X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Recensione A Gebo e a Sombra, la menzogna per lenire le sofferenze

07/09/2012 07:00
Recensione A Gebo Sombra la menzogna per lenire le sofferenze

Manoel de Olivera fuori concorso alla 69° Mostra del Cinema di Venezia 2012, dirige Claudia Cardinale in un dramma teatrale del 1923 dello scrittore Raul Brandao

O Gebo e a sombra del regista ultracentenario Manoel de Olivera descrive un dramma familiare caratterizzato dalla menzogna che viene espresso attraverso un protettivo senso del dovere.

Due donne in una casa attendono il ritorno del marito e padre acquisito, un cassiere che ha fatto dell'onestà la sua missione di vita. La moglie Dorotea (Claudia Cardinale) chiede notizie del figlio ma l'uomo (Michael Lonsdale) è reticente. Non vuole che sua moglie e compagna di una vita sappia che il figlio è un poco di buono. Questo silenzio lo spinge ad addossarsi le colpe del figlio per salvare la sanità mentale e fisica di Dorotea.

La menzogna vine trattata come inganno per allontanare una verità che farebbe ancor più male. Una vita onesta e priva di ambizione porta il protagonista Gebo a mantenere taciuta la verità sull'assenza del figlio per evitare che l'amata Dorotea possa soffrirne irrimediabilmente. Il dilemma se sia più opportuno ricercare la felicità attraverso i gesti comuni e routinari di ogni giorno o nel perseguirla ad ogni costo anche attraverso il malaffare, permea una trama ben condotta e sostenuta dai temi affrontati. Dal confronto tra Gebo ed il personaggio di Sofia (Leonor Silveira), moglie del loro unico figlio, viene reso edotto lo spettatore sulle motivazioni del comportamento che l'uomo adopera nei confronti della moglie. All'interno di una famiglia ognuno ha il suo ruolo, del quale deve essere consapevole. Un ruolo che è espressione del senso del dovere e che spinge Gebo ad accollarsi le colpe del figlio come se quest'ultimo fosse ormai divenuto la sua ombra.

La regia segue una tecnica teatrale per questo lungometraggio che è un adattamento cinematografico della novella di Raul Brandao. Olivera non snatura l'essenza del testo teatrale e fa emergere una storia forte ed intima a tratti pirandelliana, dai personaggi ben definiti con attori che riescono a conferire loro una adeguata profondità. L'azione si svolge prevalentemente in un unico luogo familiare, quasi ad indicare la condizione di questa drammatica ed angosciosa intimità.

 
© Riproduzione riservata
Home
 
Personaggi correlati
Michael Lonsdale, Claudia Cardinale



 
Galleria fotografica
Articoli correlati

Il Gattopardo di Luchino Visconti compie mezzo secolo

Il film Il Gattorpardo capolavoro di Luchino Visconti compierà domani 50 anni. Era il lontano 27 Marzo del 1963 quando al cinema Barberini di Roma veniva proiettato per la prima volta la pellicola tratta dall'omonimo romanzo di Giuseppe Tomasi di Lampedusa, aggiudicandosi la Palma d'oro come miglior film al 16° Festival di Cannes. E anco...

 

Venezia 69: incontro con Claudia Cardinale, Doroteia nel film di Oliveira

Abbiamo incontrato alla Mostra del Cinema di Venezia Claudia Cardinale, protagonista del film O Gebo E A Sombra di Manuel De Oliveira. Il film vede nel cast anche Michael Lonsdale, Jeanne Moreau, Leonor Silveira, Ricardo Trêpa e Luís Miguel Cintra: la storia è quella di Gebo e della moglie, che vivono in un’umile casa e ch...

 

Federico Fellini: Otto e mezzo, il film classico con Claudia Cardinale e Marcello Mastroianni

Guido Contini si trova in un ingorgo: all'improvviso tenta di uscire dall'auto ma il finestrino è sigillato. Lo ritroviamo in cielo, con una fune che gli strattona la caviglia. Precipita sulla spiaggia. Durante un incontro con un critico d'arte, alle terme di Chiancano, Guido ha la visone di Claudia: una ragazza dal viso candido e disciplin...

 
Da non perdere






Ultime news
Recensioni