X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Canzoni d’estate, Giorgia gareggia con i Maroon 5 e Checco Zalone

08/06/2012 16:35
Canzoni d’estate Giorgia gareggia conMaroon 5 Checco Zalone

Con la fine delle scuole si avvicina la musica d’estate, quel tormentone che lungo il bagnasciuga ci accompagnerà nella passeggiate.

Con la fine delle scuole si avvicina la musica d’estate, quel tormentone che lungo il bagnasciuga ci accompagnerà nella passeggiate.

Si fa notare per una commistione tra sonorità colorate, note alte messe in successione, ritmo veloce e oggetti che fanno rima con “cuore”, “amore”, “sole”. Spesso sono le case distributrici a sancirne la diffusione con ottime manovre di marketing, mentre le radio se ne beano per tingere il palinsesto.

Quest’anno in Italia se ne è prodotta una, che già da qualche settimana si fa distinguere per originalità, versi cantabili e quel tocco di nostalgia che potrebbe segnare la fine di una storia d’amore. Giorgia, con Tu mi porti su">Tu mi porti su cita: “Quando t'ho incontrato è scattato il gioco della seduzione / tutti e due a stendere la merce più invitante sul bancone”, con un tono da primo appuntamento. Si sa, le storie accelerano ed ecco: “come un 747 sono decollata / sorretta dal tuo sguardo come vento sulle ali / e verso il sole qualche cosa mi diceva sali”. In autunno? È probabile che accada questo: “ho visto nei tuoi gesti il sospetto di non esser ricambiato (…) l'amore più bellissimo ad un tratto cede il posto alla paura / ali di cera che si sciolgono al sole”. Giorgia - grazie anche alla maestria degli autori  Lorenzo Cherubini e Riccardo Onori – racchiude in poche strofe un’intera storia, mista di esotismo e rassegnazione.

Dall’estero arrivano i Maroon 5 con Payphone (feat. Wiz khalifa). Il testo è telegrafico: “Sono a un telefono pubblico e cerco di chiamare casa / Per te ho speso tutte le monete che avevo” concludendo con “Ancora un'altra stupida canzone d'amore e mi sentirò male”. Vendendo 7 milioni di copie con Moves Like Jagger (2011), la band inglese cercano un novello ombrellone. Ora è primo nella classifica download.

Non optiamo per Drive By dei Train uscito già a febbraio. Per la disco non può mancare il francesismo di Dj Antoine feat. The beat shakers con Ma Chérie: “tu ed io, siamo infuocati mia cara, / tu sei il mio desiderio”.

Per il genere comico avrà fortuna nelle auto mentre si va in vacanza La Cacada di Checco Zalone, affermando che “si tiene la barca (va dichiarada) / la robba de marca (va dichiarada)” per giungere al finale lapidario “se si stada lisenciata / se hai la casa pignorada / a l'ufficio dell'entrata puoi bailare / La Cacada”.

Sembra lontano il periodo di Abbronzatissima. Da allora anche le poltrone sono cambiate.

 
© Riproduzione riservata
Home
 
Personaggi correlati
Checco Zalone, Giorgia Todrani, Maroon 5,



 
Galleria fotografica
Da non perdere






Ultime news
Recensioni