X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Freddie Mercury, non basta un ologramma per farlo esibire

11/05/2012 15:17
Freddie Mercury non basta un ologramma per farlo esibire

La rivoluzione digitale può ampliare l’offerta del canali televisivi, può creare degli avatar che grazie al 3D sembra sbuchino dallo schermo

La rivoluzione digitale può ampliare l’offerta del canali televisivi, può creare degli avatar che grazie al 3D sembra sbuchino dallo schermo. Ora è anche capace di riportare in vita i defunti: Freddie Mercury apparirà durante il musical We Will Rock You, che si basa sulla musica della band, in occasione del decimo anniversario dello show a Londra, il 14 maggio prossimo. Il chitarrista Brian May ha detto alla BBC News che il pubblico uscirà dicendo: “Abbiamo realmente visto Freddie?”. La stessa apparizione del rapper Tupac Shakur al Coachella Festival in California il mese scorso ha spianato la strada, tanto che risultano in lizza Elvis Presley e Michael Jackson.

Mercury – per assurdo – è l’artista che meglio si poteva prestare a questa operazione. Solo lui creò quella commistione di coraggio e nostalgia che tanto hanno segnato la sua fortuna: il video di Living on My Own (1985) fu girato durante la festa per il trentanovesimo compleanno, in un locale di Monaco arredato secondo il personale stile del cantante, gli inviati erano in maschera  - con tema il bianco e il nero – il che esprime la sua visione, irruente e al contempo familiare. “Mi sento così solo / Le cose dovranno migliorare in futuro / A volte sento che nessuno mi avvisa / Trovo la mia testa sempre fra le nuvole in un mondo di sogni / Non è facile vivere da solo” cita la canzone. In tutto ciò, i Queen hanno venduto circa 41 milioni di album negli Stati Uniti, circa metà dei quali distribuiti dal giorno della morte di Mercury.

Ancora non è dato sapere se un ologramma potrà recitare in un film, e se sostituirà il make up. Michelle Williams interpreta Marilyn Monroe nel film My Week con Marilyn (2012): ma non è Marilyn. In Sim0ne, Al Pacino creava un ologramma di un’attrice che poi diventava più famosa di lui: rivisto oggi, il film appare ancora troppo avveniristico. Con buona pace di chi sperava rivedere Greta Garbo in un reality show.

 
© Riproduzione riservata
Home
 
Personaggi correlati
Freddie Mercury,



Altri articoli Home

Lady Diana travestita con Mercury: il piacere di passare inosservata

Nelle sue memorie, pubblicate dal Sunday Times, l'attrice Cleo Rocos racconta di una serata in cui Diana Spencer andò alla Royal Vauxhall Tavern, pub e nightclub gay londinese, in compagnia del grande Freddy Mercury e di due amici omosessuali. Vestita da uomo, con giacca militare, cappello ed occhiali da sole, nessuno la riconobbe e la princ...

 
Da non perdere






Ultime news
Recensioni