X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Recensione Outrage Beyond, Takeshi Kitano ed il compromesso tra gestione del conflitto e la vendetta

04/09/2012 07:00
Recensione Outrage Beyond Takeshi Kitano ed il compromesso tra gestione del conflitto la vendetta

Takeshi Kitano porta alla 69° Mostra del Cinema di Venezia il conflitto interno alla Yakuza e la lotta per la conquista del territorio.

Outrage Beyond">Outrage Beyond svela il conflitto generazionale ed interno alla Yakuza, la sua ramificazione e le dinamiche nonché i patti che legano i suoi capi.

Othomo (Takeshi Kitano) ormai creduto morto in prigione, viene liberato grazie alla macchinazione che pone in essere un ambizioso ed astuto investigatore. Una volta fuori dal carcere vorrebbe vivere la sua vita lontano dall'organizzazione. Creduto l'autore di un assassinio che ha sconvolto i capi della Yakuza, vine ricercato per essere eliminato. Non gli resterà che tentare di compiere la vendetta alla quale stava per rinunciare.

Questo film segue il prequel del 2010 dal titolo Outrage nel quale Othomo è vittima di una macchinazione. Othomo era uno dei capi della famiglia Ikemoto che viene tradito ed accusato indegnamente di un delitto che non ha commesso. Al fine di sfuggire al destino toccato ai suoi suoi uomini e porre fine alla scia di sangue si consegnò alla polizia.

Outrage Beyond">Outrage Beyond fa emergere la contrapposizione tra i metodi subdoli e sleali di un tutore dell'ordine, contro un codice che sebbene posto al fuori dalla legalità segue una propria regola d'onore. L'organizzazione manageriale della mafia giapponese viene rappresentata come una stratificazione a più livelli con ruoli e funzioni che sono necessari al fine di assicurare il controllo o la conquista del territorio. I capi sono tenuti a rispettare vincoli d'onore ai quali non possono derogare. I giuramenti sono considerate leggi e la fiducia deve essere conquistata attraverso prove eccessivamente dure. Emblematica in tal senso è la scena in cui viene conquistata la fiducia di alcuni capi clan attraverso l'asportazione di una falange utilizzando i propri denti. Il tradimento e la vendetta sono comunque i temi portanti di questo lungometraggio che s'inseriscono nella trama come elemento di rottura dal rispetto delle regole poste dalla stessa organizzazione mafiosa.

In questo film il regista e scrittore Takeshi Kitano pone a confronto la gestione del conflitto contro la prevaricazione della violenza espressa attraverso un considerevole uso di piombo. Se da una parte i capi delle famiglie devono osservare compromessi, non sempre condivisi, per assicurare la convivenza e la sopravvivenza delle famiglie, dall'altra la conquista del potere e la sua scalata impone inevitabilmente l'esercizio della forza.

Takeshi Kitano porta sullo schermo un personaggio impenetrabile che interagisce con la trama attraverso una maschera inalterabile. Un film dalla narrazione scorrevole e dettagliata mai banale ed a tratti ironica che diverte e coinvolge lo spettatore. Questo lungometraggio nipponico amalgama personaggi appartenenti a differenti estrazioni sociali che sebbene non approfonditi negli aspetti caratteriali, vengono inseriti magistralmente in una trama ben congegnata e scorrevole.

 
© Riproduzione riservata
Home
 

 
Galleria fotografica
Altri articoli Home

The Sense of an Ending, la scoperta del passato nel film con Charlotte Rampling

The Sense of an Ending è il film di Ritesh Batra con Jim Broadbent, Charlotte Rampling, Harriet Walter. È uscito negli Stati Uniti il 10 marzo. La trama segue Tony Webster (Broadbent), che conduce una vita solitaria e tranquilla, fino a quando i segreti sepolti negli anni emergono. Deve così fronteggiare i ricordi del passato,...

 

Tutto per una ragazza, il libro di Nick Hornby da cui è tratto il film 'Slam'

Tutto per una ragazza (“Slam”) è il libro di Nick Hornby da cui è tratto il film “Slam - Tutto per una ragazza” ora nelle sale. È stato pubblicato nel 2007: il film è diretto da Andrea Molaioli, e ha nel cast Ludovico Tersigni, Barbara Ramella, Jasmine Trinca e Luca Marinelli. Nel romanzo il prot...

 

Il mostro della laguna nera, costruendo lo Universal Monsters Cinematic Universe

“Il mostro della laguna nera” farà parte della Universal Monsters, l’imponente saga con cui la Universal punta a rilanciare la sua collezione di creature dell’horror “vintage”. Le informazioni su questo reboot per ora scarseggiano; un paio di anni fa si vociferava che Scarlett Johansson fosse stata contatt...

 

Non è un paese per giovani, il film sull'esodo di una giovane generazione

Non è un paese per giovani è il film di Giovanni Veronesi nelle sale, con Filippo Scicchitano, Sergio Rubini, Giovanni Anzaldo, Sara Serraiocco e Nino Frassica. La storia è quella di Sandro, ventenne timido il cui desidero è diventare scrittore. L’amico Luciano è invece estroverso, anche se conserva un mist...

 

Atlanta Film Festival, cultura e cinema nel sud degli Stati Uniti

L’Atlanta Film Festival è il più importante della Georgia, e uno dei maggiori degli Stati Uniti. Comincia oggi e si protrae fino al 2 aprile: tra i film in concorso ci sono “Born River Bye” di Tim Hall, “The Boss Baby” di Tom McGrath, “Cherry Pop” di Assaad Yacoub, “In the Radiant City&r...

 

Tomas Milian, 'Monnezza amore mio' è il libro dell'attore scomparso

Tomas Milian, l’attore scomparso a Miami all’età di 84 anni è stato raccontato in diversi libri. “Monnezza amore mio” è stato scritto dallo stesso attore nel 2014. Descrive la città di Roma, che accoglie i nuovi arrivati ma che sa anche respingerli. Milian racconta come sia fuggito da L'Avana, pa...

 

Recensione del film Elle

Elle è il film di Paul Verhoeven con Isabelle Huppert, Laurent Lafitte, Anne Consigny e Charles Berling (leggi l'articolo sull'incontro con il regista). Paul Verhoeven mostra la propria chiarezza già all’inizi del film, con lo schermo nero invaso dalle urla di Michèle, mentre viene violentata sul pavimento di casa. L&rsq...

 

Baywatch: Zac Efron urlante nel nuovo trailer del film commedia con Priyanka Chopra

Un nuovo trailer è stato diffuso del film “Baywatch”, diretto da Seth Gordon. Nel trailer ci sono i protagonisti Mitch Buchanan (Dwayne Johnson) e Matt Brody (Zac Efron) che pattugliano una spiaggia in California. Quando giunge Victoria Leeds (Priyanka Chopra), manager che vuole trasformare il luogo in una zona residenziale si s...

 

Stockholm, Ethan Hawke e Noomi Rapace nel nuovo film di Robert Budreau

Ethan Hawke e Noomi Rapace saranno i protagonisti di “Stockholm”, il nuovo film di Robert Brudeau. Hawke di recente è apparso nel remake de “I magnifici sette” diretto da Antoine Fuqua, e al momento ha molti altri progetti in ballo: presto lo vedremo in “The Kid”, “First Reformed” (il ritorno a...

 

Recensione del film In viaggio con Jacqueline

In viaggio con Jacqueline (“La vache” e “One Man and His Cow” in inglese) è il film commedia francese di Mohamed Hamidi. Nel cast ci sono Fatsah Bouyahmed, Lambert Wilson, Jamel Debbouze, Christian Ameri. Fatah è un modesto contadino algerino che non ha mai lasciato la sua campagna. Vive con la mucca Jacquelin...

 
Da non perdere

Ultime news
Recensioni