meno distanti di quanto immaginassero, imparando a conoscersi ed apprezzare le loro differenze.

Amanda (Mariana Gajà) è una giovane ragazza che non riesce a prender sonno se non ha qualcuno. Seduce i ragazzi, al fine di poter riposare altrimenti sarebbe costretta a prendere le pillole per dormire. Una mattina Amanda riceva la telefonata di una vicina di casa di sua nonna Dolores (Adriana Roel) detta Lola, preoccupata perché l'anziana non risponde da qualche giorno. La ragazza raggiunta l'abitazione della nonna paterna e scorge una donna sopraffatta dall'alcool, dalla degradazione e dalla malattia.

La solitudine dovuta anche al disinteresse dei figli e genitori porta Amanda a dover ricoverare la nonna in una casa di cura per artisti. Le due donne passano da una reciproca sopportazione ad una vicinanza sempre più stretta. Dolores è affetta dall'alzheimer e l'alcool è l'unica cosa con la quale riesce a scansare il suo malessere. La nipote smette di giudicarla ed inizia a comprenderne il disagio. Due forme di solitudine a confronto. Quella di Amanda, nipote che usa gli uomini solo per riuscire a dormire senza legarsi a nessuno di loro e sua nonna, una attrice dal passato importante che affoga le sue angosce e nostalgie nell'alcool. Due donne diverse che prenderanno l'una dall'altra in un rapporto che nasce come conflittuale per poi elevarsi allo stato della complicità. emblematica la scena nella quale Amanda ruba dalla casa di cura i sonniferi che poi consegnerà indirettamente a sua nonna. Confronto generazionale tra due donne che hanno problematiche differenti che si specchiano l'una nell'altra riconoscendosi anche se gli anni di differenza sono molti.

Un film sensibile e profondo dalla narrazione lenta ed in grado di far emergere e descrivere gli stati d'animo e le sensazioni dei protagonisti. La sceneggiatura è scorrevole ed essenziale, mai banale: riesce ad indagare l'animo dei protagonisti e e le loro debolezze con profonda leggerezza ed a tratti anche con punte di ironia.

 
© Riproduzione riservata
Home
 

 
Galleria fotografica
Altri articoli Home

Film più visti della settimana, 'Alien: Covenant' e 'Everything, Everything' sono ai primi posti

Il box office dei film più visti negli Stati Uniti dal 19 al 21 maggio 2017 vede al primo posto la novità “Alien: Covenant” (36.160.621 dollari, leggi la recensione del comic): l'equipaggio di un’astronave scopre un paradiso inesplorato, dove però emerge anche una minaccia da cui fuggire. Al secondo posto sce...

 

Innamorato pazzo, il film commedia con Myrna Loy e William Powell sugli opposti conciliati

Innamorato pazzo (“Love Crazy”, 1941) è il film di Jack Conway con William Powell, Myrna Loy e Gail Patrick. usciva nelle sale statunitensi il 23 maggio del 1941. L’architetto eccentrico Steve Ireland (William Powell) e la moglie Susan (Myrna Loy) al quarto anniversario di matrimonio vorrebbero rivivere la prima notte...

 

Quando non erano famosi: i mestieri delle star agli esordi

Oggi li vediamo sulle riviste patinate, ma i protagonisti delle cronache mondane hanno dovuto percorrere una strada tutta in salita per raggiungere il successo. Dietro i volti distesi e imperturbabili di uomini e donne mature, molto spesso si nascondono ragazzi e ragazze che prima di raggiungere la fama hanno svolto i mestieri più duri e str...

 

Codice Unlocked, 'è tutta una questione di suspense': intervista all'attrice Jessica Boone

Codice Unlocked (Unlocked) è il film nelle sale diretto da Michael Apted. Nel cast ci sono Orlando Bloom, Noomi Rapace, Jessica Boone, John Malkovich e Michael Douglas. La trama s’incentra su Alice Racine (Noomi Rapace), agente della CIA esperta in interrogatori: reperisce informazioni su un imminente attacco a Londra e le riporta ad ...

 

Festival di Cannes 2017: le immagini di Jasmine Trinca e Stefano Accorsi per il film drammatico 'Fortunata'

Nelle immagini che mostriamo ci sono gli interpreti del film “Fortunata”, presentato al Festival di Cannes. La protagonista è Jasmine Trinca, che nelle foto è assieme al regista del film Sergio Castellitto, l’attore Stefano Accorsi e la sceneggiatrice Margaret Mazzantini. La trama è quella di Fortunata (Jasm...

 

King Arthur - Il potere della spada, i libri che hanno ispirato il film di Guy Ritchie

King Arthur - Il potere della spada (“King Arthur: Legend of the Sword") è il film nelle sale diretto da Guy Ritchie con Charlie Hunnam, Àstrid Bergès-Frisbey e Jude Law. La pellicola è liberamente ispirata a “La morte di Artù”, opera scritta da sir Thomas Malory nel XV secolo. Qui compaiono Cam...

 

Unicorn Store, il debutto alla regia della stella nascente Brie Larson

“Unicorn Store”, è questo il titolo del film con cui la giovane e talentuosa Brie Larson ha deciso di fare il suo debutto dietro la cinepresa. Scritto da Samantha McIntyre, racconterà le vicende di una giovane donna che torna a vivere con i suoi genitori. Una volta rientrata nella sua città natale, scopre un negozio...

 

Festival di Cannes 2017: le immagini di Michelle Williams e Julianne Moore per il film drammatico 'Wonderstruck'

Nelle immagini che mostriamo ci sono gli interpreti del film “Wonderstruck”, presentato al Festival di Cannes. L’evento si è tenuto presso il Nikki Beach: hanno partecipato Julianne Moore, Michelle Williams, il regista Todd Haynes, Millicent Simmonds, Jaden Michael e la produttrice Christine Vachon. Il film racconta di du...

 

Gli effetti visivi - VFX, dal film 'Gold' alla serie 'American Gods': l'intervista

Gold - La grande truffa - attualmente nelle sale - è uno dei film che si è avvalso di effetti visivi (VFX), che a contrario degli effetti speciali si applicano in fase di post-produzione. Ma devono essere pianificati e modellati in scenografie durante la pre-produzione e la produzione, affinché la resa sia verosimile. Abbiamo ...

 

Mostre a Roma: gli oggetti di Marilyn Monroe, donna e manager

Gli oggetti di Marilyn Monroe sono in mostra a Roma al Palazzo degli Esami fino al 31 luglio 2017. "Marilyn imperdibile: Donna, Mito, Manager” ospita 300 cimeli dell’attrice scomparsa nel 1962, giunti grazie ai prestiti di collezionisti che negli decenni hanno raccolto - alle varie aste - vestiti, gioielli e ricordi dell’infanzia...

 

Da non perdere

Ultime news
Recensioni