X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

I Nobel assegnati e le speranze per la letteratura: L'Italiano Dante Marianacci

07/10/2009 15:15
I Nobel assegnati le speranze per la letteratura L'Italiano Dante Marianacci

Novità sui Nobel e speranze per l'Italia

Il Nobel per la medicina è stato attribuito a Elizabeth H. Blackburn, Carol W. Greider e Jack W. Szostak. La loro scoperta vi permetterà di vivere fino a 150 anni. Le ricercatrici sono state premiate per la scoperta dei telomeri, i cuscinetti molecolari che proteggono le estremità dei cromosomi. '
'E' una grande soddisfazione che sia stato finalmente riconosciuto il valore delle ricerche sui telomeri''
, ha detto Chiara Mondello, dell'Istituto di Genetica molecolare del Consiglio Nazionale delle Ricerche (Cnr) a Pavia. Il gruppo si è impegnato in particolare sulla senescenza, ossia sullo stadio dello sviluppo nel quale la cellula non è più in grado di moltiplicarsi. Elizabeth Blackburn spesso veniva derisa, perché le sequenze ripetitive dei telomeri - che non codificano per nessuna proteina - erano viste come una gran perdita di tempo: ad ogni convegno sui cromosomi la sessione sui telomeri era sempre l'ultima. Ora forse l'attenzione muterà.

Ieri sono stati attribuiti quelli per la fisica: Charles K. Kao "per i fondamentali risultati sulla trasmissione della luce su fibra per la comunicazione ottica", e Willard S. Boyle e George E. Smith "per l'invenzione del circuito a semiconduttore per i sensori CCD" (Charge-Coupled Device). Questa tecnologia oggi è molto utilizzata in tutte le apparecchiature di ripresa digitale, che sfruttando l'effetto fotoelettrico (per la cui teorizzazione Einstein ricevette il Nobel nel 1921) permette di trasformare un impulso luminoso in un segnale elettrico. Non certo discussioni da Uomini e donne.

Oggi quelli per la chimica, a due americani e un'israeliana, Venkatraman Ramakrishnan, Thomas Steitz e Ada Yonath. Il loro merito è aver "mappato" il comportamento del ribosoma a livello di atomi: i tre scienziati hanno generato un modello tridimensionale (3D) che può dimostrare la reazione degli antibiotici sull'organismo cellulare. La differenza rispetto agli antibiotici oggi in uso, che destrutturano completamente la cellula, è che i nuovi ritrovati potranno bloccare solo la sintesi delle proteine tossiche, preservando il restante sistema biologico.

Quindi l'accademia di Stoccolma concentra i suoi servigi celebrativi a ricerche scientifiche  affini, pur se provenienti da materia diverse. Ottima scelta, dato che i personaggi premiati ai Nobel riverberano poi il loro successo nelle ricerche condotte, capaci così di ricevere più finanziamenti.

C'è molta attesa domani per l'attribuzione del nobel per la letteratura. I candidati sono il romanziere israeliano Amos Oz, la regista-scrittrice algerina Assia Djebar, assieme a Joyce Carol Oates. Poi Philip Roth, seguito dal poeta sirolibanese Adonis.

Ben considerato è Vargas Llosa, autore americano che però usa la classica lingua europea. Quindi un latino-americano. Tenendo conto che l'anno scorso ha vinto il francese quasi sconosciuto Jean-Marie le Cleziò con Stella errante, le ipotesi - non dei bookmakers ma editoriali - sono molte.

Il premio Nobel fu istituito nel 1895 da Alfred Nobel, industriale svedese e inventore della dinamite. Il nobel per la letteratura finora è stato attribuito a 4 italiani: Giosuè Carducci nel 1906, Grazia Deledda, Luigi Pirandello nel 1934, Salvatore Quasimodo nel 1959, Eugenio Montale nel 1975 e Dario Fo nel 1997. Quest'ultima scelta fu molto osteggiata dall'ambiente accademico, non credendo che il riso è una maniera come un'altra per elevare la società a fattore letterario.

L'Italia spererebbe nel teatino Dante Marianacci, che lavora da venticinque anni per il Ministero degli Esteri presso gli Istituti Italiani di Cultura. Ha pubblicato una quindicina di volumi e curato diverse collane ed antologie di poesia, narrativa e saggistica. Herren des Windes/Signori del vento (Pop Verlag, 2008) e Lettere da Ulcisia/Levelek Ulcisiából (Széphalom Könyvmühely, 2008) sono le sue ultime raccolte di peosie. I cloni di Mr Bond (L'Airone Editrice, 2004) e I fiori del Tibisco (Rubbettino Editore, 2006) i suoi romanzi.

 

 
© Riproduzione riservata
Home
 
Altri articoli Home

Intervista a Simonetta Spiri: 'è un'eresia pensare che le passioni abbiano un'età'

Simonetta Spiri inaugura il suo nuovo percorso artistico con "Il tempo di reagire", canzone scritta insieme con Mario Cianchi ed Emilio Munda.  La cantante ha guadagnato notorietà grazie alla partecipazione alla settima edizione del talent show "Amici". Nel corso della sua carriera ha pubblicato gli album "Il mio momento" (20...

 

Campioni omaggio: dai concerti ai trucchi il risparmio e la sua storia

Il sistema è ormai saldo: nato nel 1851 negli Stati Uniti grazie a Benjamin T. Babbitt, ora si è diffuso sul web. Tra i siti nazionali di spicco c’è supercampione.it, che grazie ad un lavoro attento e particolarmente minuzioso offre molteplici tipologie di campioni omaggio. In questo caso basta registrarsi in maniera gra...

 

Michael Bublé: 'Ora apprezzo la vita molto di più' confida la moglie sulla guarigione del figlio

La moglie di Michael Bublé, Luisana Lopilato ha diffuso la notizia sulla guarigione del loro figlio, Noah. I due avevano confermato nel 2016 che il figlio fosse affetto da una forma di tumore al fegato. Durante una conferenza stampa in Argentina, Luisana Lopilato ha detto ai giornalisti: “Grazie a Dio, mio figlio sta bene. Quando si ...

 

'La nostra società sta diventando eccessivamente protettiva': intervista a Daniele Fabbri

Abbiamo intervistato il comico Daniele Fabbri, protagonista il 7 aprile al Teatro Douze di Roma con un nuovo significativo show.  D: Il tuo nuovo monologo si intitola “Infarto Cesareo”, cosa lo distingue rispetto ai precedenti? R: La voglia di essere più scemo. Nei miei primi spettacoli ho cercato di esplorare un umor...

 

Care figlie vi scrivo, il libro tra cinema e passione di Marisa Bruni Tedeschi

Care figlie vi scrivo è il libro uscito di recente di Marisa Bruni Tedeschi che racconta una famiglia cresciuta tra il cinema la politica.  Marisa Bruni Tedeschi è pianista, ha vissuto una vita da artista: racconta qui la giovinezza nell'Italia fascista, la morte precoce del padre, l'incontro nel 1952 con il marito Alberto, indu...

 

'Nei paesi anglosassoni il mercato della comicità è più sviluppato': intervista a Francesco De Carlo

Abbiamo intervistato il comico Francesco De Carlo, tra gli autori del programma di Rai 3 "Nemico Pubblico" e nel cast di "Stand Up Comedy" su Comedy Central. Nel corso della sua carriera in televisione è stato monologhista nei programmi di Sabina Guzzanti e Neri Marcorè, e ha partecipato a "Aggratis" su Rai 2 e agli "Sgommati El...

 

Stand-up comedy, un genere 'da praticare e far conoscere': intervista a Velia Lalli

Abbiamo intervistato Velia Lalli, irriverente comica tra i panelist del programma televisivo "Sbandati" in onda su Rai 2 e recentemente protagonista della rassegna di Stand Up Comedy Live presso lo Spazio Diamante di Roma, dove ha presentato il suo nuovo spettacolo.  D: “Lasciate che i pargoli vengano a me”, come mai hai scel...

 

Anna Frank Museum: intervista sulle parole 'mai più'

Il 12 giugno 1942 Anna Frank ha tredici anni. Riceve un diario con la copertina con i quadretti bianchi e rossi. È il giorno del suo compleanno. Comincia a scrivere, lo porta sempre con sé. Tre mesi dopo la famiglia Frank - di origini ebraiche - entra in clandestinità. Siamo ad Amsterdam. Per sfuggire alle deportazioni naziste...

 

'Il detective Charlie Parker assume il dolore degli altri': intervista allo scrittore John Connolly

John Connolly è uno degli scrittori irlandesi già prolifici: ha scritto la serie di romanzi sull’ex detective della Polizia di New York, Charlie Parker che dopo la morte della moglie e della figlia si mette in proprio: spesso interagisce con il mondo soprannaturale, negli anni ha varie donne, possiede varie pistole ma non ne usa...

 

Carrie Fisher, i suoi libri in cui racconta un'altra Hollywood

Carrie Fisher, l’attrice scomparsa all’età di 60 anni non era solo la protagonista di “Star Wars” nel ruolo della Principessa Leila. Ha lavorato in film come “L'uomo con la scarpa rossa” (1985) con Tom Hanks, “Hannah e le sue sorelle” (1986) di Woody Allen. Fino a cammei in serie come “Se...

 
Da non perdere
Ultime news
Recensioni