X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Patti Smith nel nuovo tour pone altre domande con il cane Banga

24/07/2012 16:32
Patti Smith nuovo tour pone altre domande con il cane Banga

Patti Smith Ŕ riuscita a fondere la coerenza sociale del coetaneo Bruce Springsteen con la passionalitÓ di Bob Dylan

Patti Smith è riuscita a fondere la coerenza sociale del coetaneo Bruce Springsteen con la passionalità di Bob Dylan. Tra i due è appunto al voce più sottile della fine del millennio, in balia di ideologie e rievocazioni della giovinezza.

Stasera si esibirà a Perugia all’Arena Santa Giuliana, all’interno di Rockin’ Umbria. Presenterà alcuni brani tratti dall’ultimo album Banga, e poi continuerà fuori dall’Italia il suo tour, da Oslo a Zurigo, a Vienna per concludersi a Bilbao il 13 novembre.

Banga è una parola che può riferirsi alla città dell’Angola, oppure al nome del cane di Ponzio Pilato in Il maestro e Margherita (1966) di Michail Bulgakov. Solo ascoltando questi artisti in concerto si giunge in direzione del loro messaggio, che da un .mp3 ascoltato in treno o in un cd solitario rimane confuso.

Il modo di porsi di Patti Smith in Banga è più battagliero, tanto che in April fool non dà tregua alle ipocrisie: “Vieni sulla tua bicicletta arrugginita / Vieni, infrangeremo le regole” cita, anche se poi alla persona dice con delusa ironia: “Vieni, sii il mio pesce d’aprile”.  E anche una ragazza riesce a concedere forza: “Questa è la ragazza / Per cui tutte le lacrime cadono”, che desidera “essere ascoltata”. E questa ragazza avrebbe possibilità di portare una soluzione, perché si trova assieme al “cieco che ha trasformato in vino”.

Ma nessuno l’ascolta. Ormai non c’è fiducia nell’amore, “la fedeltà riposa nel cuore di un cane” cita in Banga. Forse lo stesso animale di Ponzio Pilato.

In Because the Night – 1978, scritta da Bruce Spriengsteen - invece appariva soggiacente, forse fiduciosa nel futuro che riteneva più radioso di quanto si è dimostrato: “L'amore è uno squillo, il telefono / L'amore è un angelo travestito come desiderio (…) prova a capire / come mi sento sotto il tuo comando”. Ma di certo, in sua presenza qualche altra domanda verrà posta.

 
© Riproduzione riservata
Home
 
Personaggi correlati
Patti Smith,



Da non perdere






Ultime news
Recensioni